Pista
Italia promossa ai mondiali polacchi

Italia promossa ai mondiali polacchi

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

La quattro giorni iridata di Pruszkow conferma segnali incoraggianti per il ciclismo su pista italiano, soprattutto in ottica futura con le olimpiadi 2020 alle porte. Sicuramente poteva andar ancora meglio, putroppo la sfortuna ci ha messo lo zampino.
La copertina se la prende tutta Filippo Ganna che si conferma campione del mondo nell'inseguimento maschile, al terzo successo iridato. Questa disciplina si è conclusa in trionfo grazie al terpo posto di Davide Plebani, medaglia di bronzo. L'altro gioiello della spedizione azzurra è stata la medaglia d'argento di Letizia Paternoster nell'omnium, la campionessa trentina che si deve inchinare solo per due punti alla veterana Wild: una cosa è certa, il futuro è tutto suo.


Nelle altre specialità poche ombre e tante luci. Ottimo il quarto posto di Francesco Lamon nel Km ottenendo il record italiano. Altra medaglia di legno nell'omnium maschile con Simone Consonni. Importante anche il quinto posto di Liam Bertazzo nella corsa a punti mentre chiudono nei dieci Consonni e Scartezzini nella madison maschile (noni) e lo stesso Scartezzini decimo nello scratch. Sfortunatissimi i ragazzi dell'inseguimento, messi fuori uso da una caduta nel turno di qualificazione: per loro la consapevolezza che avrebbero potuto ambire tranquillamente ad una medaglia.


Fra le ragazze buon quinto posto per le azzurre dell'inseguimento, da cui forse ci si aspettava un tempo da podio, ma che bisogna pensare in ottica futura: un quartetto giovanissimo con basi molto importanti creatosi a seguito di un cambio generazionale che chiede tempo, ma ha obiettivi ambiziosi. Molto bene Paternoster e Maria Giulia Confalonieri quinte nella madison, quest'ultima sesta anche nella corsa a punti. Nella velocità cresce Miriam Vece, ottava nella 500 metri con annesso record italiano. La sfortuna ha colpito anche le ragazze con la rovinosa caduta della giovane Martina Fidanza nello scratch a pochi giri dal termine. La figlia d'arte, vincitrice delle ultime due prove di Coppa del Mondo, avrebbe lottato sicuramente per una medaglia.
Un bilancio positivo che fa ben sperare in ottica olimpiadi.

RISULTATI GARE
1 KM. M 1. Quentin Lafargue FRA 2. Theo Bos OLA 3. Michael D'Almeida FRA 4. Francesco Lamon

INSEGUIMENTO INDIVIDUALE M 1. Filippo Ganna ITA 2. Domenic Weinstein GER 3. Davide Plebani ITA

KEIRIN M 1. Matthijs Buchli OLA 2. Yudai Nitta JAP 3. Stefan Botticher GER

SCRATCH M 1. Samuel Welsford AUS 2. Roy Eefting OLA 3. Thomas Sexton NZL 10. Michele Scartezzini

CORSA A PUNTI M 1. Jan Willem Van Schip OLA 2. Sebastian Mora Vedri SPA 3. Mark Downey IRL 5. Liam Bertazzo

SPRINT M 1. Harrie Lavreysen OLA 2. Jeffrey Hoogland OLA 3. Mateusz Rudyk POL

OMNIUM M 1. Campbell Stewart NZL 2. Benjamin Thomas FRA 3. Ethan Hayter GBR 4. Simone Consonni

TEAM SPRINT M 1. Olanda 2. Francia 3. Russia

INSEGUIMENTO M 1. Australia 2. Gran Bretagna 3. Danimarca

MADISON M 1. Kluge-Reinhardt GER 2. Hansen-Von Folsach DAN 3. De Ketele-Ghys BEL 9. Consonni-Scartezzini

SPRINT D 1. Wai Sze Lee HKG 2. Stephanie Morton AUS 3. Mathilde Gros FRA

500 MT. F 1. Daria Shmeleva RUS 2. Olena Starikova UKR 3. Kaarle McCulloch AUS 8. Miriam Vece

INSEGUIMENTO INDIVIDUALE F 1. Ashlee Ankudinoff AUS 2. Lisa Brennauer GER 3. Lisa Klein GER

KEIRIN F 1. Wai Sze Lee HKG 2. Kaarle McCulloch AUS 3. Daria Shmeleva RUS

SCRATCH F 1. Elinor Barker GBR 2. Kirsten Wild OLA 3. Jolien D'Hoore BEL

CORSA A PUNTI F 1. Alexandra Manly AUS 2. Lydia Boylan IRL 3. Kirsten Wild OLA 6. Maria Giulia Confalonieri

OMNIUM F 1. Kirsten Wild OLA 2. Letizia Paternoster ITA 3. Jennifer Valente USA

TEAM SPRINT F 1. McCulloch-Morton AUS 2. Shmeleva-Voinova RUS 3. Welte-Hinze GER

INSEGUIMENTO F 1. Australia 2. Gran Bretagna 3. Nuova Zelanda 5. Italia

MADISON F 1. Wild-Pieters OLA 2. Baker-Cure AUS 3. Dideriksen-Leth DAN 5. Paternoster-Confalonieri





04/03/2019

Nicola Mugnaini


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio