2.UWT / Corsa in linea  

Giro di Svizzera - 3a tappa

 
11/06/2018 - KM : 182,80  Start List
 
Oberstammheim Gansingen
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 18:12 KM Arrivo: 0

Colpo grosso di  Sonny Colbrelli nella terza tappa del Giro di Svizzera 2018. Il bresciano della Bahrain Merida si è imposto con grande autorità sul traguardo di Gansingen superando sul colpo di reni due pezzi da 90 come  Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) e il vincitore di ieri  Peter Sagan (BORA - hansgrohe). 

Giornata uggiosa nel Canton Argovia dove le nubi hanno accompagnato la carovana per tutti i 182 chilometri della corsa. Sono stati necessari un paio di attacchi prima che si sganciasse la fuga buona composta da  Filippo Zaccanti (Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini),  Calvin Watson (Aqua Blue Sport) e  Fabien Grellier (Direct Energie). I tre rappresentanti delle formazioni Professional invitate hanno guadagnato rapidamente terreno mentre alle loro spalle la BMC conduceva mestamente il gruppo.

Quando il vantaggio della fuga ha superato i 6 minuti si è portata in testa al plotone la BORA che ha recuperato secondi su secondi mentre sui corridori iniziava a cadere la pioggia. Nel frattempo in testa  Fabien Grellier transitava in testa ai vari GPM precedendo  Filippo Zaccanti e un sofferente  Calvin Watson. Appena il vantaggio di questo terzetto è sceso a un minuto - durante la seconda tornata sul circuito finale - al loro inseguimento è partito  Christopher Juul Jensen (Mitchelton-Scott), che tutto solo si è riportato sul drappello di testa. Il quartetto così composto ha guidato la corsa fra i -30 e i -10 prima che il gruppo li andasse a riacciuffare.

Durante l'ultima scalata al Bürersteig ha preso in mano la situazione la Astana con  Omar Fraile Matarranz che ha impresso una netta accelerata. Il ritmo dello spagnolo ha fatto male a molti velocisti ma non a  Peter Sagan che sull'ultima rampa prova anche ad andarsene in solitaria, marcato stretto dagli avversari. Lungo la seguente discesa è  Soren Kragh Andersen (Team Sunweb) a tentare una sortita subito rintuzzata dai treni degli sprinter rimasti in gruppo.

L'ultimo attacco è arrivato per merito di  Arthur Vichot (Groupama-FDJ) che per ben due volte - ai -2500 metri e nell'ultimo chilometro - ha provato inutilmente ad anticipare le mosse. Entrambi questi tentativi sono stati annullati dalla Bahrain che ha preparato lo sprint di  Sonny Colbrelli; il bresciano è partito lunghissimo portandosi dietro  Michael Albasini, mentre dall'altra parte della carreggiata si lanciava  Fernando Gaviria. Saltando si ruota in ruota  Peter Sagan è riuscito a riportarsi sui primi concludendo sulla stessa linea di Colbrelli Gaviria; il successo è andato però al bresciano che con grande forza ha resistito fino al traguardo.

Una vittoria di grande prestigio per il lombardo, forse la più importante fra le 20 conquistate in carriera per il valore della corsa e il prestigio degli avversari battuti. Per l'Italia hanno centrato la top ten anche  Enrico Battaglin (Team LottoNL - Jumbo) e  Diego Ulissi (UAE Team Emirates), rispettivamente settimo e nono. In attesa delle grandi montagne che faranno il proprio ingresso in scena domani non cambia la graduatoria generale con  Stefan Küng (BMC Racing Team) che rimane in maglia gialla.







condividi la pagina:
Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio