GT2 / Corsa in linea  

Vuelta a España - 19a tappa

 
14/09/2018 - KM : 154,40  Start List   |   Percorso
 
Lleida Andorra Naturlandia
  8489_19.jpg  
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 17:29 KM Arrivo: 0

Termina con un doppio vincitore la tappa numero 19 della Vuelta a España 2018: sul la montagna andorrana de La Rabassa  Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) ha ottenuto il secondo successo parziale in meno di una settimana precedendo  Simon Yates (Mitchelton-Scott) che può comunque gioire. Il britannico ha infatti staccato tutti gli altri uomini di classifica vedendo sempre più vicino l'obiettivo di portare la maglia rossa a Madrid. Giornata nera soprattutto per i Movistar che nonostante una tattica battagliera hanno visto cadere in crisi prima  Nairo Quintana e poi  Alejandro Valverde.

Il più osservato al foglio di firma di Lleida è stato  Fabio Aru (UAE Team Emirates), colpito nella notte da un violento attacco febbrile ma comunque volenteroso di concludere la Vuelta a Madrid. La tappa presentava un disegno caro agli organizzatori spagnoli, la "monosalita" dopo un lunghissimo tratto pianeggiante.

La prima fase di corsa è stata molto animata e a lungo non si è formata una vera e propria fuga. I primi a fare il vuoto sono stati  Amanuel Gebreigzabhier (Dimension Data),  Simon Clarke (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) e l'ex maglia rossa  Michal Kwiatkowski (Team Sky), ma questo terzetto dopo aver raggiunto un margine massimo di un minuto e mezzo sono rimbalzati indietro vedendosi raggiungere dal gruppo. Intorno alla metà gara hanno allungato  Jonathan Castroviejo (Team Sky),  Benjamin Thomas (Groupama-FDJ) e  Tom Van Asbroeck (EF Education First-Drapac p/b Cannondale); il belga non è però riuscito a rimanere con lo spagnolo e il francese che hanno rapidamente guadagnato un paio di minuti di vantaggio sul grosso del plotone.

Nel frattempo a comandare il gruppo ha pensato ma Movistar che ai -35 hanno messo anche in piedi un ventaglio che per qualche minuto ha frazionato il plotone prima che la situazione si ricompattasse. Gli spagnoli sono poi andati a riprendere i fuggitivi ai piedi dell'erta finale, il Coll de la Rabassa; in seguito anche la LottoNL ha dato man forte agli uomini di Unzué incaricandosi di creare una prima sensibile selezione. Ai -13  Nairo Quintana (Movistar Team) ha concretizzato il lavoro dei compagni con uno scatto deciso; il colombiano è stato marcato da  Steven Kruijswijk  (Team LottoNL - Jumbo) e  Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) che hanno da subito iniziato a collaborare attivamente mentre alle loro spalle la Mitchelton accelerava il passo. Non sazio del ritmo imposto dai propri gregari  Simon Yates (Mitchelton-Scott) si è mosso in prima persona ai -10 riportandosi in poche pedalate sui tre battistrada; appena la maglia rossa si è riportata davanti Quintana ha scelto di sfilarsi per attendere  Alejandro Valverde e dargli una mano. Lo scalatore sudamericano è stato però frenato anche da una foratura e dopo un ultimo sforzo ha definitivamente salutato gli altri uomini di classifica.

In testa intanto Kruijswuijk, Yates e Pinot hanno trovato rapidamente un accordo dandosi cambi regolari nel settore più facile della salita: l'olandese vedeva concretizzarsi l'opportunità di salire sul podio finale, il britannico metteva in cassaforte la maglia rossa mentre il francese puntava dritto alla seconda vittoria di tappa. Alle loro spalle prima  Wilco Kelderman (Team Sunweb) e poi  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) hanno tentato l'inseguimento solitario ma il ritmo davanti era troppo elevato. Soltanto negli ultimi chilometri  Steven Kruijswijk  ha ceduto il passo mentre  Thibaut Pinot ha fatto valere il proprio migliore spunto guadagnano una manciata di secondi a  Simon Yates. Dopo circa un minuto hanno terminato la propria fatica  Rigoberto Uran Miguel Angel Lopez Wilco Kelderman e  Enric Mas mentre un'altra decina di secondi ha lasciato per strada  Alejandro Valverde.

Con un'ultima tappa di montagna da affrontare prima della passerella finale a Madrid Yates sembra avere la vittoria della Vuelta in tasca; il britannico ha accumulato 1'38'' di vantaggio su Valverde il quale dovrà piuttosto guardarsi alle spalle con Kruijswuijk, Mas e Lopez che nella lotta per il podio sono compresi in meno di un minuto.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Thibaut Pinot - FDJ
2  Simon Yates - MIT 05''
3  Steven Kruijswijk - TLJ 13''
4  Rigoberto Uran - EFC 52''
5  Miguel Angel Lopez - AST 52''
6  Enric Mas - QST 52''
7  Wilco Kelderman - SUN 01' 03''
8  Alejandro Valverde - MOV 01' 12''
9  Tony Gallopin - ALM 01' 15''
10  Nairo Quintana - MOV 01' 49''
11  Rafal Majka - BOH 02' 20''
12  Alessandro De Marchi - BMC 02' 20''
13  Ilnur Zakarin - KAT 02' 20''
14  Jon Izagirre Insausti - TBM 02' 20''
15  Emanuel Buchmann - BOH 02' 20''
16  Daniel Moreno Fernandez - EFC 02' 20''
17  Rudy Molard - FDJ 02' 20''
18  Mikel Bizkarra Etxegibel - EUS 02' 20''
19  Pello Bilbao Lopez - AST 02' 20''
20  Adam Yates - MIT 02' 20''

CLASSIFICA  GENERALE
1  Simon Yates - MIT  
2  Alejandro Valverde - MOV 01' 38''
3  Steven Kruijswijk - TLJ 01' 58''
4  Enric Mas - QST 02' 15''
5  Miguel Angel Lopez - AST 02' 29''
6  Nairo Quintana - MOV 04' 01''
7  Thibaut Pinot - FDJ 05' 22''
8  Rigoberto Uran - EFC 05' 29''
9  Jon Izagirre Insausti - TBM 06' 30''
10  Tony Gallopin - ALM 07' 21''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio