Tour de France 2019
Le squadre della Grande Boucle 2019: i capitani (seconda parte)

Le squadre della Grande Boucle 2019: i capitani (seconda parte)
condividi la pagina:

Ultimiamo la nostra presentazione delle squadre in corsa al Tour de France 2019 con l'analisi dettagliata dei roster delle ultime 11 formazioni. In questa seconda tranche passeremo in rassegna, Mitchelton-Scott, Movistar, Dimension Data, INEOS, Jumbo-Visma, Katusha, Sunweb, Trek-Segafredo, UAE, Cofidis e Wanty.

 

Mitchelton-Scott Mitchelton - Scott - Qualità media molto elevata nell'ottetto schierato dagli australiani. Il leader designato è Adam Yates, che quest'anno sembra aver strappato al fratello Simon (schierato nel ruolo di gregario al Tour) la palma di ciclista migliore della famiglia. Proprio il gemello sarà la principale spalla del leader in montagna assieme al giovane Jack Haig. L'altra stella della selezione è Matteo Trentin, atteso nelle volate a ranghi ristretti in cui sarà coadiuvato da Juul-Jensen, Durbridge e Hepburn. Completa la selezione Daryl Impey, prospetto sempre interessante nelle tappe vallonate.

Movistar Team Movistar Team - Gli spagnoli si presentano a Bruxelles con la miglior squadra possibile. Il tridente composto da Mikel Landa, Nairo Quintana e Alejandro Valverde è potenzialmente esplosivo ma metterà nuovamente il GM Unzuè di fronte a grossi equivoci tattici. Impressionante anche la pattuglia dei gregari per le montagne che comprende Marc Soler, Andrey Amador e Carlos Verona, mentre le fasi pianeggianti saranno gestite da Imanol Erviti e Nelson Oliveira. 

Team Dimension Data Team Dimension Data - I sudafricani scendono in campo con una formazione eterogenea da cui è rimasto fuori Mark Cavendish, ormai lontano parente del fenomeno in grado di vincere 30 tappe al Tour. Proverà a non farlo rimpiangere il milanese Giacomo Nizzolo, che al debutto sulle strade di Francia dovrà riscattare un Giro anonimo. Il comparto velocità conta anche su MIchael Valgren e Edvald Boasson Hagen, due corridori perfetti per un paio di frazioni vallonate presenti nel tracciato. Sulle salite invece proveranno ad essere protagonisti Roman Kreuziger (con un occhio alla generale) e Steven Cummings, vincitore di tappa nel 2015 e nel 2016. Gli ultimi tre posti sono stati assegnati a Lars Bak, Reinardt Janse van Rensburg e Ben King.

Team INEOS Team INEOS - Pur senza Froome, il GM dei britannici Brailsford può vantare la squadra probabilmente migliore del lotto che comprende i primi favoriti per la maglia gialla secondo i bookmakers: il campione uscente Geraint Thomas e l'astro nascente Egan Bernal. Il capo della INEOS ha confermato che i due partiranno alla pari e sarà la strada ad assegnare i galloni di capitano. L'ormai tradizionale trenino nero vanterà vagoni del calibro di Wout Poels, Jonathan Castroviejo e Michal Kwiatkowski oltre all'azzurro Gianni Moscon. Gli ultimi due convocati sono i passisti Luke Rowe e Dylan Van Baarle che entreranno in azione nelle fasi più tranquille di gara.

Team Jumbo-Visma Team Jumbo-Visma - La formazione giallonera parte per essere protagonista in ogni frazione a partire da quella inaugurale. Dylan Groenewengen parte infatti con l'obiettivo di prendersi a Bruxelles la prima maglia gialla per poi affermarsi come il velocista principe in gruppo, con l'ausilio di Mike Teunissen e Amud Jansen. Il capitano per la generale sarà invece Steven Kruijswijk che punta a bissare o migliorare la top five del 2018 forte anche di alcuni gregari di lusso come George Bennett, Laurens De Plus e Tony Martin. Grande attesa poi per il debutto in un GT di Wout Van Aert: le ambizioni del belga sono tutte da inquadrare ma sicuramente potrà lasciare il segno in più di una giornata.

Team Katusha-Alpecin Team Katusha - Alpecin - L'obiettivo per il team svizzero è quello di centrare almeno un successo parziale infilando i propri atleti nelle fughe a lunga gittata. Il frontman Ilnur Zakarin viene da un Giro sottotono e difficilmente starà a galla nella generale, per lui meglio ambire ad azioni vincenti come quella di Ceresole Reale. Jens Debusschere sarà il velocista coadiuvato dal figlio d'arte Rick Zabel mentre gli altri atleti in divisa celeste sono tutti passisti possenti, da Jose Goncalves a Marco Haller passando per Alex Dowsett, Mads Wurtz Smith e soprattutto Nils Politt che nella stagione delle classiche ha dato ottimi segnali.

Team Sunweb Team Sunweb - I tedeschi hanno dovuto rivoluzionare i propri piani a causa del forfait di Dumoulin. Acquisisce ancora maggior importanza Michael Matthews, un corridore in grado di districarsi in volata, resistere sulle salite più agevoli e magari bissare la maglia verde del 2017. Il treno per gli sprint sarà quindi composto da Niklas Arndt, Cees Bol e Chad Haga mentre dovrebbe godere di maggior libertà Soren Kragh Andersen. L'onere di rappresentare la squadra nella generale è passato sulle spalle di Wilco Kelderman, reduce però da alcuni mesi complicati; spetta a Nicholas Roche, Lennard Kamna e Chad Haga la responsabilità di scortarlo sulle montagne.

Trek-Segafredo Trek-Segafredo - Richie Porte è intenzionato a dare l'ennesimo assalto al podio di Parigi sperando che stavolta la sorte sia dalla sua parte. Il tasmaniano arriva a Bruxelles a fari spenti ma potrà contare su un supporting cast di prim'ordine che comprende i reduci dal Giro Bauke Mollema e Giulio Ciccone, quest'ultimo atteso al debutto alla Grande Boucle, oltre al francese Julien Bernard. L'Italia sarà rappresentata anche da Fabio Felline, che al pari di Toms Skujins dovrebbe godere di buona libertà per qualche attacco. In assenza di Degenkolb l'uomo veloce sarà Jasper Stuyven coadiuvato da Koen De Kort.

UAE Team Emirates UAE Team Emirates - Tantissima qualità ma anche molte incognite nella selezione emiratina. Sulla carta i capitani saranno Dan Martin (reduce da tre top ten consecutive) per la generale e Alexander Kristoff per le volate, ma non mancano certo le alternative al team arabo. I tifosi italiani attenderanno soprattutto qualche segnale da Fabio Aru, che dopo le incoraggianti prove a Tour de Suisse e Campionato italiano vorrà misurare i progressi compiuti dopo l'intervento subito. Il sardo parte per aiutare Martin come altri papabili big ossia Alberto Rui Costa (da tenere sott'occhio per le fughe) e Sergio Henao. Il reparto velocità invece vede il debutto del giovane talento Jasper Philipsen al fianco dei norvegesi Vegard Stake Laengen e Sven Erik Bystrom.

Cofidis, Solutions Crédits Cofidis, Solutions Crédits - Il team Professional francese può vantare un roster quasi da World Tour dunque non sono mancate le esclusioni eccellenti a partire da quella di Bouhanni. La freccia per le volate sarà dunque il più gestibile Cristophe Laporte mentre Julien Simon entrerà in scena negli sprint a ranghi ristretti. Sulle grandi montagne invece i più attesi sono Jesus Herrada, Nicolas Edet e Natnael Berhane, probabili protagonisti nelle fughe su Alpi e Pirenei. Completano la selezione il cronoman Stephane Rossetto, Anthony Perez e Pierre-Luc Perichon.

Wanty - Groupe Gobert Wanty - Gobert Cycling Team - Unica straniera fra le formazioni Professional, la squadra belga si è meritata per il terzo anno di fila l'invito alla Grande Boucle. L'uomo di riferimento è ancora Guillaume Martin, talentuoso scalatore parigino spesso protagonista in fughe a lunga gittata nelle tappe di alta montagna. Le responsabilità in volata saranno invece sulle spalle di un vicentino, Andrea Pasqualon, che con la Wanty sembra aver trovato la propria dimensione ideale. Gli altri compagni di squadra punteranno a farsi vedere con attacchi da lontano, specialità in cui eccelle l'esperto padrone di casa Yoann Offredo.





01/07/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio