Campionato Europeo 2020
Gli Europei di ciclismo 2020 saranno in Trentino: stamani la presentazione a Milano

Gli Europei di ciclismo 2020 saranno in Trentino: stamani la presentazione a Milano
condividi la pagina:

Saranno le verdi terre del Trentino-Alto Adige, illuminate dagli ultimi scampoli di estate, a ospitare i Campionati Europei di ciclismo 2020. Era nell'aria da tempo; stamani a Milano, presso la Sala Buzzati di via Eugenio Balzan, la conferma ed il disvelamento dei percorsi delle diverse prove. 

La rassegna che metterà in palio la prestigiosa maglia di campione europeo prenderà il via mercoledì 9 settembre con le prove a cronometro e si concluderà domenica 13 settembre con la prova in linea professionistica maschile. Molta curiosità suscita una prova innovativa ovvero la cribosquadre che abbinerà uomini e donne in una sfida a sei (tre uomini e tre donne per nazione) contro il tempo. In palio ben 13 titoli da ripartirsi nelle diverse categorie: junior, under23, elite maschile ed elite femminile. Diverse le autorità presenti in sala: Rocco Cattaneo e Agata Lang, presidente e vice presidente UEC, il segretario Enrico Della Casa, il presidente della FCI e vicepreside UCI Renato Di Rocco, la presidente del CONI Trentino Paola Mora, l'assessore all'artigianato, al commercio, alla promozione, allo sport e al turismo Roberto Failoni, il Commissario Tecnico Davide Cassani, il presidente regionale FCI Lombardia Cordiano Dagnoni, il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, il CEO di Trentino Marketing Maurizio Rossini, la direttrice APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones. 

Nel dettaglio la prova a cronometro si correrà su un tracciato di 22 chilometri identico per tutte le categorie. Dettaglio interessante in quanto permetterà confronti anche e soprattutto in prospettiva della crescita di giovani talenti che si affacceranno a breve nelle categorie superiori. La prova in linea invece sarà differenziata pur prevedendo un circuito di 15 chilometri che sarà comune a tutte le categorie in gara. La variante saranno le ripetizioni previste. Gli uomini elite lo percorreranno per sette volte dopo aver affrontato un tratto di 75 chilometri in cui saranno inserite le principali difficoltà altimetriche, tra cui il Monte Bondone seppur dal versante più agevole. In totale i chilometri da percorrere saliranno a 178,5. Nel complesso la prova sembra da ritenersi adatta a uomini veloci o a passisti con buono spunto veloce: possibile la riconferma di Matteo Trentin, il guizzo di Elia Viviani o quello di Sonny Colbrelli, solo per citare alcuni nomi. Anche per quanto covserne la prova femminile la vincitrice dello scorso anno, Marta Bastianelli, potrebbe ben giocare le proprie carte. 

















10/06/2019

Stefano Zago


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio