Coronavirus
UCI, parla Lappartient:

UCI, parla Lappartient:
condividi la pagina:

Dopo essersi mossa poco e male in queste settimane di coronavirus, l'UCI prova a dettare una linea comune per la riorganizzazione del calendario 2020. Sono infatti ben 17 gli eventi World Tour cancellati oltre a decine di corse di livello inferiore annullate in giro per il mondo. Questa mattina ha parlato il presidente dell'Unione Ciclistica Internazionale David Lappartient, poi è uscito un comunicato ufficiale con cui si è provato a diradare la nebbia sul proseguo della stagione delle due ruote.

"Abbiamo la possibilità di spostare la fine della stagione di due settimane, ovvero fino al 31 ottobre - ha spiegato Lappartient alla TV di stato francese - Intanto cerchiamo di studiare come spostare le date di alcune corse in modo da fare posto per tutti. Si potrebbe correre un Giro ridisegnato e di durata ridotta. Ma il Giro, assieme alle Classiche rimandate, fa parte delle nostre priorità e abbiamo buone speranze che si possa correre. Tutte le corse sono annullate fino al 30 aprile. Si potrebbe ripartire con il Delfinato ma la decisione di organizzare o meno una corsa va presa tre settimane prima, il tempo necessario per organizzare le condizioni di sicurezza. Ad esempio, una delle domande che bisogna farsi è sapere se l’organizzazione potrà disporre delle forze dell’ordine necessarie per assicurare la sicurezza sulla strada, risorse attualmente mobilitate altrove, chiaramente. Inoltre, bisogna prendere una decisione e ottenere l’autorizzazione delle prefettura in funzione dello stadio dell’epidemia tre settimane prima”.

Queste invece le parole scritte nel comunicato, in cui si ribadisce come:"la priorità è assegnata ai tre grandi giri e alle classiche monumento per cercare di garantire la visibilità del nostro sport, che si troverà in competizione con altri eventi sportivi importanti, assicurando la miglior esposizione possibile per le corse più viste. Uno strumento potrebbe essere la flessibilità che può essere preso in considerazione anche riguardo il numero di ciclisti per squadra agli eventi





18/03/2020

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio