Criterium del Delfinato 2019
Froome cade in ricognizione e si ritira. Timori per la frattura del bacino

Froome cade in ricognizione e si ritira. Timori per la frattura del bacino

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

La quarta del tappa del Criterium del Delfinato 2019 avrà un assente di eccezione: Chris Froome (Team Ineos) non prenderà il via alla cronometro di 26,1 chilometri in scena oggi da Roanne a Roanne. Il keniano bianco si è ritirato dalla corsa francese, da sempre prova generale in vista del Tour de France, in seguito a una caduta intercorsa nella mattinata mentre, insieme al compagno di squadra Wout Poels, provava il percorso di gara. La valutazione dei danno derivanti dall'incidente è da subito parsa dubbia: in un primo momento lo staff del team sembrava convinto di schierare l'atleta al via della prova odierna, successivamente i medici hanno ritenuto che, per evitare ogni peggioramento delle condizioni fisiche dell'atleta, l'ideale sarebbe stato sottoporsi immediatamente ad accertamenti diagnostici al più vicino centro ospedaliero. 

Fra le ipotesi al vaglio la sospetta frattura del femore.  Ad un mese dalla grande partenza del Tour de France un verdetto di questo genere equivarrebbe alla rinuncia a qualsiasi obiettivo di classifica. I tempi per infortuni di questo tipo sono, infatti, tendenzialmente molto dilatati. 

In aggiornamento. 

Ore 15:00 - Dave Brailsford ha parlato alla stampa. La notizia è confermata: frattura del femore e impossibilità di partecipare al prossimo Tour de France per il corridore Ineos. Confermata anche la dinamica dell'incidente: Froome sarebbe caduto nell'ultimo tratto della cronometro andando a impattare contro un muro. 

Ore 19.30 - Con un comunicato ufficiale il Team INEOS ha pubblicato la diagnosi dopo gli esami sostenuti da Froome all'ospedale di Roanne, e le notizie sono addirittura peggiori rispetto a quelle preventivate. Il medico del team Richard Usher, scrive: "Chris è stato portato all'ospedale di Roanne dove gli esami iniziali hanno confermato ferite multiple, in particolare le fratture al femore destro e al gomito destro, oltre ad alcune costole. Ora concentreremo la nostra attenzione sul percorso migliore nella guarigione."

Il GM Brailsford ha aggiunto:"Il nostro obiettivo principale ora è ovviamente garantire a Chris l'assistenza migliore possibile, in modo che possa riprendersi il prima possibile. Uno dei nostri grandi punti di forza di questa squadra è la bravura nell'unirsi nei momenti difficili e faremo tutto il possibile per supportare Chris e la sua famiglia. Anche se conosciamo tutti i rischi del nostro sport, è sempre traumatico quando un corridore si schianta e subisce gravi lesioni. Chris aveva lavorato molto duramente per raggiugnere un buono stato di forma ed era sulla buona strada per il Tour, a cui sfortunatamente ora non potrà partecipare. Una delle cose che distingue Chris è la sua forza mentale e la sua capacità di recupero e come squadra lo sosterremo totalmente nella sua guarigione, lo aiuteremo a rimettersi in sesto  per perseguire i suoi obiettivi futuri".

13/06, Ore 10.00 - Arrivano notizie ancora peggiori sulle condizioni di Froome. Il corridore è stato trasferito all'ospedale di Saint-Etienne dove è stato sottoposto nella notte a un intervento chirurgico per ridurre le fratture riportate. In un secondo momento al britannico è stata riscontrata un'altra frattura all'anca oltre a quelle a femore, gomito e costole. Adesso l'atleta è ricoverato in terapia intensiva; per lui si preannunciano almeno 3-4 mesi di riposo assoluto. 





12/06/2019

Stefano Zago


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio