Mondiale Yorkshire 2019
Il commento di Cassani:C'è amarezza ma anche orgoglio. Siamo sulla strada giusta per vincere

Il commento di Cassani:C'è amarezza ma anche orgoglio. Siamo sulla strada giusta per vincere

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

C'è la cocente amarezza ma anche tanto orgoglio nelle parole con cui il CT Davide Cassani commenta il risultato del Campionato del Mondo 2019. L'ex commentatore televisivo ha riportato a Harrogate l'Italia sul podio della prova più prestigiosa, quella maschine elité, ma la beffa subita da Matteo Trentin a opera di Mads Pedersen brucia sia per i corridori azzurri che per il commissario tecnico.

"L’amarezza c’è, ma c'è anche una certa serenità grazie all'orgoglio di quello che hanno fatto ieri i nostri ragazzi – ha detto Cassani ai microfoni della Gazzetta dello Sport – Sono stati fantastici correndo alla perfezione. Abbiamo dato una lezione di grande ciclismo, non abbiamo vinto perché sulla nostra strada abbiamo incontrato un corridore che ieri è stato più forte di noi. I ragazzi hanno interpretato al meglio uno dei Mondiali più difficili degli ultimi anni sotto tutti i punti di vista. Siamo sulla strada giusta, prima o poi un Mondiale lo vinciamo”.

Gli occhi dell'ex pro' faentino sono già puntati sui prossimi obiettivi, entrambi con percorsi esigenti: le Olimpiadi di Tokyo 2020 e i Mondiali di Aigle-Martigny 2020: “Ci saranno altri corridori, forse di questo gruppo il solo Moscon potrebbe far parte della Nazionale olimpica e mondiale. Saranno due prove durissime. L’anno prossimo avremo due squadre, una per Olimpiadi e Mondiali e una per i Campionati Europei che saranno il 13 settembre, in Italia a Trento”.





30/09/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio