Presentazione squadre 2019
EF Education First, nuovi importanti innesti per un 2019 di rinascita

EF Education First, nuovi importanti innesti per un 2019 di rinascita
condividi la pagina:

Nel tentativo di incrementare il magro bottino dei soli sei successi colti nel 2018, la EF Education First ha ricorso ad alcuni innesti che potrebbero portare la compagine statunitense ad un salto di qualità a livello internazionale.
Per le corse a tappe l’arrivo più interessante è quello di Tejay Van Garderen. L’americano arriva con l’ambizione di ritornare su quei livelli che da un paio di stagioni non è stato in grado di garantire, e il nuovo ambiente potrebbe essere lo stimolo giusto per farlo. Altra pedina di sicura affidabilità è rappresentata dall’estone Tanel Kangert: per l’ex Astana si prospetta un ruolo di primo piano per le corse a tappe, nel cui contesto potrebbe provare a fare classifica, oppure focalizzarsi su successi parziali, facendo valere il proprio carico di esperienza.
Un nuovo innesto che però ha i contorni di un ritorno è quello di Alberto Bettiol, che dopo una sola stagione tra le fila della BMC ritorna a quella che fino al 2017 era la Cannondale-Drapac. Con il suo rientro tra i ranghi, l’azzurro porta con sé l’annuale esperienza maturata e la voglia di mettersi alla prova in un ambiente che già conosce. Bettiol affianca così l’altro membro italiano della formazione, Sacha Modolo, che si ritaglierà il proprio spazio nelle volate di gruppo, così come il britannico Daniel Mc Lay. Se si parla di ruote veloci, ecco un altro nuovo volto in casa EF, Moreno Hofland, in arrivo dopo i due anni trascorsi in maglia Lotto Soudal.
Per il resto la compagine statunitense mantiene l’ossatura della stagione precedente, con le speranze di buoni risultati nei grandi Giri ancora affidate al colombiano Rigoberto Uran: un altro colombiano, Daniel Felipe Martinez è atteso invece ad un altro passo importante lungo il proprio percorso di crescita.
Resta profondamente marcata l’impronta a stelle e strisce della formazione, con elementi di rilievo come Nathan Brown, Joe Dombrowski, Alex Howes, Taylor Phinney. A questi sono da aggiungere il belga Sep Vanmarcke, il danese Matti Breschel e il canadese Michael Woods, che focalizzeranno le proprie ambizioni sulle gare di un giorno.





08/01/2019

Giovanni Sassi


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu˛ essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio