Ciclocross 2018/19
Aerts travolge Van Aert anche ad Iowa City, colpo Keough tra le donne

Aerts travolge Van Aert anche ad Iowa City, colpo Keough tra le donne
condividi la pagina:

Ancora Coppa del Mondo ed ancora Stati Uniti in un weekend di ciclocross che ci ha fornito delle significative indicazioni sugli equilibri delle forze in campo per il prosieguo dell’inverno. Il Jingle Cross di sabato, secondo round del principale circuito internazionale della specialità, ha infatti incoronato Toon Aerts come assoluto mattatore della tournee nordamericana tardo settembrina. Ad Iowa City l’alfiere della Telenet Fidea ha saputo alzare ulteriormente l’asticella rispetto alla scorsa settimana, andando a primeggiare su un circuito ben più selettivo di quello di Waterloo, anche per via del terreno pesante, senza mai palesare particolari incertezze o segnali di cedimento. In attesa del terzo e decisivo indizio, destinato ad arrivare a breve sui campi di gara fiamminghi, potrebbe essere quindi emersa un’alternativa credibile al duopolio Mathieu Van der Poel-Wout Van Aert, con quest’ultimo che ha concluso la sua travagliata trasferta a stelle e strisce con due sconfitte piuttosto nette e preoccupanti, specie in vista dell’imminente rientro del suo più acerrimo rivale.

 

Primi accenni di vero fango e tracciatura da intenditori per l’appuntamento clou del calendario statunitense, con la prova di Coppa del Mondo di sabato a fare da piatto forte di un weekend, ricco anche di eventi collaterali, di assoluta festa all’insegna del ciclocross. A differenza di Waterloo il fondo umido non concede tanto spazio ai convenevoli e sin dallo sparo del via è Toon Aerts a mostrare seriamente i muscoli, azzardando un’inaspettata fuga solitaria. La partenza aggressiva dell’ex campione europeo mette però sull’attenti Wout Van Aert, che ricuce lo strappo grazie alla sua sensibilità di guida nella sezione di discesa più tecnica del circuito. I due belgi prendono il largo in via definitiva nella seconda tornata e vanno ad inscenare un acceso duello, consumatosi a lungo sul solco della parità. Nel sesto e terzultimo giro è proprio Aerts a forzare la mano con un secco cambio di passo, che coglie impreparato un Van Aert giunto al limite delle proprie possibilità. L’iridato perde contatto dopo essersi incartato in una canalina fangosa, mentre Aerts approfitta della situazione piazzando il giro più veloce della giornata. L’atleta di Malle si invola quindi verso il suo secondo successo consecutivo, relegando Van Aert alla terza piazza d’onore di questo suo avvio di stagione. Sul terzo gradino del podio sale invece Michael Vanthourenhout, disimpegnatosi bene nel testa a testa, durato quasi tutta gara, con Quinten Hermans, quarto davanti a Corne Van Kessel. Il ritorno alle competizioni in Belgio, previsto sabato prossimo a Meulbeke, ci dirà senza dubbio qualcosa in più sulle ambizioni di Aerts, che sta comunque palesando degli evidenti miglioramenti sia nella conduzione del mezzo che nella gestione complessiva della corsa. Vedremo se questa crescita basterà ad impensierire anche Mathieu Van der Poel, atteso in griglia di partenza proprio nelle uscite del prossimo weekend.

 

Toon Aerts in azione su uno degli strappi più duri del circuito di Iowa City. Alle sue spalle Wout Van Aert fatica a reggere il passo. (foto Cyclocross Magazine)

 

 

Buona dose di spettacolo anche nella gara femminile, dove la padrona di casa Kaitlin Keough ha domato il terreno pesante, reso ancora più insidioso dalla pioggia caduta a gara in corso, con un assolo di pregevole caratura. L’atleta originaria del Wisconsin, abituata a calcare con costanza anche i palcoscenici europei, ha salutato la compagnia nel secondo giro, regalandosi la prima affermazione in Coppa del Mondo. La lotta per la piazza d’onore è stata invece oltremodo serrata ed ha premiato la tenacia di Evie Richards, che ha saputo distanziare nel finale Marianne Vos e Sophie De Boer. Sesta posto per la nostra Eva Lechner, andata un po’ in affanno dopo una partenza brillante, alle spalle di una Sanne Cant in crescita rispetto a Waterloo, ma ancora piuttosto lontana dai suoi consueti standard.

 

Kaitlin Keough festeggia la sua prima vittoria in Coppa del Mondo. La statunitense ha sfornato una prestazione impeccabile tra il fango di Iowa City. (foto Cyclephotos)

 

 

Il campo centrale sul suolo europeo è stato infine quello del Grand Prix Poprad, disputatosi sabato in Slovacchia, che ha richiamato la maggior parte degli atleti di rango che hanno disertato la trasferta intercontinentale. Il successo è andato al tedesco Marcel Meisen, capace di superare la concorrenza di Vincent Baestaens e David Van der Poel, costretti ad arrendersi all’atleta teutonico soltanto nell’ultima tornata. Ha invece siglato un buon ottavo posto il nostro Nicolas Samparisi, che si è ben difeso al cospetto di una concorrenza piuttosto nobile. Il lombardo in forza alla KTM Alchemist ci ha parlato in esclusiva della gara di sabato e dei suoi programmi per la stagione di ciclocross, partita addirittura dalle prove cinesi di inizio settembre: “Penso di aver interpretato la gara in Slovacchia al meglio delle mie possibilità e, nonostante la presenza di tanti atleti di vertice del panorama internazionale, sono riuscito alla fine a centrare un ottimo risultato. Quest’anno ho staccato con la strada già a fine e giugno e per tutta l’estate ho svolto un blocco specifico di preparazione davvero intenso, anche con 2/3 sessioni di allenamento giornaliere. Tra bici e palestra ho guadagnato circa un chilo e mezzo di massa magra e in queste prime uscite, in termini soprattutto di potenza, sto sentendo i benefici del duro lavoro delle scorse settimane. Credo di essere già ad un eccellente livello di condizione, ma adesso punterò ad avere degli ulteriori picchi per le varie tappe di Coppa del Mondo e per i campionati italiani di gennaio a Milano. Il circuito dell’Idroscalo mi si addice molto e sono convinto di avere delle belle carte da giocarmi per salire sul podio. Più in generale con il nostro team seguiremo una programmazione ancor più internazionale di quella della passata stagione, anche per guadagnare posizioni nel ranking UCI e nelle varie griglie di partenza. Ho la fortuna di militare in una formazione che ci permette di correre in tutta Europa, grazie al costante impegno e al fondamentale sostegno della dirigenza e degli sponsor. Siamo davvero un bel gruppo e noi atleti daremo il massimo per ripagare tutti coloro che credono in questo progetto. Già dal prossimo weekend ad esempio saremo al via in una prova in Francia e nella seconda tappa dell’EKZ CrossTour in Svizzera, tutti appuntamenti in cui ci sarà l’opportunità di fare esperienza e di testarsi sui ritmi delle corse estere. In Italia invece guarderò maggiormente anche al risultato, con l’obiettivo di dare il più fastidio possibile a Gioele Bertolini, che è senza dubbio il punto di riferimento del nostro movimento maschile. In questa annata ci tengo davvero tanto a distinguermi e non sto lasciando nulla al caso per migliorare sotto tutti i punti di vista. Pur avendo un’impostazione più da stradista me la cavo piuttosto bene nella conduzione della bici, ma di recente sto curando con particolare attenzione anche questo aspetto. Un’uscita a settimana è infatti dedicata ad un allenamento tecnico in soglia, in cui cerco di simulare in tutto e per tutto le condizioni di gara. Nell’ultimo periodo ho avuto una marcia in più nella mia attività agonistica anche grazie alla mia compagna, che mi sta dando ogni giorno un supporto straordinario. Siamo andati a convivere da un anno e mezzo e questa novità mi ha permesso di crescere molto non solo come atleta, ma soprattutto come persona. Spero quindi di capitalizzare anche sui campi di gara questa fase positiva della mia vita”.

 

Nicolas Samparisi (con la tenuta arancio della KTM Alchemist) impegnato nel primo giro del GP Poprad. Il team ha ottenuto quest’anno lo status professionistico da parte dell’UCI e farà incetta di inviti nelle varie prove internazionali del calendario. (foto Nicolas Samparisi/pagina Facebook ufficiale)

 

 

ORDINE D’ARRIVO COPPA DEL MONDO IOWA CITY-GARA M:

1. Toon Aerts BEL (Telenet Fidea)
2. Wout Van Aert BEL  a 52’’
3. Michael Vanthourenhout BEL (Marlux-Bingoal)  a 1’16’’
4. Quinten Hermans BEL (Telenet Fidea)  a 1’32’’
5. Corne Van Kessel NED (Telenet Fidea)  a 2’06’’
6. Tim Merlier BEL (Crelan-Charles)  a 2’13’’
7. Kevin Pauwels BEL (Marlux-Bingoal)  a 2’16’’
8. Eli Iserbyt BEL (Marlux-Bingoal)  a 2’21’’
9. Laurens Sweeck BEL (Pauwels Sauzen-Vastgoedservice)  a 2’32’’
10. Daan Soete BEL (Pauwels Sauzen-Vastgoedservice)  a 2’35’’
 
ORDINE D’ARRIVO COPPA DEL MONDO IOWA CITY-GARA F:
 
1. Kaitlin Keough USA (Cannondale p/b Cyclocrossworld)
2. Evie Richards GBR (Trek Factory Racing)  a 31’’
3. Marianne Vos NED (Waovdeals Pro Cycling)  a 37’’
4. Sophie De Boer NED (Beepark)  a 40’’
5. Sanne Cant BEL (Corendon-Circus)  a 53’’
6. Eva Lechner ITA (Clif Pro Team)  ‘’
 
CLASSIFICA GENERALE COPPA DEL MONDO M (dopo 2 eventi su 9):
 
1. Toon Aerts BEL (Telenet Fidea)  160 punti
2. Wout Van Aert BEL  140 pt.
3. Quinten Hermans BEL (Telenet Fidea)  120 pt.
4. Laurens Sweeck BEL (Pauwels Sauzen-Vastgoedservice)  109 pt.
5. Corne Van Kessel NED (Telenet Fidea)  105 pt.
6. Daan Soete BEL (Pauwels Sauzen-Vastgoedservice)  97 pt.
7. Tim Merlier BEL (Crelan-Charles)  94 pt.
8. Eli Iserbyt BEL (Marlux-Bingoal)  94 pt.
9. Kevin Pauwels BEL (Marlux-Bingoal)  87 pt.
10. Jim Aernouts BEL (Telenet Fidea)  82 pt.
 
CLASSIFICA GENERALE COPPA DEL MONDO F (dopo 2 eventi su 9):
 
1. Marianne Vos NED (Waovdeals Pro Cycling)  145 punti
2. Evie Richards GBR (Trek Factory Racing)  130 pt.
3. Katerina Nash CZE (Clif Pro Team)  113 pt.
4. Kaitlin Keough USA (Cannondale p/b Cyclocrossworld)  112 pt.
5. Ellen Noble USA (Trek Factory Racing)  109 pt.
10. Eva Lechner ITA (Clif Pro Team)  85 pt.
 
ORDINE D’ARRIVO GRAND PRIX POPRAD-GARA M:
 
1. Marcel Meisen GER (Corendon-Circus)
2. Vincent Baestaens BEL (VZW Stoempersclub)  a 7’’
3. David Van der Poel NED (Corendon-Circus)  a 10’’
4. Marek Konwa POL (Volgswagen Samochody Uzytkowe)  a 13’’
5. Lander Loockx BEL (Creafin Tuv Sud)  a 26’’
6. Braam Merlier BEL (Creafin Tuv Sud)  a 40’’
7. Ondrej Glajza SVK (TJ Auto Skoda Mlada Boleslav)  a 48’’
8. Nicolas Samparisi ITA (KTM Alchemist)  a 1’12’’
9. Gianni Vermeersch BEL (Steylaerts-777)  a 1’38’’
10. Roel Van der Stegen NED (Daniels Cycling Team Limburg)  a 1’43’’
18. Lorenzo Samparisi ITA (KTM Alchemist)  a 3’41’’




02/10/2018

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio