Tour de France 2018
Gilbert abbandona tra gli applausi, 60 km in sella con una rotula fratturata dopo il volo sul Portet d'Aspet

Gilbert abbandona tra gli applausi, 60 km in sella con una rotula fratturata dopo il volo sul Portet d'Aspet

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Si conclude anzitempo il Tour de France di Philippe Gilbert, protagonista ieri di una spettacolare quanto drammatica caduta nella picchiata del Col de Portet d’Aspet. Il vallone, che in quel momento stava conducendo in solitaria la corsa, ha perso il controllo del proprio mezzo in una curva verso sinistra ed è volato oltre il muretto di protezione della carreggiata, rovinando a terra da un’altezza di quasi 4 metri . Un salto nel vuoto che è costato all’alfiere della Quick Step Floors la frattura del polo laterale della rotula sinistra, che gli impedirà di ripartire oggi pomeriggio da Bagneres-de-Luchon.

Le spaventose immagini della caduta hanno richiamato alla mente di tanti appassionati il tragico incidente di Fabio Casartelli alla Grande Boucle del 1995, avvenuto nel medesimo tratto di discesa e a sua volta in una curva verso sinistra. Per fortuna in questa occasione ci ritroviamo a parlare di una storia completamente diversa, visto che a fare notizia è stata soprattutto l’eroica reazione di Gilbert. Dopo essere risalito sul livello della sede stradale l’ex iridato è infatti riuscito ad inforcare nuovamente la sua bici, andando a completare, nonostante le botte subite, i rimanenti 60 km di gara. Una volta tagliato il traguardo il corridore nativo di Verviers, insignito anche del numero rosso di più combattivo di giornata, ha descritto così gli istanti successivi al suo capitombolo: “Prima di tutto sono contento di essere qua dopo questo momento davvero difficile. Ho picchiato duro contro delle pietre e all’inizio ho preferito rimanere fermo, temendo di aver riportato qualche danno serio. In breve tempo è arrivato però un addetto della scorta tecnica, che mi ha aiutato ad alzarmi e rimontare dal dirupo. Non era certo questo il modo in cui pensavo di concludere il mio Tour e mi dispiace molto lasciare la corsa a questo punto”.

Il dolore al ginocchio e le marcate difficoltà di deambulazione nel post-tappa hanno spinto Gilbert a recarsi in serata all’ospedale di Tolosa, per degli accertamenti più approfonditi. L’esito degli esami ha confermato quindi la frattura laterale alla rotula, che costringerà il vallone a stare lontano dalla bici per circa 4/5 settimane. Uno stop che andrà purtroppo a compromettere l’intero finale di stagione, come confermato dal diretto interessato in un videomessaggio apparso stamani sugli account social della Quick Step Floors. La certezza è che Gilbert affronterà la fase di recupero con la stessa tenacia con cui ha affrontato gli ultimi 60 km della frazione di ieri, regalandoci l’impresa più bella di un Tour che, sotto il profilo tecnico, stenta invece a decollare.

La sequenza video della caduta

 

Il saluto di Gilbert a tutti i tifosi





25/07/2018

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio