GT2 / Corsa in linea  

Giro d'Italia - 6a tappa

 
11/05/2017 - KM : 217,00  Start List   |   Percorso   |   Favoriti
 
Reggio Calabria Terme Luigiane
  6447_06.jpg  
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 16:55 KM Arrivo: 0

Sesta tappa e seconda fuga vincente quest'oggi al Giro d'Italia. Ad imporsi sul traguardo di Terme Luigiane è stato  Silvan Dillier al termine di un lunghissimo tentativo partito al chilometro 20 di gara. Lo svizzero della BMC ha preceduto in uno sprint a tre il corridore più quotato nel drappello di testa,  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), e l'ex maglia rosa  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe).

Diversamente dalle prime cinque tappe, i primi chilometri sono stati affrontati a tutta e vari scatti hanno preceduto il tentativo buono. A fare la differenza sono stati  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo),  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe) e  Mads Pedersen (Trek-Segafredo) a cui dopo qualche minuto si sono accodati  Simone Andreetta (Bardiani - CSF) e  Silvan Dillier (BMC Racing Team). Questo quintetto ha fatto il vuoto sulla salita di Barrittieri, guadagnandosi un margine massimo superiore agli 8 minuti. 

La reazione tardiva del gruppo è arrivata soltanto 100 chilometri più avanti; Luca Scinto, DS della Wilier, infuriato con i suoi che hanno mancato la fuga li manda in testa a tirare, assieme ai Cannondale-Drapac. Nessun'altra squadra ha però collaborato fino ai -20, e i fuggitivi collaborando con continuità hanno difeso oltre 2 minuti fino ai piedi dell'erta finale. Il primo dei battistrada a mollare è stato  Mads Pedersen, sacrificato dalla Trek per il più quotato compagno. Nei primi metri della salita verso Terme Luigiane ha ceduto anche  Simone Andreetta, dunque la tappa si è giocata in uno sprint a tre fra  Lukas Postlberger Jasper Stuyven e  Silvan Dillier. L'austriaco, vincitore ad Olbia, è stato subito tagliato fuori, mentre fra il belga della Trek e lo svizzero della BMC il testa a testa è stato vibrante. Dillier è partito lungo, Stuyven ha provato a risalire ma la sua rimonta non è andata a buon fine. 

Nulla di fatto fra i big, che hanno concluso appaiati in vetta allo strappo conclusivo; il quinto posto è andato a  Michael Woods (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) che ha preceduto tutti gli uomini di classifica.


 ULTIMO KM ORA: 16:45 KM Arrivo: 1

Quarto Andreetta, il gruppo arriva 40 secondi con i capitani che dovrebbero essere arrivati tutti insieme.


 ULTIMO KM ORA: 16:44 KM Arrivo: 1

Stuyven prova il sorpasso in vista del traguardo, ma Dillier tiene e vince la tappa.


 ULTIMO KM ORA: 16:44 KM Arrivo: 1

Parte Dillier.


 ULTIMO KM ORA: 16:42 KM Arrivo: 1

I tre davanti si studiano, sono praticamente fermi.


 ULTIMO KM ORA: 16:41 KM Arrivo: 1

Comincia l'ultimo km per i tre di testa: Postlberger, Stuyven e Dillier.


 INFO PERCORSO ORA: 16:41 KM Arrivo: 2

Comincia la salita finale per i fuggitivi.


 DISTACCHI ORA: 16:39 KM Arrivo: 3

Ai 3 dall'arrivo e a 1 km dall'inizio della salita il gruppo si è riportato a 1 minuto e mezzo.


 SI STACCA ORA: 16:37 KM Arrivo: 4

In gruppo restano staccati Gaviria e Pozzato.


 SCATTO ORA: 16:36 KM Arrivo: 5

Attacco di Stuyven, rispondoni bene Dillier e Postlberger, resta attardato Andreetta.


 SI STACCA ORA: 16:34 KM Arrivo: 6

Pedersen perde definitivamente le ruote dei suoi compagni di fuga che restano in quattro: Postlberger, Stuyven, Andreetta e Dillier.


 DISTACCHI ORA: 16:34 KM Arrivo: 7

Il gruppo in vista dell'erta finale aumenta nettamente l'andatura e si riporta in meno di 3 km sotto i 2 minuti. Se davanti dovessero cominciare a studiarsi le possibilità del gruppo di rientrare sulla fuga potrebbero tornare a salire.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 16:29 KM Arrivo: 10

Si mette in testa al gruppo la Bahrain-Merida per  Vincenzo Nibali (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Enrico Gasparotto (Bahrain Merida Pro Cycling Team), ma il ritardo del gruppo sembra incolmabile.


 DISTACCHI ORA: 16:27 KM Arrivo: 12

Quando mancano 12 km all'arrivo il vantaggio dei 5 di testa resta di poco sotto i 3 minuti e ormai sembra che il gruppo non abbia più voglia di inseguire.


 INFO PERCORSO ORA: 16:21 KM Arrivo: 16

Da qui in poi comincia un lungo saliscendi che proseguirà fino ai -2 dal traguardo, quando comincerà l'ascesa finale di Terme Luigiane che vedrà pendenze che toccheranno il 10 %.


 RIENTRA ORA: 16:16 KM Arrivo: 19

Nella discesa Pedersen si riporta sui quattro al comando.


 DISTACCHI ORA: 16:15 KM Arrivo: 20

Quando il plotone passa sotto il traguardo del Gran premio della montagna il ritardo dai 4 fuggitivi scende sotto i 3 minuti.


 SI STACCA ORA: 16:14 KM Arrivo: 21

Anche  André Greipel (Lotto Soudal) si stacca dal gruppo tirato dagli uomini della Quickstep-Floors.


 SI STACCA ORA: 16:13 KM Arrivo: 22

Sulla salita di Fuscaldo perdono le ruote del gruppo una cinquantina di corridori tra cui  Jakub Mareczko (Wilier Selle Italia) e  Phil Bauhaus (Team Sunweb).


 SI STACCA ORA: 16:12 KM Arrivo: 23

In vista del Gran premio della montagna si stacca  Mads Pedersen (Trek-Segafredo) che non tiene le ruote degli altri quattro compagni di fuga.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 16:09 KM Arrivo: 24

In testa al gruppo vera e propria volata di tutte le squadre per portare in testa al gruppo i propri capitani.


 DISTACCHI ORA: 16:08 KM Arrivo: 24

Quando i 5 fuggitivi arrivano ai piedi della salita di Fuscaldo, il ritardo del gruppo scende sotto i 4 minuti. In testa al plotone sono sempre cinque le squadre che fanno il ritmo: Cannondale-Drapac per  Tom Jelte Slagter (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) e  Davide Formolo (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), Astana per  Luis Leon Sanchez Gil (Astana Pro Team), Willier-Triestina per  Filippo Pozzato (Wilier Selle Italia), Dimension Data per  Nathan Haas (Dimension Data) e CCC per  Maciej Paterski (CCC Sprandi Polkowice).


 INFO PERCORSO ORA: 16:02 KM Arrivo: 28

Finito il lungo tratto in pianura, comincia ora un tratto di saliscendi per poi giungere, ai -24 km, alla salita di Fuscaldo (3a categoria, 2,2 km al 7%).


 DISTACCHI ORA: 15:55 KM Arrivo: 35

Quando mancano 35 km all'arrivo il distacco dei fuggitivi scende a 4 minuti e mezzo. Il lavoro del gruppo comincia a dare i suoi frutti.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 15:47 KM Arrivo: 40

Anche Dimension Data e Astana si mettono in testa al gruppo a tirare, aggiungendosi a Willier-Triestina, CCC e Cannondale-Drapac.


 DISTACCHI ORA: 15:42 KM Arrivo: 44

Nonostante l'apporto della CCC si inchioda sui 5 minuti il ritardo del gruppo nei confronti dei 5 fuggitivi dove però Andreetta comincia a non dare più cambi ai suoi compagni di fuga.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 15:33 KM Arrivo: 52

Ora anche il team polacco CCC comincia a tirare. Ora il gruppo fa sul serio, diminuiscono le speranze dei 5 fuggitivi.


 DISTACCHI ORA: 15:26 KM Arrivo: 57

Ritorna in testa al gruppo la Wilier-Triestina di Luca Scinto. Grazie alla loro spinta, insieme sempre alla Cannondale-Drapac, scende sotto i 5 minuti il vantaggio di Styven, Pedersen, Andreetta, Dillier e Postlberger.


 DISTACCHI ORA: 15:11 KM Arrivo: 67

Continua di buona lena l'azione dei 5 davanti, il loro vantaggio sul gruppo torna di poco sotto ai 6 minuti.


 INFO CORSA ORA: 15:10 KM Arrivo: 70

In coda al gruppo  André Greipel (Lotto Soudal) fa il gregario e si imbottisce di borracce da distribuire ai compagni. Il tedesco sa sempre rendersi utile, anche in tappe come questa dove certamente non potrà puntare alla vittoria.


 INFO CORSA ORA: 15:07 KM Arrivo: 72

Si sono sfilati dalla testa del gruppo gli uomini della Wilier Triestina. Punizione finita per i ragazzi di Luca Scinto, messi in testa al gruppo a tirare per non essere riusciti a entrare nella fuga di giornata.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 15:03 KM Arrivo: 75

Si affaccia in testa al gruppo la Fdj, compatti per il capitano  Thibaut Pinot (FDJ).


 INFO CORSA ORA: 15:01 KM Arrivo: 78

Nota di colore: oggi è il compleanno di  Adam Hansen (Lotto Soudal). L'australiano ha iniziato e finito le ultime sedici edizioni dei grandi giri (Giro, Tour, Vuelta).


 PROBLEMA MECCANICO ORA: 14:58 KM Arrivo: 81

Foratura per il francese  Quentin Jauregui (AG2R) che rimane in coda alle ammiraglie.


 INFO CORSA ORA: 14:54 KM Arrivo: 84

Superata dal gruppo senza problemi la zona del rifornimento. In testa alla corsa i cinque fuggitivi resistono con 5 minuti e mezzo di vantaggio sul plotone.


 INFO CORSA ORA: 14:45 KM Arrivo: 92

Si avvicina la zona del rifornimento. La situazione in gruppo si fa ancor più pericolosa, tutti vogliono stare davanti e quindi aumentano i rischi.


 METEO VENTO ORA: 14:42 KM Arrivo: 95

Cambia il vento in questa fase di corsa. In testa al gruppo la Cannondale spinge per causare un ventaglio, ma per ora il plotone resta compatto.


 DISTACCHI ORA: 14:34 KM Arrivo: 100

Scende sotto i sei minuti il vantaggio dei fuggitivi, in testa al gruppo ancora gli uomini della Wilier e della Cannondale.


 DISTACCHI ORA: 14:17 KM Arrivo: 120

Funziona il lavoro di Wilier e Cannondale, che hanno ridotto il vantaggio della fuga da 9 a 6 minuti e mezzo.


 INFO PERCORSO ORA: 14:06 KM Arrivo: 123

I corridori si immettono adesso nella fase più semplice della corsa; quasi 80 chilometri tutti in discesa e pianura che introdurranno alle difficoltà finali.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 14:02 KM Arrivo: 125

Superato anche il secondo ed ultimo TV di volata ed è ancora  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) a primeggiare.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 13:54 KM Arrivo: 131

In testa invece quasi tutto il lavoro è sulle spalle dei due Trek, in particolare su quelle di  Mads Pedersen.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 13:52 KM Arrivo: 133

Si è intensificato il lavoro dei Cannondale-Drapac Pro Cycling Team e dei Wilier Selle Italia che ha permesso al gruppo di recuperare una trentina di secondi.


 TRAGUARDO VOLANTE ORA: 13:49 KM Arrivo: 134

Superato il traguardo volante di Mileto, dove a transitare per primo è  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo).


 INFO CORSA ORA: 13:36 KM Arrivo: 140

Il traguardo di Terme Luigiane, nel cosentino, è diventato una tradizione per il Giro a cavallo fra gli anni '90 e i primi anni 2000 quando la località termale ha ospitato ben 4 arrivi di tappa in 11 anni.

Il peso dei corridori in grado di imporsi su questo traguardo rendono l'idea della peculiarità del finale: Dmitrij Konnysev nel 1993, Maurizio Fondriest nel 1995, Laurent Jalabert nel 1999 e Stefano Garzelli nel 2003.


 INFO CORSA ORA: 13:31 KM Arrivo: 143

Nessuno dei fuggitivi impensierisce la maglia rosa  Bob Jungels; il più vicino in classifica generale è  Silvan Dillier (BMC Racing Team) staccato di quasi 17 minuti.


 DISTACCHI ORA: 13:29 KM Arrivo: 145

Continua a guadagnare la fuga, il cui margine ha toccato gli 8'33''.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 13:26 KM Arrivo: 148

In gruppo si sono portati davanti i Wilier e i Cannondale; se la squadra statunitense ha varie carte fra cui  Michael Woods e  Davide Formolo, gli uomini di Scinto dovrebbero essere tutti per  Filippo Pozzato.


 DISTACCHI ORA: 13:23 KM Arrivo: 149

Il vantaggio della fuga sembra essersi stabilizzato sui 7 minuti e mezzo.

Dopo un tratto pianeggiante i corridori riprendono ora a salire verso il Traguardo Volante di Mileto.


 METEO VENTO ORA: 13:13 KM Arrivo: 158

Con il passaggio in Calabria e lo sbarco sulla terraferma, per il gruppo sono cambiate anche le condizioni meteo: temperature scese di qualche grado, nuvole e vento moderato in questa giornata di corsa.


 DISTACCHI ORA: 13:06 KM Arrivo: 173

Mentre i fuggitivi sono quasi infondo alla discesa, il gruppo termina la salita con un ritardo di 7'30''.


 SALITA ORA: 13:06 KM Arrivo: 175

Superato il GPM, dove è transitato in testa  Simone Andreetta (Bardiani - CSF).


 DISTACCHI ORA: 12:37 KM Arrivo: 182

Supera i 5 minuti il vantaggio della fuga sul gruppo che ha visibilmente rallentato.


 COMPOSIZIONE GRUPPO ORA: 12:33 KM Arrivo: 183

Il nome pesante in fuga è quello di  Jasper Stuyven, velocista fra i più resistenti, che sarebbe stato fra i favoriti in caso di gruppo compatto ai piedi dell'erta finale. Con lui anche il compagno di squadra  Mads Pedersen, che sarà chiamato a sacrificarsi per il più blasonato belga.

E' salito agli onori delle cronache  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe) quando a Olbia ha vinto la prima tappa di questo Giro andando ad indossare la maglia rosa; è quella la vittoria più importante nella carriera del passista austriaco.

Il più scalatore fra i fuggitivi è  Silvan Dillier (BMC Racing Team), corridore adatto alle classiche vallonate che potrebbe ben adattarsi al finale odierno. 

L'Italia in fuga è rappresentata da  Simone Andreetta, ventitreenne passista trevigiano già protagonista di una fuga nella seconda tappa della Corsa Rosa 2017.


 INFO PERCORSO ORA: 12:26 KM Arrivo: 185

La tappa odierna può essere divisa in tre tronconi: i primi 107 chilometri sono ondulati, con il GPM di Barritteri e i passaggi in quota a Mileto e Vibo Valentia. Poi per i corridori il tratto più semplice, 70 chilometri pianeggianti sul lungomare calabro. Il finale poi è ricco di insidie con una serie di saliscendi che terminano con il muro finale verso Terme Luigiane.


 RIENTRA ORA: 12:21 KM Arrivo: 187

Proprio all'imbocco della salita riescono a riportarsi sulla testa della corsa altri due attaccanti,  Simone Andreetta (Bardiani - CSF) e  Silvan Dillier (BMC Racing Team). Abbiamo dunque cinque uomini al comando.


 INFO SALITA ORA: 12:20 KM Arrivo: 188

I fuggitivi sono ai piedi della prima salita di giornata, il GPM di Barritteri.


 DISTACCHI ORA: 12:18 KM Arrivo: 190

Finalmente il gruppo si rialza, sono rimasti al comando in tre:  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe),  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e  Mads Pedersen (Trek-Segafredo).


 CADUTA ORA: 12:08 KM Arrivo: 196

Caduta in gruppo! La situazione molto tesa ha portato ad un incidente che ha coinvolto una decina di corridori, tutti in grado di ripartire.


 RAGGIUNTO ORA: 12:06 KM Arrivo: 200

Tutti raggiunti gli attaccanti ad eccezione di  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe) che dunque rimangono da soli al comando.

Ma la corsa non si è ancora stabilizzata. 


 SCATTO ORA: 12:00 KM Arrivo: 203

Provano ad accodarsi altri tre corridori:  Enrico Barbin (Bardiani - CSF),  Matteo Busato (Wilier Selle Italia) e  Matej Mohoric (UAE Team Emirates); una decina di secondi il loro ritardo.


 SCATTO ORA: 11:56 KM Arrivo: 210

Si sono avvantaggiati  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo),  Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe) e  Mads Pedersen (Trek-Segafredo), ma il gruppo è vicinissimo.


 SCATTO ORA: 11:51 KM Arrivo: 214

Gruppo molto allungato, vari atleti stanno provando a fuoriuscire.


 PARTENZA CORRIDORE ORA: 11:49 KM Arrivo: 215

Partiti! Subito un paio di atleti all'attacco, vedremo se anche oggi il primo tentativo di fuga andrà subito a buon segno.


 COMMENTO

Tappa di difficile interpretazione quest'oggi; il finale presenta vari saliscendi e l'ultimo chilometro è in costante ascesa, difficile individuare un favorito.

Potrebbe spuntarla un velocista resistente come  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) o  Kristian Sbaragli (Dimension Data), uno scattista come  Rui Alberto Faria Costa (UAE Team Emirates) o  Enrico Gasparotto (Bahrain Merida Pro Cycling Team), ma potremmo vedere qualche scaramuccia anche fra i big della generale.


 INFO CORSA ORA: 11:45 KM Arrivo: 217

I corridori si sono messi in marcia da Reggio Emilia e stanno superando il tratto di trasferimento fino al km 0.


 COMMENTO

Buongiorno gentili lettori! Siamo pronti per raccontarvi la sesta frazione del Giro d'Italia 2017.


 COMMENTO

La risalita dello stivale inizierà da Reggio Calabria con una frazione molto lunga (217 km) e abbastanza insidiosa. La tappa può essere divisa in tre settori. I primi 90 chilometri sono ondulati, con il GPM di 3a categoria di Barritteri e poi la scalata a Vibo Valentia. In seguito i corridori incontreranno 90 chilometri molto facili, tutti in pianura sul lungomare calabro. Ai – 40 il panorama cambierà nuovamente, con vari saliscendi che culmineranno con la breve ma arcigna salita di Fuscaldo (3a categoria, 2,2 km al 7%) ai -24. Attenzione anche alle discesa, in particolare ad una serie di tornanti a 4500 metri dall'arrivo. L'arrivo sarà posto in vetta allo strappo di Terme Luigiane: l'ascesa inizia in prossimità dell'arco dei -2, e presenta pendenze crescenti fino a superare il 10%. Difficilmente si creeranno distacchi importanti fra i big, ma il gruppo potrebbe spaccarsi e il finale promette spettacolo.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Silvan Dillier - BMC
2  Jasper Stuyven - TFR s.t.
3  Lukas Postlberger - BOH 12''
4  Simone Andreetta - BAR 26''
5  Michael Woods - CPT 39''
6  Adam Yates - ORI 39''
7  Wilco Kelderman - TSW 39''
8  Bob Jungels - QSF 39''
9  Bauke Mollema - TFR 39''
10  Geraint Thomas - SKY 39''
11  Nairo Quintana - MOV 39''
12  Vincenzo Nibali - BMT 39''
13  Tom Dumoulin - TSW 39''
14  Steven Kruijswijk - TLJ 39''
15  Andrey Amador Bipkazakova - MOV 39''
16  Davide Formolo - CPT 39''
17  Thibaut Pinot - FDJ 39''
18  Patrick Konrad - BOH 39''
19  Domenico Pozzovivo - AG2 39''
20  Dylan Teuns - BMC 39''

CLASSIFICA  GENERALE
1  Bob Jungels - QSF  
2  Geraint Thomas - SKY 06''
3  Adam Yates - ORI 10''
4  Vincenzo Nibali - BMT 10''
5  Domenico Pozzovivo - AG2 10''
6  Nairo Quintana - MOV 10''
7  Tom Dumoulin - TSW 10''
8  Bauke Mollema - TFR 10''
9  Mikel Landa - SKY 10''
10  Thibaut Pinot - FDJ 10''

PERCORSO
Km Arrivo Salita / Tratto Pavé
178  Barritteri 11,30 Km - 4.20 %
23  Fuscaldo 2,10 Km - 7.00 %

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio