Mondiale Yorkshire 2019
Ufficiali gli azzurri: Bettiol Moscon Cimolai Colbrelli Puccio Trentin Ulissi e Visconti

Ufficiali gli azzurri: Bettiol Moscon Cimolai Colbrelli Puccio Trentin Ulissi e Visconti

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Ha finalmente preso forma la selezione della Nazionale Italiana per i Mondiali di Yorkshire 2019. Dopo aver presentato una selezione di 16 nomi poi scesi a 10, il CT Davide Cassani ha sciolto le riserve in merito all'ottetto che prenderà parte alla prova più attesa, quella in linea élite maschile. I corridori scelti sono  Alberto Bettiol (EF Education First-Drapac p/b Cannondale),  Davide Cimolai (Israel Cycling Academy),  Sonny Colbrelli (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Gianni Moscon (Team INEOS),  Salvatore Puccio (Team INEOS),  Matteo Trentin (Mitchelton-Scott),  Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e  Giovanni Visconti (Neri Sottoli - Selle Italia - KTM). Le riserve saranno invece  Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy) e  Davide Formolo (BORA - hansgrohe).

Il Commissario Tecnico ha dunque scelto di schierare tutti i proprio pezzi da 90 o quasi: sulla carta Trentin, Moscon, Visconti, Colbrelli, Ulissi e Bettiol potrebbero tutti cullare sogni di medaglia mentre a Cimolai e Puccio dovrebbe spettare il lavoro di fatica nelle prime fasi di gara. Il grande escluso è il campione nazionale in carica Formolo, in merito al quale l'ex commentatore televisivo ha commentato:"Davide sarà uno degli uomini più importanti l’anno prossimo fra Giochi Olimpici e Mondiale. La caduta della Vuelta ha rovinato la sua condizione".





24/09/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio