1.HC / Corsa in linea  
 

Milano - Torino

 
 
05/10/2017 - KM : 186,00
 
San Giuliano Milanese Torino (Superga)
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 16:22 KM Arrivo: 0

Sventola ancora la bandiera colombiana sul Colle di Superga: a vincere la Milano-Torino 2017 è stato  Rigoberto Uran che succede al connazionale Miguel Angel Lopez nell'albo d'oro della corsa più antica del mondo. L'atleta sudamericano della Cannondale-Drapac Pro Cycling Team ha staccato tutti nella seconda ed ultima ascesa alla Basilica concludendo con una manciata di metri di vantaggio sul primo degli inseguitori, il britannico  Adam Yates (ORICA-Scott); terza posizione del podio per  Fabio Aru (Astana Pro Team).

Il via alla gara è stato dato alle ore 12.00 da Sesto Ulteriano, nella periferia di Milano. Dopo la tradizionale danza di scatti iniziale è riuscito ad avvantaggiarsi il giovanissimo stagista della Astana  Karl Patrick Lauk assieme a  Grégory Rast  (Trek-Segafredo) e  Guillaume Bonnafond (Cofidis, Solutions Crédits). In un secondo momento a questi tre atleti si è aggiunto  Simone Andreetta (Bardiani - CSF) che è andato a comporre il quartetto che ha guidato la carovana per due terzi di gara. Il gruppo, guidato soprattutto da Movistar, Astana e Cannondale, ha concesso loro un vantaggio massimo di quasi sei minuti prima di iniziare a recuperare terreno una volta entrati in Piemonte.

La fuga della prima ora si è estinta ai -25, in concomitanza con l'inizio della prima scalata a Superga. I primi a mollare sono stati Rast e Lauk, ma anche Andreetta e Bonnafond hanno presto alzato bandiera bianca. A ricucire definitivamente lo strappo è stata la Movistar che con  Dayer Quintana ha preparato il terreno per un primo affondo, ad opera di  Winner Andrew Anacona Gomez. Dietro al colombiano sono scattari  Diego Rosa (Team Sky),  David Gaudu (FDJ),  Pierre-Roger Latour (AG2R) e  Maurits Lammertink (Team Katusha - Alpecin) ma soprattutto  Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors). Il giovane francesino, attore principale dello scorso Mondiale, ha ripreso e superato tutti gli attaccanti, scollinando da solo al primo passaggio in vetta. Il suo vantaggio si è dilatato fino a 20'' lungo la picchiata verso Torino, ma nei pochi chilometri di fondovalle l'azione combinata di Sky, AG2R e Astana è stata fatale all'atleta transalpino.

Il gruppo dei migliori, forte di 25-30 unità, si è dunque giocato il successo lungo la seconda ascesa. A rompere le acque è stato  Rudy Molard (FDJ), che prendendosi qualche metro di vantaggio ha costretto a muoversi i big il primo dei quali a scattare è stato  Fabio Aru (Astana Pro Team). Il sardo ha guadagnato qualche metro assieme al giovanissimo  Egan Arley Bernal (Androni Giocattoli - Sidermec) prima che anche il giovane colombiano cedesse il passo. Da dietro sono però rinvenuti  Rigoberto Uran (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team),  Mikael Cherel (AG2R) e di nuovo  David Gaudu (FDJ) formando un quartetto in testa ai -4.

Il colombiano della Cannondale non ha aspettato molto prima di rialzarsi sui pedali e liberarsi della compagnia dei rivali spingendo un rapporto lunghissimo. Il vantaggio del sudamericano è lievitato rapidamente e il suo successo non è mai parto in discussione. Solo negli ultimi 600 metri che conducono alla Basilica si è affacciato da dietro in rimonta  Adam Yates (ORICA-Scott) ma una volta avvistato il britannico il battistrada ha nuovamente allungato andando a concludere a braccia alzate. Prestazione più di cuore che di gambe per Aru che ha saputo difendersi da un  Nairo Quintana brillante ma troppo attendista.

Prestazione da incorniciare dunque per  Rigoberto Uran che si candida per il Lombardia di sabato come prima alternativa a  Vincenzo Nibali, quest'oggi convitato di pietra.


 START LIST

Incetta di campioni per la Milano-Torino 2017, che andrà in scena mercoledì 4 ottobre. La classica organizzata da RCS rappresenta il penultimo evento dell'autunno italiano, e l'ultimo banco di prova in vista del Lombardia. Saranno dunque della partita tanti corridori di primissimo livello come  Fabio Aru (Astana Pro Team),  Vincenzo Nibali (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Nairo Quintana (Movistar Team),  Tom Dumoulin (Team Sunweb).

Di seguito la startlist definitiva

Astana Pro Team
1 ARU Fabio
2 BILBAO Pello
3 CATALDO Dario
4 FUGLSANG Jakob
5 GRIVKO Andrei
6 LAUK Patrick
7 SANCHEZ Luis Leon
8 ZEITS Andrey

AG2R La Mondiale
11 VUILLERMOZ Alexis
12 BIDARD François
13 CHÉREL Mickaël
14 CHEVRIER Clément
15 DUPONT Hubert
16 GENIEZ Alexandre
17 LATOUR Pierre
18 PETERS Nans

Androni – Sidermec – Bottecchia
21 BERNAL Egan Arley
22 BALLERINI Davide
23 FRAPPORTI Mattia
24 MASNADA Fausto
25 RIVERA Kevin
26 SOSA Ivan
27 SPREAFICO Matteo
28 TORRES Rodolfo Andres

Bahrain Merida Pro Cycling Team
31 VISCONTI Giovanni
32 BOARO Manuele
33 BONIFAZIO Niccolo
34 BRAJKOVIČ Janez
35 GASPAROTTO Enrico
36 NIBALI Antonio
37 NOVAK Domen
38 PIBERNIK Luka

Bardiani – CSF
41 ANDREETTA Simone
42 ORSINI Umberto
43 CICCONE Giulio
44 ROTA Lorenzo
45 STERBINI Simone
46 TONELLI Alessandro
47 VELASCO Simone
48 ZARDINI Edoardo

Cannondale-Drapac Pro Cycling Team
51 URAN Rigoberto
52 CANTY Brendan
53 CARTHY Hugh
54 CRADDOCK Lawson
55 FORMOLO Davide
56 LANGEVELD Sebastian
57 SLAGTER Tom-Jelte
58 VANMARCKE Sep

Cofidis, Solutions Crédits
61 BAGOT Yoann
62 BONNAFOND Guillaume
63 EDET Nicolas
64 LE TURNIER Matthias
65 MATÉ Luis Ángel
66 PEREZ Anthony
67 ROSSETTO Stephane
68 SIMON Julien

FDJ
71 PINOT Thibaut
72 GAUDU David
73 MAISON Jérémy
74 MOLARD Rudy
75 MORABITO Steve
76 LADAGNOUS Mattheu
77 ROUX Anthony
78 ROY Jérémy

Movistar Team
81 QUINTANA Nairo
82 ANACONA Winner
83 SOLER Marc
84 CARRETERO Hector
85 DE LA PARTE VICTOR
86 DOWSETT Alex
87 HERRADA José
88 QUINTANA Dayer

Nippo – Vini Fantini
91 CUNEGO Damiano
92 BAGIOLI Nicola
93 BERLATO Giacomo
94 BISOLTI Alessandro
95 CANOLA Marco
96 DE NEGRI Pier Paolo
97 KOBAYASHI Marino
98 SANTAROMITA Ivan

ORICA-Scott
101 HOWSON Damien
102 HAIG Jack
103 JUUL-JENSEN Christopher
104 KEUKELEIRE Jens
105 KREUZIGER Roman
106 PLAZA Rubén
107 POWER Robert
108 YATES Adam

Quick-Step Floors
111 ALAPHILIPPE Julian
112 BRAMBILLA Gianluca
113 MARTINELLI Davide
114 DE PLUS Laurens
115 DEVENYNS Dries
116 GILBERT Philippe
117 JUNGELS Bob
118 MARTIN Daniel

Team Katusha – Alpecin
121 BELKOV Maxim
122 GONÇALVES José
123 KIŠERLOVSKI Robert
124 LAMMERTINK Maurits
125 LOSADA Alberto
126 RESTREPO Jhonatan
127 TAARAMÄE Rein
128 VICIOSO Ángel

Team LottoNL-Jumbo
131 KRUIJSWIJK Steven
132 BATTAGLIN Enrico
133 BOUWMAN Koen
134 CLEMENT Stef
135 OLIVIER Daan
136 ROGLIC Primoz
137 DE TIER Floris
138 TOLHOEK Antwan

Team Sky
141 ROSA Diego
142 HENAO Sergio Luis
143 KWIATKOWSKI Michal
144 LANDA Mikel
145 MOSCON Gianni
146 POELS Wout
147 NIEVE Mikel
148 ELISSONDE Kenny

Team Sunweb
151 DUMOULIN Tom
152 BARGUIL Warren
153 GESCHKE Simon
154 HAMILTON Chris
155 HOFSTEDE Lennard
156 KELDERMAN Wilco
157 OOMEN Sam
158 TEN DAM Laurens

Trek – Segafredo
161 ALAFACI Eugenio
162 BEPPU Fumiyuki
163 COLEDAN Marco
164 DANIEL Gregory
165 STETINA Peter
166 MOLLEMA Bauke
167 RAST Gregory
168 REIJNEN Kiel

UAE Team Emirates
171 ATAPUMA John Darwin
172 BONO Matteo
173 CONSONNI Simone
174 GANNA Filippo
175 LAENGEN Vegard Stake
176 MORI Manuele
177 POLANC Jan
178 TROIA Oliviero

Wilier Triestina – Selle Italia
181 BUSATO Matteo
182 FLOREZ Miguel Eduardo
183 GODOY Yonder
184 KOSHEVOY Ilia
185 MARTINEZ Daniel Felipe
186 MOSCA Jacopo
187 RODRÍGUEZ Cristian
188 TURRIN Alex








condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Rigoberto Uran - CPT
2  Adam Yates - ORI 10''
3  Fabio Aru - AST 20''
4  Nairo Quintana - MOV 28''
5  David  Gaudu - FDJ 31''
6  Wout Poels - SKY 31''
7  Daniel Felipe Martinez - WIL 31''
8  Thibaut Pinot - FDJ 35''
9  Pierre-Roger Latour - AG2 43''
10  Peter Stetina - TFR 53''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio