2.UWT / Corsa in linea  

Giro del Delfinato - 5a tappa

 
08/06/2018 - KM : 130,00  Start List
 
Grenoble Valmorel
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 16:50 KM Arrivo: 0

Una grande prestazione di  Daniel Martin (UAE Team Emirates) in cima alla salita di Valmorel. Lo scalatore irlandese, con uno scatto a 3 chilometri dal traguardo, ha conquistato la quinta frazione del Criterium del Delfinato, nell'arrivo in salita odierno. Secondo posto per il gallese  Geraint Thomas (Team Sky), che è la nuova maglia gialla della corsa. Terzo un buon  Adam Yates (Mitchelton-Scott), davanti al tedesco  Emanuel Buchmann (BORA - hansgrohe), la cui formazione ha lavorato parecchio per cercare di rintuzzare la fuga di giornata.  Gianni Moscon (Team Sky), giunto sul traguardo al 21esimo posto a 1'13", perde così il primato di leader conquistato proprio nella frazione di ieri.

Il racconto della frazione odierna: Tappa che, sin da subito, anche grazie al percorso particolarmente mosso dal punto di vista altimetrico, ha regalato emozioni, con un gruppetto di atleti interessante che è riuscito a centrare il tentativo di giornata. Ecco la composizione della fuga(all'interno della quale tre azzurri), che ha caratterizzato a lungo la tappa odierna:  Dario Cataldo (Astana Pro Team),  Laurens De Plus (Quick-Step Floors),  Nicolas Edet (Cofidis, Solutions Crédits),  Matteo Fabbro (Team Katusha - Alpecin),  Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale),  Edward Ravasi (UAE Team Emirates),  Carlos Verona Quintanilla (Mitchelton-Scott),  Jelle Wallays (Lotto Soudal) e  Bruno Armirail (Groupama-FDJ). Vantaggio massimo intorno ai 4 minuti per i nove al comando, il cui tentativo è sempre stato tenuto sotto controllo dal Team Sky e, abbastanza a sorpresa, dalla Bora Hansgrohe del tedesco Buchmann (che ha concluso poi con un buon 4o posto di tappa). Sulla salita finale, grande lavoro della formazione britannica che ha messo alla frusta Tao Geoghegan Hart (il cui lavoro è stato eccezionale). A circa 3000 metri dalla conclusione, a provarci è stato l'irlandese Daniel Martin, che ha approfittato dell'incertezza dei big, grazie anche al suo consistente ritardo in classifica generale, per andarsene in solitaria. 

A provare l'inseguimento è stato Geraint Thomas, sulla cui ruota si è portato Romain Bardet, che però non ha avuto le forze per rimanere incollato alla bicicletta del britannico portacolori del Team Sky. Grande accelerazione di Thomas, che non è stata però sufficiente per andare a riacciuffare Martin, che ha trionfato a braccia alzate sul traguardo di Valmorel. 

Settima piazza per l'azzurro Damiano Caruso, che ora si trova secondo in classifica generale alle spalle proprio del vincitore odierno. Più attardato invece Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), giunto al traguardo al 16esimo posto senza particolari patemi. 







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Daniel Martin - UAD
2  Geraint Thomas - SKY 04''
3  Adam Yates - MIT 15''
4  Emanuel Buchmann - BOH 16''
5  Daniel Navarro Garcia - COF 16''
6  Romain Bardet - ALM 16''
7  Damiano Caruso - BMC 24''
8  Ilnur Zakarin - KAT 24''
9  Guillaume Martin - WGG 26''
10  Antwan Tolhoek - TLJ 26''
11  Pierre Rolland - EFC 26''
12  Julian Alaphilippe - QST 26''
13  Marc Soler - MOV 26''
14  Pierre-Roger Latour - ALM 39''
15  David Gaudu - FDJ 42''
16  Vincenzo Nibali - TBM 59''
17  Bob Jungels - QST 01' 02''
18  Tao Geoghegan Hart - SKY 01' 05''
19  Léo Vincent - FDJ 01' 05''
20  Gianluca Brambilla - TFS 01' 07''

CLASSIFICA  GENERALE
1  Geraint Thomas - SKY  
2  Damiano Caruso - BMC 01' 09''
3  Gianni Moscon - SKY 01' 09''
4  Julian Alaphilippe - QST 01' 10''
5  Michal Kwiatkowski - SKY 01' 15''
6  Adam Yates - MIT 01' 18''
7  Romain Bardet - ALM 01' 53''
8  Bob Jungels - QST 02' 03''
9  Marc Soler - MOV 02' 10''
10  Emanuel Buchmann - BOH 02' 23''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio