Ciclocross 2019/20
Vanthourenhout e (David) Van der Poel si dividono la posta in Francia, buon esordio per la DP66 a Mlada Boleslav

Vanthourenhout e (David) Van der Poel si dividono la posta in Francia, buon esordio per la DP66 a Mlada Boleslav
condividi la pagina:

Chiusa la parentesi nordamericana il circus del ciclocross è tornato in Europa, per un ultimo weekend di settembre di transizione verso il primo blocco di prove fiamminghe dell’annata. In mancanza di appuntamenti in Belgio diversi big hanno fatto rotta sui Vosgi francesi, per la precisione a Vittel, dove sabato e domenica si sono tenute la Chazal Cup e la Canyon Cross Race, entrambi eventi di classe C2 alla prima apparizione assoluta nel calendario internazionale. A tenere a battesimo le due gare sono stati David Van der Poel e Michael Vanthourenhout, che hanno così sbloccato la loro casella di vittorie stagionali prima di focalizzarsi sugli imminenti impegni casalinghi, ovvero il Berencross di Meulebeke ed il GP Pelt della prossima settimana. In chiave azzurra buoni segnali sono arrivati anche dai ragazzi della ASD DP66 di Daniele Pontoni, subito in buona evidenza nella trasferta ceca di Mlada Boleslav, alla prima uscita ufficiale del loro inverno.

 

Inizio di stagione perfetto per David Van der Poel, che nella Chazal Cup di sabato ha tenuto alta la bandiera della famiglia in contumacia del “fratellino” Mathieu, impegnato oltremanica nella poco fortunata campagna iridata su strada. Il neerlandese classe 1992, abituato a delle partenze a marce alte nella fase autunnale della stagione, ha bagnato con una vittoria il suo esordio sui prati, in una prova tattica e veloce. La contesa si è infatti risolta in sostanza allo sprint, nel quale David ha fatto valere la sua maggiore esplosività nei confronti dell’esperto Dieter Vanthourenhout e di Yentl Bekaert. La rivincita per casa Vanthourenhout è arrivata però giusto 24 dopo con Michael, che con un bell’assolo nella Canyon Cross Race ha confermato di essere uscito con un’ottima gamba dalle tappe di Coppa statunitensi, dove aveva raccolto un 7° ed un 3° posto. L’atleta nativo di Brugge si è tenuto alle spalle il classe 2000 Ryan Kamp, nome da seguire con attenzione quest’anno nelle gare Under, mentre il buon Dieter ha agguantato il gradino più basso del podio, centrando la terza top 3 di fila stagionale.

 

Nella due giorni di Vittel brindano David Van der Poel e Michael Vanthourenhout, rispettivamente a sinistra e a destra nella foto. Per entrambi si tratta del primo successo stagionale.

 

 

Quello appena trascorso è stato un weekend di rodaggio anche per il gruppo della ASD DP66, formazione guidata dall’ex iridato di specialità Daniele Pontoni. I campioni italiani in carica a squadre hanno varato la loro stagione in un palcoscenico di livello come quello di Mlada Boleslav, manche inaugurale del circuito ceco della Toi Toi Cup. Oltre al buon impatto del 2001 Davide Toneatti con la categoria superiore, ha chiuso al 15° posto la gara aperta agli Elite e agli Under 23, ci sono da registrare anche i buoni risultati di Bryan Olivo e Sara Casasola, rispettivamente 6° e 4° nelle prove Juniores ed Open femminile. Quest’ultima  in particolare ha retto il confronto con avversarie ben più navigate e rodate, chiudendo ad una manciata di secondi dalla belga Joyce Vanderbeken, giunta sul gradino più basso di un podio occupato, a partire dal gradino più alto, da Alicia Frank e Geerte Hoeke. Questa settimana abbiamo raggiunto in esclusiva proprio la 20enne friulana, che ci ha parlato sia della recente trasferta in Repubblica Ceca che del suo approccio ad una stagione invernale densa di appuntamenti di peso: “Non abbiamo iniziato a lavorare da tantissimo e sabato c’erano quindi più punti di domanda che certezze sul rendimento mio e di tutta la squadra. A maggior ragione sono quindi davvero contenta di essermi trovata subito bene in gara, al cospetto di avversarie che hanno viaggiato sempre su ottimi ritmi. Le due atlete che hanno lottato per la vittoria sono scappate via nelle fasi iniziali, mentre per il 3° posto ci sono stati continui rimescolamenti. Il percorso era veloce e sapevo quindi che sarebbe stato necessario partire forte per rimanere nelle posizioni a ridosso del podio. Dopo un avvio a tutta sono comunque riuscita a gestirmi bene fino al termine, ma non ho potuto fare nulla per tenere le ruote della Vanderbeken, che ha fatto una rimonta notevole nel finale. A causa di alcuni problemi fisici quest’estate ho corso poco su strada e sono tornata ad indossare un dorsale soltanto per i primi di settembre. Per fortuna la Servetto mi ha lasciato anche quest’anno molto libera nel programmare la mia attività e questi inconvenienti non hanno quindi intaccato di molto la mia preparazione per il ciclocross, sebbene mi senta ancora un po’ indietro in termini di ritmo gara. Gli impegni delle prossime settimane, a partire dalle tappe inaugurali del Giro d’Italia, mi aiuteranno sicuramente molto in tal senso e, a seconda di come risponderanno le gambe, ragionerò di volta in volta su come impostare gli allenamenti. L’intenzione è senza dubbio quella di arrivare al meglio agli europei di Silvelle di inizio novembre ed è proprio in funzione di questo obiettivo che, di concerto con il team, abbiamo deciso di anticipare leggermente la ripresa delle competizioni. All’interno della DP 66 c’è un clima molto positivo e costruttivo, soprattutto grazie all’ottimo rapporto che si è creato tra noi corridori e tutto lo staff sin dalla passata stagione. Daniele in particolare è un punto di riferimento importante sia fuori che dentro le gare. Oltre a trasmettere a noi ragazzi tutta la sua passione per il ciclocross sa anche supportarci con estrema sensibilità non solo sotto l’aspetto tecnico, ma anche a livello morale e umano. È raro trovare personalità del genere nell’ambiente e noi atleti siamo davvero entusiasti di avere l’opportunità di lavorare con lui”.

 

Foto di gruppo per i giovani corridori della ASD DP66 impegnati a Mlada Boleslav (tra cui spicca il tricolore Under 23 di Sara Casasola). I ragazzi di Daniele Pontoni metteranno ora nel mirino le prime due tappe del Giro d’Italia, in programma nei prossimi due weekend. (foto ASD DP66)

 

 

 

ORDINE D’ARRIVO CHAZAL CUP VITTEL-GARA M:

1. David Van der Poel NED (Corendon-Circus)
2. Dieter Vanthourenhout BEL (Pauwels Sauzen-Bingoal)  ‘’
3. Yentl Bekaert BEL (Telenet Baloise)  a 2’’
4. Antoine Benoist FRA (Corendon-Circus)  a 9’’
5. Ryan Kamp NED (Pauwels Sauzen-Bingoal)  a 11’’
54. Pietro Scacciaferro ITA (XCO Project)  a 7’01’’
 
ORDINE D’ARRIVO CANYON CROSS RACE VITTEL-GARA M:
 
1. Michael Vanthourenhout BEL (Pauwels Sauzen-Bingoal)
2. Ryan Kamp NED (Pauwels Sauzen-Bingoal)  a 22’’
3. Dieter Vanthourenhout BEL (Pauwels Sauzen-Bingoal)  a 39‘’
4. Antoine Benoist FRA (Corendon-Circus)  a 47’’
5. Jarno Bellens BEL (Pauwels Sauzen-Bingoal)  a 49’’
 
ORDINE D’ARRIVO TOI TOI CUP MLADA BOLESLAV-GARA F:
 
1. Alicia Franck BEL (Experza Pro CX)
2. Geerte Hoeke NED (Xalt Cycling)  ‘’
3. Joyce Vanderbeken BEL (ITAF-Bike Advice)  a 40’’
4. Sara Casasola ITA (ASD DP 66)  a 48’’
5. Karla Stepanova CZE (Superior XC)  a 55’’
12. Asia Zontone ITA (Jam’s Bike Team Buja)  a 1’46’’
24. Elisa Rumac ITA (Jam’s Bike Team Buja)  a 4’15’’

 






01/10/2019

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio