GT2 / Corsa in linea  

Vuelta a España - 20a tappa

 
14/09/2019 - KM : 189,00  Start List
 
Arenas de San Pedro Plataforma de Gredos
   
 
 
 

 SINTESI GARA ORA: 17:36 KM Arrivo: 0

Anche in chiusura sventola alta la bandiera della Slovenia alla Vuelta a Espana 2019. La ventesima e penultima frazione è andata al giovane fenomeno  Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) che con un'autentica impresa si preso il terzo successo parziale, il podio della classifica generale e la maglia bianca di miglior giovane. Festa anche per il suo connazionale  Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) che a 24 ore dalla passerella finale di Madrid può iniziare a festeggiare la conquista della maglia rossa. L'unico ad arginare in parte l'ondata slovena è il più anziano,  Alejandro Valverde (Movistar Team) che con un moto di orgoglio ha difeso nel finale il secondo posto sul podio finale. Delusione completa invece per  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) che nonostante un gran supporto dei compagni è stato distanziato dagli avversari.

L'azione di Pogacar è partita ai -40 chilometri dopo che la prima fase di gara aveva selezionato fra i fuggitivi  Tao Geoghegan Hart (Team INEOS) e  Ruben Guerreiro (Team Katusha-Alpecin). Il ventenne della UAE ha risposto ad una rasoiata di  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) tirando poi lungo andando a riprendere e superare in poche pedalate i battistrada. Alle spalle del nuovo capofila si è creata una situazione di stallo e il ritardo del gruppo maglia rossa è lievitato rapidamente oltre il minuto. Il discesa poi Pogacar ha portato il proprio margine addirittura oltre i 100 secondi scavalcando virtualmente nella generale il diretto avversario per la maglia bianca Lopez e l'altro colombiano  Nairo Quintana (Movistar Team). L'ultima salita poi ha aggiunto poco:  Jakob Fuglsang ha provato a spingere il proprio capitano verso un nuovo attacco ma a  Miguel Angel Lopez sono mancate le gambe anche per rimanere con gli altri uomini di classifica. Chi aveva ancora energie era  Alejandro Valverde che nel finale è scattato per difendere il secondo posto concludendo a un minuto e mezzo dal vincitore  Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) in compagnia di  Rafal Majka (BORA - hansgrohe) e  Hermann Pernsteiner (Bahrain Merida Pro Cycling Team). Osservatore interessato in tutto questo è stato  Primoz Roglic che senza troppi patemi ha marcato stretto il campione del Mondo non mostrando mai segnali di cedimento e andando a prendersi meritatamente il primo successo in carriera in un grande giro.







condividi la pagina:
ORDINE  D'ARRIVO
1  Tadej Pogacar - UAE
2  Alejandro Valverde - MOV 01' 32''
3  Rafal Majka - BOH 01' 32''
4  Hermann Pernsteiner - TBM 01' 32''
5  Primoz Roglic - TJV 01' 41''
6  Sergio Higuita - CDT 01' 49''
7  Dylan Teuns - TBM 01' 56''
8  Nairo Quintana - MOV 01' 56''
9  Mikel Nieve Iturralde - ORS 01' 59''
10  Wilco Kelderman - SUN 01' 59''
11  Miguel Angel Lopez - AST 02' 12''
12  Tao Geoghegan Hart - INS s.t.
13  Felix Grosschartner - BOH s.t.
14  Robert Power - SUN s.t.
15  Carl Fredrik Hagen - LTS s.t.
16  Marc Soler - MOV s.t.
17  Ruben Guerreiro - KAT s.t.
18  Jakob Fuglsang - AST s.t.
19  Nicolas Edet - COF s.t.
20  Jon Izagirre Insausti - AST s.t.

CLASSIFICA  GENERALE
1  Primoz Roglic - TJV  

Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio