GT2 / Corsa in linea  

Vuelta a España - 14a tappa

 
08/09/2018 - KM : 171,00  Start List   |   Percorso
 
Cistierna Les Praeres Nava
  8484_14.jpg  
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 17:35 KM Arrivo: 0

Ancora uno show di  Simon Yates alla Vuelta a España 2018: il britannico della Mitchelton-Scott ha fatto la differenza sulle arcigne pendenze di Les Praeres andandosi a prendere la quattordicesima tappa e anche la maglia di leader della generale. Tengono botta  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) e  Alejandro Valverde (Movistar Team) - rispettivamente secondo e terzo a due soli secondi dal vincitore - seguiti a breve distanza anche da  Thibaut Pinot (Groupama-FDJ),  Nairo Quintana (Movistar Team) e  Steven Kruijswijk  (Team LottoNL - Jumbo). Come prevedibile è arrivato il crollo della maglia rossa  Jesus Herrada Lopez (Cofidis, Solutions Crédits) che dopo due giorni di gloria saluta il simbolo del primato.

A differenza dei giorni precedenti la fuga della prima ora ha avuto poco spazio a causa della presenza davanti di un big pericoloso in ottica generale come  Michal Kwiatkowski (Team Sky). Assieme al polacco si erano avvantaggiati  Ivan Garcia Cortina (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Brent Bookwalter e  Nicolas Roche (BMC Racing Team),  Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e  Michael Woods (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) ma il gruppo ha concesso a questi 6 un margine massimo di tre minuti e mezzo prima di iniziare a recuperare terreno.

Il gruppo dell'inseguimento se lo è sobbarcato la Bahrain-Merida e soprattutto  Vincenzo Nibali che un po' per aiutare il proprio capitano Izagirre e un po' per testare la gamba, ha preso a tutta la terzultima e sulla penultima salita di giornata sgranando il gruppo dei migliori. Nel frattempo in testa fra la fatica e i guai meccanici  Michal Kwiatkowski ha perso tutti i compagni di avventura presentandosi da solo ai piedi della breve ma ripidissima erta finale. Anche l'azione del polacco però ha avuto vita breve e ai -4 l'ex iridato è stato ripreso.

Dopo un breve forcing della Groupama-FDJ a rompere le acque è stato  Steven Kruijswijk  che con una pedalata potente si è preso un centinaio di metri di vantaggio sugli avversari, inseguito soltanto dai due Movistar  Richard Carapaz e  Alejandro Valverde. Il corridore orange è però rimbalzato e fra i -2 e i -3 si sono riportati su di lui anche  Nairo Quintana Miguel Angel Lopez Simon Yates,   Enric Mas Thibaut Pinot e  Rigoberto Uran.

Il colombiano della Movistar ha provato con un paio di affondi a distanziare questo plotoncino, sempre marcato stretto dal connazionale in maglia Astana. L'attacco più deciso però è arrivato sotto il triangolo rosso da parte di Yates che con poche pedalate si è preso un margine sufficiente per concludere in solitaria. Segnali di ripresa anche da parte di  Fabio Aru (UAE Team Emirates) che ha contenuto in 39'' il ritardo dal vincitore di giornata.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Simon Yates - MIT
2  Miguel Angel Lopez - AST 02''
3  Alejandro Valverde - MOV 02''
4  Thibaut Pinot - FDJ 05''
5  Nairo Quintana - MOV 07''
6  Steven Kruijswijk - TLJ 11''
7  Enric Mas - QST 19''
8  Rigoberto Uran - EFC 27''
9  Jon Izagirre Insausti - TBM 37''
10  Fabio Aru - UAD 39''
11  Tony Gallopin - ALM 47''
12  Emanuel Buchmann - BOH 53''
13  Jack Haig - MIT 56''
14  Richard Carapaz - MOV 56''
15  Wilco Kelderman - SUN 01' 02''
16  Gianluca Brambilla - TFS 01' 38''
17  Hermann Pernsteiner - TBM 02' 27''
18  Rudy Molard - FDJ 02' 40''
19  Michael Woods - EFC 02' 40''
20  Davide Formolo - BOH 03' 15''

CLASSIFICA  GENERALE
1  Simon Yates - MIT  
2  Alejandro Valverde - MOV 20''
3  Nairo Quintana - MOV 25''
4  Miguel Angel Lopez - AST 47''
5  Steven Kruijswijk - TLJ 01' 23''
6  Rigoberto Uran - EFC 01' 28''
7  Jon Izagirre Insausti - TBM 01' 40''
8  Enric Mas - QST 01' 47''
9  Tony Gallopin - ALM 01' 55''
10  Emanuel Buchmann - BOH 02' 08''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio