Ciclomercato 2019/2020
Nibali, quale futuro? La Bahrain vuole confermarlo ma la Trek tenta il colpo

Nibali, quale futuro? La Bahrain vuole confermarlo ma la Trek tenta il colpo
condividi la pagina:

Siamo appena all'alba della stagione 2019 ma già si muovono le prime pedine in vista del prossimo ciclomercato. Uno dei pezzi pregiati che dovranno decidere il proprio futuro a partire dal 2020 è Vincenzo Nibali il cui contratto con la Bahrain-Merida scadrà il prossimo 31 dicembre. La decisione sarà ben ponderata e estremamente importante per lo Squalo che il prossimo anno avrà il Mondiale di Martigny e l'Olimpiade di Tokyo per lasciare il segno mentre la sua carriera si avvicina ormai al termine.

La volontà dei vertici Bahrain è ovviamente quella di confermare il messinese, da sempre al centro del progetto messo in strada dall'emiro. Il team manager Brent Copeland era partito con un'offerta valida soltanto per una stagione ma ha dovuto alzare la posta offrendo due anni di contratto a Nibali oltre a un lauto compenso da oltre tre milioni all'anno. "Non vogliamo perdere Nibali, sarebbe folle il contrario - ha dichiarato il dirigente sudafricano - Gli abbiamo offerto due anni di contratto e in ogni caso lo sceicco è stato sempre chiaro, finché Vincenzo avrà la maglia del Bahrain, pretende che tutto lo staff sia a sua disposizione. Questa settimana anche McLaren verrà coinvolta nella trattativa ed entro la fine del mese presenteremo la nostra proposta ufficiale di rinnovo. Credo che alla presentazione della squadra il 21 febbraio ci sarà un altro incontro con Vincenzo".

Nibali e il suo entourage hanno incontrato nella giornata di ieri a Treviso l'altra grande pretendente, la Trek-Segafredo mossa soprattutto dalla volontà di Massimo Zanetti, patron della torrefazione e finanziatore del team. La proposta economica della formazione statunitense sarebbe simile a quella degli arabi, ma Nibali potrebbe essere invogliato da un'ultima avventura in un contesto a forti tinte azzurre nella speranza magari di rivedere una squadra tricolore nel World Tour. Più defilata appare la UAE Team Emirates che dopo qualche abboccamento sembra aver mollato la pista. Oltre al futuro del corridore è in ballo anche quello del preparatore Paolo Slongo, del massaggiatore Michele Palini, del medico Emilio Magni e di alcuni atleti fedelissimi dello Squalo. 

In ogni caso l'intenzione non è quella di far diventare la trattativa una lunga telenovela. La volontà di Nibali è quella di sciogliere le proprie riserve entro la prima metà del 2018 per potersi concentrare a pieno sui risultati in strada.





08/01/2019

Matteo Pierucci


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio