2.UWT / Corsa in linea  

Giro di California - 6a tappa

 
17/05/2019 - KM : 127,50  Start List
 
Ontario Mount Baldy
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 10:02 KM Arrivo: 0

Si è risolta in una sfida fra giovanissimi la tappa regina del Tour of California 2019. Il classe 98  Tadej Pogacar e il classe 97  Sergio Higuita se le sono date di santa ragione lungo l'ascesa finale di Mount Baldy, ma alla fine ad avere la meglio è stato lo sloveno della UAE Team Emirates che solo allo sprint ha piegato la resistenza del rivale neoacquisto per la EF Education First. Il ventenne vincitore dell'ultimo Tour de l'Avenir balza dunque il testa alla generale a 24 ore dalla conclusione della rassegna statunitense. 

C'era anche il talentino azzurro  Matteo Fabbro (Team Katusha-Alpecin) nella fuga a 8 che ha condotto la gara nelle prime fasi. Assieme al friulano si erano sganciati  Owain Doull (Team INEOS),  Juraj Sagan (BORA - hansgrohe),  Mikkel Bjerg (Hagens Berman Axeon),  Lennard Hofstede (Team Jumbo-Visma),  Pawel Bernas (CCC TEAM),  Michael Storer (Team Sunweb) e  Hugo Houle (Astana Pro Team). Questo drappello ha tenuto duro fino ai -15, quando all'imbocco dell'erta finale la rincorsa del gruppo ha avuto la meglio.

Con grande coraggio  Maximilian Schachmann (BORA - hansgrohe) è scattato sulle prime rampe del Monte Baldy, cogliendo di sorpresa gli avversari e involandosi da solo. Il gruppo è stato tirato dalla EF che però è stata abile nel bluffare: a 45000 metri dalla vetta infatti si è sfilato il leader della generale  Tejay Van Garderen e le redini del team blu-rosa sono state prese dall'ultimo arrivato  Sergio Higuita. La selezione decisiva è arrivata per merito di  George Bennett (Team Jumbo-Visma) che con un vigoroso forcing si è portato dietro soltanto  Tadej Pogacar (UAE Team Emirates),  Richie Porte (Trek-Segafredo) e  Simon Spilak (Team Katusha-Alpecin) oltre al colombiano della EF. Sono costoro i primi a riportasi su Schachmann e a superarlo.

Negli ultimi 3000 metri il sudamericano è scattato più volte togliendosi di ruota Spilak, Pogacar e Bennett, mentre uno sfortunatissimo Porte è stato fermato da un salto di catena. Lo sloveno però ha trovato le forza per riprendere Higuita in prossimità del triangolo rosso e i due si sono giocati la tappa allo sprint. Il colombiano sembrava in vantaggio ma ha sbagliato completamente l'ultima curva permettendo all'avversario di infilarlo.

Adesso  Tadej Pogacar guida la generale con 16'' su  Sergio Higuita: un margine che sembra incolmabile nell'ultima frazione di Pasadena. Terza posizione provvisoria per  Kasper Asgreen (Deceuninck - Quick Step) che dopo il podio al Giro delle Fiandre ha dimostrato di cavarsela bene anche ad alta quota ottenendo il sesto posto parziale.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Tadej Pogacar - UAE
2  Sergio Higuita - CDT s.t.
3  George Bennett - TJV 05''
4  Richie Porte - TFS 10''
5  Riccardo Zoidl - CCC 20''
6  Kasper Asgreen - DQS 22''
7  Simon Spilak - KAT 25''
8  Rohan Dennis - TBM 47''
9  Rob Britton - RLY 47''
10  Jesper Hansen - COF 47''
11  Felix Grosschartner - BOH 49''
12  Maximilian Schachmann - BOH 01' 12''
13  Magnus Cort Nielsen - AST 01' 18''
14  Gavin Mannion - RLY 01' 26''
15  Rigoberto Uran - CDT 01' 28''
16  Lachlan Morton - CDT 01' 28''
17  Tejay Van Garderen - CDT 01' 28''
18  Hermann Pernsteiner - TBM 01' 35''
19  Darwin Atapuma Hurtado - COF 02' 02''
20  Natnael Berhane - COF 02' 02''

CLASSIFICA  GENERALE
1  Tadej Pogacar - UAE  
2  Sergio Higuita - CDT 16''
3  Kasper Asgreen - DQS 20''
4  George Bennett - TJV 29''
5  Richie Porte - TFS 41''
6  Simon Spilak - KAT 01' 03''
7  Jesper Hansen - COF 01' 18''
8  Felix Grosschartner - BOH 01' 18''
9  Tejay Van Garderen - CDT 01' 22''
10  Rohan Dennis - TBM 01' 23''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio