Infortuni
Porte, frattura della clavicola dopo l'incidente al Tour versoi Roubaix

Porte, frattura della clavicola dopo l'incidente al Tour versoi Roubaix

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Per il secondo anno di fila si è concluso con un viaggio in ambulanza verso l'ospedale il Tour de France  di Richie Porte. Il corridore australiano, indicato alla vigilia dai bookmakers come principale sfidante di Froome per la maglia gialla, è caduto rovinosamente nelle primissime fasi della nona tappa, senza neppure approcciare il primo dei quindici settori di pavé che conducevano a Roubaix.

Il tasmaniano è stato costretto al ritiro e subito è stato trasportato all'ospedale dove è stato sottoposto a tutti gli esami del caso. Il responso è stato il più scontato visto l'incidente: frattura non scomposta della clavicola destra. Uno degli infortuni più comuni fra i ciclisti che comporta una settimana di stop completo e quasi due mesi per tornare alle competizioni.

"Richie è stato dimesso dall'ospedale con una una frattura clavicola destra non scomporta - ha scritto il medico del team Max Testa in un comunicato stampa - Avrà bisogno di riposare per una settimana prima di poter ricominciare ad allenarsi sui rulli. Da quello che sappiamo a questo punto, sembra un infortunio semplice e piuttosto comune nel ciclismo: ci aspettiamo che torni sull'allenamento della bici tra tre o quattro settimane e in corsa potenzialmente in 6-8 settimane. Continueremo a monitorare la ripresa di Richie e ad adeguare di conseguenza il suo programma."

Parole amare da parte del corridore che continua ad essere martoriato dalla sfortuna in occasione dei grandi eventi:"Per il secondo anno consecutivo concludo il Tour de France in questo modo. Prima di rendermi conto di cosa accadesse mi sono ritrovato per terra e subito ho sentito dolore alla spalla destra. Voglio riservare un grande ringraziamento ai miei compagni di squadra per il loro incredibile lavoro nei primi nove giorni. Siamo stati protagonisti di un'ottima prima settimana e sono molto deluso di non poter continuare fino a Parigi. Spero di recuperare il più velocemente possibile per tornare a correre".





16/07/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio