Milano Sanremo 2015
Piccola grande modifica al percorso: l'arrivo torna in via Roma

Piccola grande modifica al percorso: l'arrivo torna in via Roma

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

La Milano-Sanremo 2015 si disputerà su un percorso pressoché identico a quello degli scorsi anni: esclusa la salita de Le Manie, rimandato ancora l'inserimento della Pompeiana, a decidere la Classicissima saranno ancora i tre Capi, la Cipressa e il Poggio. Una piccola ma sostanziale modifica è stata però apportata: l'arrivo della corsa ritorna in Via Roma, abbandonando il tanto criticato traguardo sul Lungomare Italo Calvino.

Procedendo con ordine, il via verrà dato come da tradizione all'ombra del Palazzo Sforzesco, nel centro del capoluogo meneghino. I primi 120 km saranno completamente pianeggianti attraverso la Pianura Padana e le città di Pavia, Voghera, Tortona e Novi Ligure. Un lungo avvicinamento alla prima delle salite di giornata, il Passo del Turchino; nonostante la lunghezza (oltre 25 km) questa storica ascesa è poco più che un falsopiano per i corridori, con il suo 2% di pendenza. Sarà questo il punto più alto toccato dalla corsa, per cui attenzione alle condizioni meteorologiche.

Superata il Turchino picchiata verso Arenzano dove, al km 162 di gara, i corridori si immetteranno sulla Via Aurelia che percorreranno per oltre 90 km; in questo tratto la corsa sarà sempre esposta al mare.

L'altimetria comincia a movimentarsi ai -55 con i tre Capi: Capo Mele (3 km al 2%), Capo Cervo (3 km al 2.3%) e Capo Berta (2.5 km al 5.1%). Tutte queste salite sono piuttosto facili, ma il chilometraggio e la velocità creeranno la prima scrematura in gruppo, e chi sta meno bene potrebbe pagare dazio.

La gara giunge quindi al km 265.9 dove, in località San Lorenzo a Mare, i corridori svolteranno a destra per allontanarsi dal lungomare e affrontare la Cipressa. Questa salita misura 5650 metri ed ha una pendenza media del 4.10%; come per i tre Capi non ci sono muri impossibili (solo un brevissimo tratto al 9%), ma ci saranno squadre che vorranno tenere alto il ritmo, e i velocisti puri faranno fatica. 

In vetta alla Cipressa mancheranno 21 chilometri e mezzo al traguardo. I primi 3.2 sono in discesa, in alcuni passaggi anche piuttosto tecnica, per tornare sulla Aurelia ad Aregai. Quindi altri 9 km di pianura fino all'imbocco (a -9.2 km dal traguardo) dell'ultima e decisiva salita, il Poggio. Anche questa asperità è poco più che un colle per i corridori: 3700 metri al 3.7%; solo in vista del GPM si sfiora l'8%, per una ascesa che per il resto sale dolce e costante.

Al celeberrimo bivio che segna la fine del Poggio mancheranno 5 chilometri e mezzo all'arrivo. La discesa misura 3.2 km, e forse è più selettiva della salita: ci sono curve piuttosto difficili, e chi è davanti può mantenere il vantaggio su chi insegue.

A questo punto la grande novità di questa edizione: ai piedi della salita mancheranno solo 2 km all'arrivo, e non i 3 che bisognava percorrere per giungere sul lungomare. Una differenza notevole, perché crescono le chance per chi ha attaccato sul Poggio, o per i finisseur che ci provano sull'ultimo tratto pianeggiante. L'ultima curva sarà ai -750 metri, poi il lungo rettilineo di Via Roma che decreterà il vincitore della centoseiesima Classicissima.

Questa la cronostoria delle varie sedi di arrivo della Milano-Sanremo:

- dal 1907 al 1948 arrivo in Corso Cavallotti

- dal 1949 al 1985 arrivo in Via Roma

- dal 1986 al 1993 arrivo in Corso Cavallotti

- dal 1994 al 2007 arrivo in Via Roma

- dal 2008 al 2014 arrivo in Piazzale Italo Calvino

 

Altimetria

Planimetria





17/03/2015

Matteo Pierucci


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio