Infortuni
Nibali, operazione alla schiena dopo l'incidente al Tour. Ancora possibile la presenza alla Vuelta?

Nibali, operazione alla schiena dopo l'incidente al Tour. Ancora possibile la presenza alla Vuelta?

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Cambio di programma per Vincenzo Nibali. Con un comunicato ufficiale la Bahrain-Merida ha annunciato la modifica del piano inizialmente previsto per il recupero dall'infortunio accusato nella tappa dell'Alpe d'Huez al Tour de France 2018. Le varie analisi effettuale dallo Squalo hanno confermato la diagnosi iniziale, ossia la frattura della decima vertebra toracica.

Se inizialmente l'ipotesi più concreta era quella di una riabilitazione "passiva" con busto e esercizi posturali e in piscina, lo staff medico ha deciso di sottoporre il corridore ad un intervento chirurgico di vertebroplasgtica percutanea. Si tratta di una procedura di radiologia interventistica con la quale vengono trattate le fratture vertebrali patologiche, attraverso l'iniezione di un "cemento" biocompatibile nel corpo della vertebra. L'operazione avverrà in Italia nel corso della prossima settimana e dovrebbe essere eseguita in anestesia locale. 

Questo procedimento dovrebbe essere mirato ad accorciare i tempi di recupero, anche se la squadra non si è sbilanciata in merito. Inizialmente era stato ventilato un moderato ottimismo sulla possibilità di rivedere Nibali in corsa già alla Vuelta - percorso di avvicinamento migliore verso l'attesissimo Mondiale di Innsbruck - e questa operazione dovrebbe facilitare il recupero.





26/07/2018

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio