Infortuni
Thomas cade e saluta Giro di Svizzera, ma tira un sospiro di sollievo: nessuna frattura

Thomas cade e saluta Giro di Svizzera, ma tira un sospiro di sollievo: nessuna frattura
condividi la pagina:

Dopo il tremendo infortunio di Chris Froome al Delfinato, un'altra mazzata per il Team INEOS rischia di arrivare del Tour de Suisse. Nel corso della quarta frazione della rassegna elvetica è incappato in una caduta il leader dei britannici Geraint Thomas: il gallese è finito a terra assieme al kazako della Astana Andrey Zeits ed è stato costretto al ritiro.

Come prima impressione il nativo di Cardiff è sembrato quasi illeso a parche qualche graffio ma poi è rimasto seduto a terra toccandosi la spalla destra, tipico atteggiamento da frattura della clavicola. Il corridore si sottoporrà agli esami del caso, ma di certo i vertici INEOS tremano rischiando di perdere il campione uscente e favorito numero 1 per l'imminente Tour de France.

Aggiornamento ore 22.30

Con un comunicato ufficiale il Team INEOS ha rassicurato sulle condizioni del proprio capitano. Thomas ha riportato abrasioni sulla spalla e un taglio sopra l'occhio destro ma non sono state riscontrate fratture. Nessun rischio dunque per quanto riguarda la partecipazione al Tour de France, anche se come sottolinea lo stesso corridore in una breve dichiarazione si tratta di un inconveniente non da poco sulla strada verso il Grand Depart di Bruxelles. "Ma ci riorganizzeremo e sono certo che il mio allenatore Tim Kerrison avrà un piano in mente per assicurarmi di essere pronto per il 6 luglio" chiosa il gallese.





18/06/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio