Fantaciclismo 2017
I consigli per gli acquisti della redazione di Diretta Ciclismo

I consigli per gli acquisti della redazione di Diretta Ciclismo

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Il 5 gennaio si sono ufficialmente aperte le iscrizioni al Fantaciclismo 2017, la quarta edizione del torneo a premi organizzato dal portale direttaciclismo.it. che permette agli utenti di diventare Direttori Sportivi prendendo in squadra 23 corridori e schierando la propria formazione in tutti gli eventi più importanti della stagione.

La composizione della rosa è il momento chiave dell'anno (anche se due mercati di riparazione vi permetteranno di rientrare in carreggiata) e noi di Diretta Ciclismo abbiamo deciso di darvi qualche consiglio su come comporre la vostra squadra.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

- Il consiglio principale è uno: concentrarsi su pochi big che possano vincere vari eventi. Il corridore più caro è Peter Sagan, ma lo slovacco vale sicuramente i 100 fantamilioni della quotazione: il bicampione del mondo ha assaggiato il sapore della vittoria e, a quanto pare, gli è piaciuto molto. Non sottovaluterei John Degenkolb: con il tedesco si risparmia molto (costa 75 fantamilioni) a causa di un 2016 sfortunato, ma in passato ha dimostrato di poter essere un top. La scommessa a basso presso potrebbe essere Jakob Fuglsang (30 milioni), che senza Vincenzo Nibali avrà ampi margini di manovra - Matteo Pierucci

- Greg Van Avermaet un colpo sicuro per la vostra rosa. Big da 92 fantamilioni ma di sicuro affidamento per le Classiche di inizio stagione. Julian Alaphilippe outsider in rampa di lancio. 64 fantamilioni ben spesi per chi cerca un corridore presente per l'intera stagione. Giovanni Visconti (31 fantamilioni) scommessa dal cuore italiano. Nella nuova squadra, affiancherà si Nibali, ma avrà anche la possibilità di mettersi in proprio - Alberto Porcaro

-Il big su cui investire la vostra fantastagione potrebbe essere Nairo Quintana. Il colombiano vale tutti i 92 fantamilioni di quotazione, ha messo nel mirino sia il Giro che il Tour, e in caso di successo la vostra scelta avrebbe il sapore della leggenda. Interessante puntare su Ilnur Zakarin (51 fantamilioni) come seconda freccia del proprio arco. Dopo le prime vere esperienze, il russo ha ancora ampi margini di maturazione. Per la scommessa rischiatutto nessun dubbio: Moreno Moser (19 fantamilioni) all'Astana ha le carte in regola per una grande stagione - Giovanni Sassi

- Tra i grandi nomi segnalo quello di Bauke Mollema a 54, uno che allo scorso Tour de France viaggiava in salita al pari di un certo Froome e senza la caduta nella fase finale della corsa sarebbe salito sul podio. Da quanto sembra, i ciclisti olandesi si dividono principalmente in due categorie, i grandi ciclocrossisti come Mathieu Van der Poel e Lars Boom che sanno governare a proprio piacimento la biciletta e i forti scalatori come Steven Kruijswijk e Bauke Mollema che buttano al vento meritate posizioni di classifica dei grandi Giri cadendo nelle ultime tappe. Se la sfortuna lascerà in pace il buon Bauke, lo vedremo di certo sul podio, e forse addirittura sul gradino più alto, al prossimo Giro d’Italia. Fidatevi di chi, come il sottoscritto, alla vigilia del Giro 2016 aveva puntato venti euro sulla vittoria finale, offerta a 85, del povero Kruijswijk. Tra le sorprese con quotazione relativamente bassa rimango in casa Trek e mi affido al belga Jasper Stuyven. Il giovane vincitore dell’ultima edizione della Kuurne-Bruxelles-Kuurne può far fruttare bene, soprattutto nella prima parte di stagione, i 15 fantamilioni da spendere per poterlo inserire nel proprio roster. Correrà in appoggio al nuovo arrivato John Degenkolb, ma ci sarà spazio anche per lui, soprattutto se il corridore tedesco non dovesse ancora dimostrarsi all’altezza del suo nome dopo il grave infortunio di inizio stagione scorsa - Alessandro Mazzurana

- Il consiglio principale riguardante la rosa di una squadra fantaciclistica è sempre lo stesso: scegliere un top rider che faccia da leader della vostra formazione. Perchè non provare ad affidarsi ad un campione del calibro di Chris Froome (93 fantamilioni), quasi una garanzia in ottica Tour de France e candidato numero uno al trono della Grand Boucle anche per la prossima stagione. Rimanendo in casa Sky, trovo parecchio invitante un'eventuale spesa di 38 fantamilioni per Diego Rosa, apparso all'altezza nelle ultime stagioni in maglia Astana e voglioso di dimostrare tutto il suo valore anche con la compagine britannica, dove potrebbe trovare più libertà, specie nelle corse di un giorno. Quanto a scommesse, l'estone Tanel Kangert (16 fantamilioni) e leader dell'Astana nelle brevi corse a tappe, potrebbe essere un'ottima idea. Attenzione poi ad un altro corridore di medio-alta classifica che cercherà di esprimersi al meglio al prossimo Giro d'Italia, con la maglia dell'Ag2r La Mondiale: mi riferisco ad Alexandre Geniez, la cui quota di 16 fantamilioni potrebbe far ingolosire qualche fantallenatore spericolato. Per concludere, proporrei anche un consiglio sulle ruote veloci del gruppo abbastanza economiche: Davide Cimolai (17 fantamilioni) in maglia Fdj è voglioso di riscatto dopo una stagione del tutto anonima con la Lampre Merida, e attenzione anche a Niccolò Bonifazio (25 fantamilioni) che, dopo aver cambiato aria ed essere approdato alla Bahrain Merida, potrebbe davvero essere un uomo importante nelle corse veloci - Niccolò Anfosso

- Tra i cosiddetti Big io punterei su un giovane come Esteban Chaves. I suoi 84 fantamilioni sembrano un ottimo affare nel rapporto qualità/prezzo considerando che parliamo di un ciclista capace nel 2016 sia di andare per due volte a podio in un Grande Giro (secondo al Giro d'Italiae terzo alla Vuelta a Espana) che di vincere una Classica Monumento come il Giro di Lombardia. In casa Bahrain-Merida i colpi da fare sembrano essere parecchi: 25 per Niccolò Bonifazio (uno che in volata, specialmente se la strada sale un po', è sempre più pericoloso), 32 per Enrico Gasparotto (protagonista l'anno scorso nelle Ardenne e vincitore di una strepitosa Amstel Gold Race) e 61 per Sonny Colbrelli (al primo anno nel World Tour e pronto al definitivo salto di qualità) sembrano soldi ben spesi. Infine una scommessa da fare potrebbe essere Gianni Moscon. 26 fantamalioni potrebbero risultare molto pochi per il giovane trentino, che già l'anno scorso (primo da professionista) è stato capace di vincere una gara spettacolare e dura come l'Arctic Race of Norway, ha mostrato talento da vendere sia in brevi corse a tappe che nelle Classiche di inizio anno, soprattutto quelle sulle pietre - Ciro Marino

- Un top rider su cui puntare è Michael Matthews, sprinter atipico quotato 74 fantamilioni. L'australiano potrebbe trarre giovamento dal cambio di casacca ed in casa Sunweb troverà una squadra interamente dedita alla sua causa. In più può portare punti preziosi sia nelle classiche, Sanremo ed Amstel in primis, che nelle corse a tappe, visto che è da ben 4 anni di fila che riesce a centrare almeno un successo parziale nei GT. A quotazione media interessanti i nomi di Ben Hermans (23) e Geraint Thomas (36). Il primo è un ottimo interprete dei percorsi misti e con la partenza di Gilbert avrà più spazio anche nelle Ardenne, mentre il britannico è un corridore "totale", spesso in prima linea su più fronti nell'arco della stagione e sicuro protagonista al prossimo Giro d'Italia, in cui potrebbe raccogliere tanto specie nelle prime 2 settimane. Un "underdog" da prendere di corsa invece è Valerio Conti, un vero affare ad appena 8 fantamilioni. Il laziale è cresciuto molto nel 2016 e, sebbene sarà spesso votato al lavoro sporco, ha nelle sue corde degli exploit notevoli, vedasi quello della scorsa Vuelta - Marco Bea

- Fondamentale in questo 2017 sarà la gestione dei mercati per quella che risulterà la principale novità di questa edizione del fantaciclismo. Se i big distribuiscono punti su tutta la stagione (anche se una riflessione sui corridori da corse a tappe andrà necessariamente fatta) sarà fondamentale l'apporto delle terze linee, corridori con quotazioni da 30 in giù per puntare al bersaglio grosso. I tre nomi caldi che vi suggerisco da unire nelle catene di mercato sono quelli di Stijn Vandenbergh, Enrico Gasparotto e Jonathan Castrovviejo. Il primo, costo 14, può garantire tanti piazzamenti nella Campagna del Nord alla prima stagione da capitano in casa AG2R; l'italiano vivrà il suo picco massimo nelle settimane delle Ardenne dove promette punti con un costo di 32 fantamilioni. L'ultimo vivrà un finale di stagione in preparazione della crono mondiale dove garantisce sempre buoni risultati, con la forma da ricercare nelle prove contro il tempo in programma. Costo 25 fantamilioni - Cristiano Bartelloni

- E' fondamentale leggere le dichiarazioni degli atleti per capire le sensazioni e i desideri per la nuova stagione: in questa chiave un ottimo consiglio potrebbe essere il giovane Davide Formolo che vale tutti i 24 fantamilioni di quotazione. Dalle dichiarazioni punterà alle tappe nei grandi giri non precludendosi la possibilità di un buon piazzamento in classifica. Sempre in casa Italia sarà la stagione del riscatto per Fabio Aru, con 73 fantamilioni, e una stagione come sempre arrembante per Domenico Pozzovivo; con i suoi 26 fantamilioni ci si può assicurare un atleta che quando è in forma difficilmente delude. Tra i ciclisti stranieri segnalo Richie Porte, 65 fantamilioni, sempre ben piazzato nelle corse a tappe, Rigoberto Uran, 57 fantamilioni, che nello scorso finale di stagione sembrava aver ritrovato la brillantezza che lo aveva portato agli onori delle cronache e Andrew Talansky, 28 fantamilioni, scalatore giovane ma di grandi aspettative. Da non tralasciare anche Luis Leon Sanchez e Samuel Sanchez: rispettivamente 26 e 28 fantamilioni ma sempre a contendersi i primi piazzamenti in tappe altimetricamente mosse o in salita quando hanno via libera dalle rispettive scuderie - Stefano Zago





07/01/2017

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio