Presentazione squadre 2020
Tanti addii per una Movistar sempre pi¨ legata a Valverde

Tanti addii per una Movistar sempre pi¨ legata a Valverde
condividi la pagina:

Una delle formazioni che più si sono rinnovate in inverno è la Movistar. L'unica squadra spagnola del World Tour ha letteralmente rivoluzionato la propria rosa dicendo addio a 12 atleti a fronte di 14 nuovi acquisti. Le operazioni sono state importanti non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi; hanno lasciato la corte di Eusebio Unzué tre dei capitani della squadra: il colombiano Nairo Quintana, il basco Mikel Landa e l'ecuadoriano maglia rosa in carica Richard Carapaz. Nonostante gli arrivi in massa la compagine iberica si presenta dunque con ambizioni ridimensionate ai nastri di partenza della nuova stagione. 

Il 2020 sarà il diciannovesimo anno fra i professionisti per Alejandro Valverde che non ha alcuna intenzione di scendere dalla cresta dell'onda. Il murciano dopo essersi tolto dalle spalle la maledizione del Mondiale nel 2018, ha lanciato segnali ambigui negli scorsi 12 mesi: dopo una campagna delle Ardenne deludente si era pronti a cantare il de profundis all'Embatido che invece è tornato a brillare nei Grandi Giri finendo 9° al Tour e 2° alla Vuelta. La ciliegina sulla torta per la carriera di Valverde sarebbe una medaglia olimpica e proprio l'appuntamento di Tokyo sarà il punto focale della sua stagione.

La seconda punta degli azzurri sarà Enric Mas che ha lasciato la Deceuninck per trovare più spazio in Movistar. Lo scalatore maiorchino è uno dei prospetti più promettenti per le corse a tappe e sotto l'ala protettrice di Valverde potrà migliorare ulteriormente. Parte solo un gradino più in basso nelle gerarchie Marce Soler, anche se il catalano dopo le ottime prestazione fra 2017 e 2018 non è per ora riuscito a compiere un ulteriore step di crescita. Al fianco dei tre capitani ci sarà una pattuglia di scalatori folta e qualitativa in cui spiccano l'eterno incompiuto Carlos Betancur, l'espertissimo Jose Rojas, Eduard Prades e i due neoacquisti italiani Dario Cataldo e Davide Villella, entrambi in uscita dalla Astana. Tutti questi corridori potranno giocare di squadra e rendersi protagonisti nelle brevi corse a tappe e nelle corse in linea vallonate.

Pressoché sguarnito invece il reparto velocità e classiche. Il belga Jurgen Roelandts è una mosca bianca nel roster assemblato da Unzuè, ma per il passista veloce fiammingo sarà difficile sbrigarsela da solo in volata e sul pavé. 

Il profondo rinnovamento avvenuto in inverno ha portato ad un forte ringiovanimento della rosa con l'aggiunta di ben 8 atleti under 23. Fra questi vanno seguiti con particolare attenzione lo scalatore colombiano Juan Diego Alba, il passista danese Mathias Norsgaard e lo svizzero Johan Jacobs.

 

Juan Diego Alba Movistar Team
Jorge Arcas Movistar Team
Carlos Alberto Betancur Movistar Team
Héctor Carretero Movistar Team
Dario Cataldo Movistar Team
Gabriel Cullaigh Movistar Team
Inigo Elosegui Movistar Team
Imanol Erviti Ollo Movistar Team
Juri Hollmann Movistar Team
Johan Jacobs Movistar Team
Matteo Jorgenson Movistar Team
Enric Mas Movistar Team
Lluis Guillermo Mas Bonet Movistar Team
Sebastian Mora Movistar Team
Mathias Norsgaard Jorgensen Movistar Team
Nelson Oliveira Movistar Team
Antonio Pedrero Movistar Team
Eduard Prades Reverter Movistar Team
Jürgen Roelandts Movistar Team
Jose Joaquin Rojas Gil Movistar Team
Einer Augusto Rubio Movistar Team
Sergio Samitier Movistar Team
Eduardo Sepulveda Movistar Team
Marc Soler Movistar Team
Albert Torres Barcelo Movistar Team
Alejandro Valverde Movistar Team
Carlos Verona Quintanilla Movistar Team
Davide Villella Movistar Team

 





14/01/2020

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu˛ essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio