Mondiale Yorkshire 2019
La bizzarra Mixed relay crono inaugura l'iride: Italia punta al podio

La bizzarra Mixed relay crono inaugura l'iride: Italia punta al podio
condividi la pagina:

Il Mondiale dello Yorkshire 2019 prende il via domenica 22 settembre con la bizzara prova del Mixed relay, cronometro a staffetta mista donne e uomini che fa il suo debutto tra le prove del campionato del mondo.

In sintesi di cosa si tratta: squadre di sei atleti che si cimentano in una piccola cronosquadre. Il primo giro è appannaggio degli uomini, mentre la partenza del team femminile avverrà al transito sul traguardo del secondo atleta uomo. Il tempo finale sarà calcolato sulla seconda atleta donna a concludere la prova.

Il percorso

In programma ci saranno due giri del circuito del mondiale in linea, l'occasione per gli atleti di iniziare a conoscere il teatro della prova più importante. Si tratta di circa 28 km (due giri da 14 circa) su un percorso molto veloce nella prima parte con ampi stradoni; nella seconda si dovrà invece rilanciare molto per la presenza di diverse curve. L'altimetria presenta tre salitelle non impossibili, ma che alla lunga potrebbero incidere sulle gambe degli atleti in gara.

I favoriti

Solo 11 squadre iscritte in questo 2019: le Nazionali di riferimento dovrebbero essere Olanda (vincitrice della priva all'Europeo), Germania,(finita seconda) e l'Italia che un mese fa conquistò un buonissimo bronzo. Occhio però anche ai padroni di casa che vorranno ben figurare davanti al pubblico dello Yorkshire. L'Italia si schiererà con Affini, Viviani e Martinelli per gli uomini, Longo Borghini. Guderzo e Cecchini tra le donne.





21/09/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio