GT2 / Corsa in linea  

Giro d'Italia - 12a tappa

 
17/05/2018 - KM : 214,00  Start List   |   Percorso   |   Favoriti
 
Osimo Imola
  7970_12.jpg  
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 17:31 KM Arrivo: 0

Successo netto di  Sam Bennett (BORA - hansgrohe) nella dodicesima tappa del Giro d'Italia 2018. Il corridore irlandese ha dimostrato grande condizione e classe nell'Autodromo di Imola lanciando la volata già ai 400 metri dal traguardo per riprendere  Matej Mohoric e  Carlos Alberto Betancur che avevano provato ad anticipare le mosse. Con questa azione coraggiosa il capitano della BORA ha vinto letteralmente per distacco con  Danny Van Poppel (Team LottoNL - Jumbo) e  Niccolo Bonifazio (Bahrain Merida Pro Cycling Team) che sono andati a completare il podio.

La corsa ci ha negato a lungo tutte le emozioni che poi sono arrivate condensate negli ultimi 30 chilometri. Pronti-via e subito è partita la fuga composta soltanto da atleti delle Professional italiane:  Marco Frapporti per la Androni - Sidermec - Bottecchia Mirco Maestri e  Manuel Senni per la Bardiani - CSF,  Jacopo Mosca e  Eugert Zhupa per la Wilier - Selle Italia. Nonostante questo drappello non fosse molto numeroso e la tappa fosse estremamente lunga (ben 214 chilometri) il gruppo non ha mai abbassato la guardia concedendo al quintetto un margine massimo di tre minuti e mezzo.

Dopo qualche ora di noia la contesa si è accesa ai -30 anche con la complicità della pioggia che ha iniziato a cadere copiosa sulla carovana. Fra gli inseguitori la velocità si è impennata e il gruppo si è rotto in due tronconi; dietro sono rimasti alcuni pezzi da 90 come  Richard Carapaz (Movistar Team),  Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) per la generale,  Elia Viviani (Quick-Step Floors) e  Niccolo Bonifazio (Bahrain Merida Pro Cycling Team) per lo sprint. A questo punto si è messo in moto un inseguimento fra i due gruppi e a farne le spese sono stati i fuggitivi che uno ad uno si sono arresi. 

A questo punto i girini si sono immessi nell'Autodromo di Imola transitando una prima volta sul traguardo; qui le carte si sono nuovamente rimescolate con i due gruppi che si sono riuniti. L'unico a non riuscire a riagganciare il treno buono è stato  Elia Viviani che complice un po' di disorganizzazione nel proprio team non è riuscito a rientrare nella lotta per il successo. Le condizioni meteorologiche avverse hanno ispirato  Tim Wellens (Lotto Fix All) che ai -19 ha tentato di andarsene in solitaria. Il belga ha approcciato da solo la salita di Tre Monti, ma sulle prime rampe è stato raggiunto dall'avanguardia del gruppo.

La miccia l'ha accesa nuovamente  Sergio Luis Henao (Team Sky) che assieme a  Rohan Dennis (BMC Racing Team) ha provato inutilmente un attacco. Più deciso è stato l'affondo di  Diego Ulissi (UAE Team Emirates) che finalmente ha messo il naso fuori in questo Giro; il livornese ha guadagnato rapidamente un buon margine braccato soltanto da  Carlos Alberto Betancur (Movistar Team). Subito dopo lo scollinamento sono fuoriusciti dal plotone principale anche  Matej Mohoric (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Patrick Konrad (BORA - hansgrohe), ma mentre l'austriaco si è presto rialzato lo sloveno ha fatto valere le proprie doti da discesista riportandosi sulla coppia al comando.

In questo tentativo non ha creduto  Diego Ulissi che vedendo sopraggiungere il gruppo si è rialzato a 3000 metri dall'arrivo. Hanno provato a resistere invece  Matej Mohoric e  Carlos Alberto Betancur che si sono presentati sul rettilineo finale con una manciata di secondi di vantaggio sugli inseguitori. Lanciato ottimamente dai propri compagni  Sam Bennett ha intuito l'urgenza del momento scattando ai -400 metri riportandosi per primo sui fuggitivi e distanziando gli altri velocisti. Quando  Danny Van Poppel e  Niccolo Bonifazio hanno lanciato lo sprint era ormai troppo tardi e il vantaggio dell'irlandese non più colmabile.

Giornata in ufficio per  Simon Yates (Mitchelton-Scott) che lungo l'unica ascesa di giornata è stato sempre nelle primissime posizioni evitando qualsiasi rischio. Il britannico partira in maglia rosa anche domani per una tappa, la Ferrara-Nervesa della Battaglia, che somiglia molto nel disegno altimetrico a quella odierna.


 RISULTATI ORA: 17:18 KM Arrivo: 0

 Sam Bennett ha giocato il tutto per tutto partendo già a 500 metri dall'arrivo per riprendere  Carlos Alberto Betancur e  Matej Mohoric.

Tutti gli altri velocisti sono rimasti sorpresi; seconda piazza per  Danny Van Poppel (Team LottoNL - Jumbo), terzo  Niccolo Bonifazio (Bahrain Merida Pro Cycling Team).


 RISULTATI ORA: 17:09 KM Arrivo: 0

Vince  Sam Bennett (BORA - hansgrohe) ! Vittoria netta, per distacco.


 RAGGIUNTO ORA: 17:08 KM Arrivo: 0

Raggiunti i due, volata!


 ULTIMO KM ORA: 17:07 KM Arrivo: 1

Ultimo km!

 Matej Mohoric (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Carlos Alberto Betancur (Movistar Team) con 20 metri dio vantaggio ma bisogna chiudere


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 17:07 KM Arrivo: 2

Spingono a tutta BORA e EF, occasione d'oro per i loro velocisti.

Ma i due di testa difendono con le unghie e con i denti 4'' di vantaggio.


 RAGGIUNTO ORA: 17:06 KM Arrivo: 3

Niente da fare; si rialza Ulissi ma anche Mohoric e Betancur stanno per arrendersi.


 RIENTRA ORA: 17:04 KM Arrivo: 4

 Matej Mohoric (Bahrain Merida Pro Cycling Team) in solitaria rientra su  Carlos Alberto Betancur (Movistar Team) e  Diego Ulissi (UAE Team Emirates).

Ma il gruppo è vicino.


 DISTACCHI ORA: 17:02 KM Arrivo: 5

Una dozzina di secondi per i battistrada sul gruppo maglia rosa; in mezzo un'altra coppia:  Matej Mohoric (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Patrick Konrad (BORA - hansgrohe).


 SALITA ORA: 17:01 KM Arrivo: 6

Due uomini al comando quando siamo al GPM:  Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e  Carlos Alberto Betancur (Movistar Team).

Ma il gruppo non è distante.


 SCATTO ORA: 17:01 KM Arrivo: 7

Scatto deciso di  Diego Ulissi (UAE Team Emirates)! Finalmente un colpo dal livornese.


 RAGGIUNTO ORA: 16:58 KM Arrivo: 8

Annullati tutti gli scatti;  Simon Yates (Mitchelton-Scott) attentissimo in quarta ruota.


 SCATTO ORA: 16:57 KM Arrivo: 8

Scatto di  Sergio Luis Henao (Team Sky), con lui forza il passo anche  Rohan Dennis (BMC Racing Team).


 RAGGIUNTO ORA: 16:56 KM Arrivo: 9

Raggiunto  Tim Wellens, gruppo compatto.


 DISTACCHI ORA: 16:54 KM Arrivo: 10

Inizia a perdere quota  Tim Wellens (Lotto Fix All), lo braccano stretto gli EF.


 INFO PERCORSO ORA: 16:53 KM Arrivo: 11

Si esce dall'Autodromo di Imola, inizia la salita di Tre Monti.


 DISTACCHI ORA: 16:51 KM Arrivo: 13

27'' per  Tim Wellens (Lotto Fix All). Dietro non è facile organizzare un inseguimento; le squadre sono disunite e molti corridori sono staccati.


 DISTACCHI ORA: 16:48 KM Arrivo: 15

13'' di vantaggio per  Tim Wellens (Lotto Fix All) al passaggio sotto il traguardo.

Non è in gruppo  Elia Viviani (Quick-Step Floors) che non potrà competere per la vittoria.


 INFO PERCORSO ORA: 16:46 KM Arrivo: 16

Si entra nel circuito finale; su questo anello nek 1968 Vittorio Adorni si laureò campione del mondo.


 DISTACCHI ORA: 16:45 KM Arrivo: 17

Una dozzina di secondi guadagnati da  Tim Wellens (Lotto Fix All); dietro non devono sottovalutarlo. 


 RIENTRA ORA: 16:43 KM Arrivo: 19

Gruppo praticamente compatto alle spalle di Wellens; tutti i corridori attardati alla spicciolata si stanno riaccodando.

Ultimi 8000 metri pianeggianti prima della salita conclusiva.


 SCATTO ORA: 16:42 KM Arrivo: 19

 Tim Wellens (Lotto Fix All) sente l'odore del sangue e attacca; il belga è da sempre un amante del maltempo.


 RAGGIUNTO ORA: 16:41 KM Arrivo: 20

La situazione va compattandosi: raggiunti  Mirco Maestri (Bardiani - CSF) e  Jacopo Mosca (Wilier - Selle Italia - Bryton), anche il gruppo Viviani sta ultimando l'inseguimento.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 16:39 KM Arrivo: 21

Autentica cronosquadre in questo momento: davanti tirano Mitchelton, BORA, EF, Sky e Sunweb; nel gruppo inseguitore invece sono al lavoro Astana, Bahrain, Quick-Step e Israel.

Quasi ripresi anche i due fuggitivi superstiti. 


 DISTACCHI ORA: 16:37 KM Arrivo: 23

26'' di ritardo per il gruppo dei ritardatari; qui ci sono  Elia Viviani (Quick-Step Floors),  Domenico Pozzovivo e  Niccolo Bonifazio (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy) e anche  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team).


 RAGGIUNTO ORA: 16:36 KM Arrivo: 24

Raggiunti tutti i fuggitivi tranne  Mirco Maestri (Bardiani - CSF) e  Jacopo Mosca (Wilier - Selle Italia - Bryton).


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 16:33 KM Arrivo: 25

I BORA stanno tirando a tutta per impedire a Viviani di rientrare; non attentissimi i Quick-Step che si sono accorti dopo qualche minuto di aver smarrito il capitano.

C'è anche  Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida Pro Cycling Team) dietro.


 COMPOSIZIONE GRUPPO ORA: 16:31 KM Arrivo: 26

 Richard Carapaz (Movistar Team) e  Elia Viviani (Quick-Step Floors) fra i corridori rimasti attardati; una trentinad i secondi dividono i due tronconi.


 DISTACCHI ORA: 16:31 KM Arrivo: 27

Precipita il vantaggio della fuga, soltanto 40'' sull'avanguardia del gruppo.

Autentico nubifragio sui corridori!


 SI STACCA ORA: 16:30 KM Arrivo: 29

Attenzione perché il gruppo si è rotto in due tronconi; soltanto una settantina di atleti sono nell'avanguardia, cerchiamo di individuare i big.


 METEO PIOGGIA ORA: 16:28 KM Arrivo: 30

Dopo qualche chilometro di clemenza il meteo è tornato a fare le bizze; pioggia sui corridori. 


 DISTACCHI ORA: 16:19 KM Arrivo: 35

Gruppo in forte rimonta, sotto i 2' il ritardo dai 5 fuggitivi.

Ricordiamo che al comando ci sono  Marco Frapporti (Androni - Sidermec - Bottecchia),  Mirco Maestri e  Manuel Senni (Bardiani - CSF),  Eugert Zhupa e  Jacopo Mosca (Wilier - Selle Italia - Bryton).


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 16:14 KM Arrivo: 41

Anche le squadre degli uomini di classifica stanno risalendo posizioni, in particolare ben visibile il blocco Sky.


 DISTACCHI ORA: 16:07 KM Arrivo: 47

Meno di 50 km al traguardo, 2'30'' per la fuga.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 15:49 KM Arrivo: 59

Meno di 60 chilometri all'arrivo.

Sempre BORA, Quick-Step e EF le squadre attive nell'inseguimento.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 15:42 KM Arrivo: 67

I 5 fuggitivi hanno capito l'urgenza della situazione e si sono messi a spingere a tutta in doppia fila


 DISTACCHI ORA: 15:37 KM Arrivo: 77

Il vantaggio della fuga è sceso a 2'; situazione sempre in totale controllo del gruppo.


 COMPOSIZIONE GRUPPO ORA: 15:23 KM Arrivo: 80

Viaggio in ammiraglia per i gregari in cerca di mantelline e gambali; la pioggia scende decisamente copiosa.


 METEO PIOGGIA ORA: 15:20 KM Arrivo: 92

Ecco la pioggia. Finale da prendere con le molle se il meteo si mantiene instabile.


 INFO PERCORSO ORA: 15:09 KM Arrivo: 95

Il circuito finale con la salita di Tre Monti ricalca quello del Giro 2015 quando sullo stesso traguardo vinse  Ilnur Zakarin.

In quell'occasione però le tornate in programma erano tre e seguivano una prima metà di tappa impegnativa con due GPM. Il profilo altimetrico odierno invece fa pensare che le squadre dei velocisti avranno vita più facile nel tenere chiusa la corsa.


 INFO CORSA ORA: 14:54 KM Arrivo: 101

Tappa decisamente povera di contenuti in questo frangente; attendiamo il circuito finale con la salita di Tre Monti che dovrebbe accendere la bagarre. 


 DISTACCHI ORA: 14:40 KM Arrivo: 112

Situazione di corsa stazionaria, sempre 3’ fra la fuga e il gruppo. 


 METEO PIOGGIA ORA: 14:25 KM Arrivo: 124

Il meteo potrebbe essere un fattore nel finale; sulla corsa c’è il sole ma nel circuito di Imola potrebbe piovere. 


 DISTACCHI ORA: 14:17 KM Arrivo: 128

Il gruppo tiene nel mirino la fuga; ritardo stabile sui 3’30”. 


 TRAGUARDO VOLANTE ORA: 14:15 KM Arrivo: 130

 Marco Frapporti (Androni - Sidermec - Bottecchia) transita per primo al TV mentre  Elia Viviani (Quick-Step Floors) regola il gruppo e rafforza la propria maglia ciclamino. 


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 14:05 KM Arrivo: 145

Anche gli EF danno il proprio contributo in gruppo; Sacha Modolo è apparso in crescita anche nella tappa di ieri poco adatta alle sue caratteristiche. 


 COMPOSIZIONE GRUPPO ORA: 13:29 KM Arrivo: 160

Scelta coraggiosa per Bardiani e Wilier che hanno inserito nella fuga due dei loro sette corridori rimasti. Immancabile anche la Androni e in particolare  Marco Frapporti che guida la Classifica Fuga Pinarello.

Ancora latitante la quarta Professional presente a questo Giro, la Israel Cycling Academy, che dopo un buon avvio sulle strade di casa si è fatta vedere poco sul suolo italiano.


 TIRANO IL GRUPPO ORA: 13:27 KM Arrivo: 160

Ovviamente Quick-Step e BORA si sono prese l'onere di tirare il gruppo; i loro capitani  Elia Viviani e  Sam Bennett si sono spartiti finora gli sprint con due successi per il veneto e uno per l'irlandese.


 INFO CORSA ORA: 13:21 KM Arrivo: 169

La media dopo la prima ora di corsa è di 43.4 km/h.


 DISTACCHI ORA: 13:13 KM Arrivo: 180

Dopo aver toccato i 4'30'' adesso il vantaggio dei fuggitivi è sceso di una quarantina di secondi.


 DISTACCHI ORA: 13:01 KM Arrivo: 192

Il gruppo solo adesso ha iniziato ad accelerare; distacco stabilizzato sui 4'30''.


 RIEPILOGO ORA: 12:47 KM Arrivo: 200

I corridori hanno preso il via da Osimo e sono diretti a Imola dove si concluderà la frazione odierna.

Quando mancano 200 chilometri al traguardo sono in fuga 5 atleti tutti di formazioni Professional:  Mirco Maestri e  Manuel Senni (Bardiani - CSF),  Marco Frapporti (Androni - Sidermec - Bottecchia),  Jacopo Mosca e  Eugert Zhupa  (Wilier - Selle Italia - Bryton).

Oltre i 3 minuti il vantaggio di questo quintetto.


 COMMENTO

Buongiorno gentili lettori, inizia la diretta scritta della dodicesima tappa del Giro d'Italia 2018.


 COMMENTO

Diretta integrale dalle ore 12.15


 COMMENTO

Info percorso

Prima di incontrare le Alpi ai corridori sono state concesse due tappe relativamente semplici. Si inizia con la Osimo-Imola, una frazione molto lunga (214 chilometri) ma che per 200 chilometri presenta soltanto pianura sul lungomare marchigiano e poi romagnolo. Una volta giunti a Imola i corridori si immetteranno nell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari dove avrà inizio in tradizionale "Circuito dei Tre Monti", già utilizzato in occasione del Mondiale del 1968 e della tappa numero 11 del Giro 2015. Il punto focale di questo anello lungo 15.3 chilometri è appunto la salita di Tre Monti, 4350 metri di ascesa irregolare con un brevissimo strappo al 10%. In vetta mancheranno 7.6 chilometri al traguardo, posto di nuovo all'interno dell'Autodromo. Nel precedente di 3 anni fa ad imporsi fu uno scalatore come Zakarin con una fuga a lunga gittata anche se in quell'occasione i passaggi sul circuito finale furono tre.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Sam Bennett - BOH
2  Danny Van Poppel - TLJ s.t.
3  Niccolo Bonifazio - TBM s.t.
4  Baptiste Planckaert - KAT s.t.
5  Jrgen Roelandts - BMC s.t.
6  Michael Morkov Christensen - QST s.t.
7  Manuel Belletti - ASB s.t.
8  Clement Venturini - ALM s.t.
9  Florian Senechal - QST s.t.
10  Enrico Battaglin - TLJ s.t.
11  Maurits Lammertink - KAT s.t.
12  Jacobus Venter - DDD s.t.
13  Sacha Modolo - EFC s.t.
14  Jarlinson Pantano Gomez - TFS s.t.
15  Jeanne-Pierre Drucker - BMC s.t.
16  Ryan Gibbons - DDD s.t.
17  Tosh Van Der Sande - LTS s.t.
18  Domenico Pozzovivo - TBM s.t.
19  Christoph Pfingsten - BOH s.t.
20  Richard Carapaz - MOV s.t.

CLASSIFICA  GENERALE
1  Simon Yates - MIT  
2  Tom Dumoulin - SUN 47''
3  Thibaut Pinot - FDJ 01' 04''
4  Domenico Pozzovivo - TBM 01' 18''
5  Richard Carapaz - MOV 01' 56''
6  George Bennett - TLJ 02' 09''
7  Rohan Dennis - BMC 02' 36''
8  Pello Bilbao Lopez - AST 02' 54''
9  Patrick Konrad - BOH 02' 55''
10  Fabio Aru - UAD 03' 10''

PERCORSO
Km Arrivo Salita / Tratto Pavé
Tre Monti 4,40 Km - 4.10 %

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio