GT1 / Corsa in linea  

Tour de France - 16a tappa

 
23/07/2019 - KM : 177,00  Start List
 
Nimes Nimes
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 17:37 KM Arrivo: 0

Il sud della Francia regala al pubblico una splendida volata e a Caleb Ewan (Lotto Soudal) un successo in una volata quanto mai combattuta e incerta. Incerta la volata e le posizioni di rincalzo, non la vittoria dell'atleta australiano che precede nettamente gli avversari. Secondo Elia Viviani (Deceunink-Quick Step), terzo Dylan Groenewegen (Jumbo Visma). 

Dopo la giornata di riposo effettiva, quella di ieri, Nimes ospita, quanto meno metaforicamente, un'altra giornata di stallo del Tour de France 2019. Almeno per gli uomini di classifica. I 177 chilometri da Nimes a Nimes, salvo qualche avvallamento nei tratti iniziali, sembrano lo scenario ideale per il classico copione da tappa pianeggiante con arrivo in volata. Pochi uomini in fuga, vantaggio controllato dal plotone e arrivo in volata senza particolari problemi per i team dei velocisti. Così è sin dall'inizio. Pronti, via alle 13:35 scattano in cinque: Alexis Gougeard (Ag2r LaMondiale), Paul Orselin (Total Direct Energie), Stephane Rossetto (Cofidis), Lukas Wisniowski (CCC) e Lars Bak (Dimension Data). Il plotone lascia fare sin da subito. Concede ma non regala. Il vantaggio dei cinque attaccanti arriva ai 2'30" e cala. Ritorna a 2' e cala nuovamente. Gli attaccanti sono controllanti dal gruppo e a loro volta controllano il plotone cercando di non sprecare energie inutili e gestendo il margine almeno sino ai chilometri finali.

A dimostrazione però di come le "giornate di trasferimento" al Tour non possano mai essere prese sottogamba c'è la caduta di Geraint Thomas quando al traguardo mancano ancora 130 chilometri. L'atleta Ineos urta un marciapiede con il pedale e scivola a terra. Nessun danno di rilievo; una bella botta al ginocchio e molto nervosismo per tornare in gruppo. Al traguardo volante di Vallèrargues, Lars Bak transita primo tra i fuggitivi, non c'è volata tra di loro. La volata c'è invece nel plotone ed a vincerla è Elia Viviani. Altra piccola emozione, in una frazione addormentata dalla canicule e dalla noia, è il Gpm di Cote de San Jean du Pin, quarta categoria, conquistato dallo stesso Lars Bak. Le squadre dei velocisti, in parte anche dei big, si mettono in testa quando al traguardo mancano cinquanta chilometri e un leggero vento fa temere ventagli. Sarà un errore di valutazione: il vento favorevole aumenterà solo la velocità.

Ai meno ventisette dal traguardo il colpo di scena: Jakob Fuglsang (Astana) viene coinvolto in una caduta ed è costretto al ritiro a causa dei postumi. Il vantaggio dei cinque attaccanti a lungo tenuto sui 40" viene definitivamente azzerato ai meno due dopo uno stretto inseguimento testa a testa durato per tutta la fase finale di gara. 







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Caleb Ewan - LTS
2  Elia Viviani - DQS s.t.
3  Dylan Groenewegen - TJV s.t.
4  Peter Sagan - BOH s.t.
5  Niccolo Bonifazio - TDE s.t.
6  Michael Matthews - SUN s.t.
7  Matteo Trentin - ORS s.t.
8  Jasper Stuyven - TFS s.t.
9  Alexander Kristoff - UAE s.t.
10  Andrea Pasqualon - WGG s.t.
11  Jens Debusschere - KAT s.t.
12  Edvald Boasson Hagen - DDD s.t.
13  Sonny Colbrelli - TBM s.t.
14  Ariel Maximiliano Richeze - DQS s.t.
15  André Greipel - ARK s.t.
16  Reinardt Janse Van Rensburg - DDD s.t.
17  Oliver Naesen - ALM s.t.
18  Warren Barguil - ARK s.t.
19  Greg Van Avermaet - CCC s.t.
20  Julian Alaphilippe - DQS s.t.

CLASSIFICA  GENERALE
1  Julian Alaphilippe - DQS  
2  Geraint Thomas - INS 01' 35''
3  Steven Kruijswijk - TJV 01' 47''
4  Thibaut Pinot - FDJ 01' 50''
5  Egan Bernal - INS 02' 02''
6  Emanuel Buchmann - BOH 02' 14''
7  Mikel Landa - MOV 04' 54''
8  Alejandro Valverde - MOV 05' 00''
9  Rigoberto Uran - CDT 05' 33''
10  Richie Porte - TFS 06' 30''

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio