Uci
Vicenza KO, alla Svizzera il Mondiale 2020. Rassegna elvetica anche nel 2024, Fiandre per il 2021

Vicenza KO, alla Svizzera il Mondiale 2020. Rassegna elvetica anche nel 2024, Fiandre per il 2021

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

In occasione della riunione odierna a Innsbruck del Comitato direttivo UCI è stato definito il futuro del Campionato del Mondo su strada. Il massimo organismo internazionale della bicicletta ha fissato le sedi delle prossime rassegne iridate con un orizzonte temporale insolitamente largo, fino al 2024.

La beffa per l'Italia era nell'aria e si è inevitabilmente concretizzata: il Mondiale 2020, ufficiosamente assegnato a Vicenza fin dallo scorso anno, verrà invece organizzato in Svizzera, precisamente nei Cantoni francofoni di Vaud e Vallese; epicentro della rassegna iridata sarà Aigle, cittadina sede dell'UCI. La candidatura veneta paga quindi le divisioni politiche a livello nazionale e locale e l'arrivo tardivo dei fondi necessari per assicurarsi il posto. 

La rassegna iridata tornerà in Svizzera anche 4 anni più tardi, nel 2024, quando ad ospitare gli eventi saranno i Cantoni germanofili a est della confederazione. Assegnato anche il Mondiale 2021 che si svolgerà il Belgio lungo le strade delle Fiandre. Ricordiamo che fra 12 mesi le maglie iridate verranno assegnate in Gran Bretagna, per l'esattezza nello Yorkshire; i tracciati delle varie prove sono stati presentati proprio ieri (clicca qui). Per il 2025 invece in presidente dell'UCI David Lappaertient si è espresso nello scorso mese di luglio augurandosi che un paese africano si candidi per ospitare la rassegna; rimane dunque da definire il collocamento per le edizioni 2022 (dovrebbe essere una nazione extraeuropea emergente) e 2023 (per cui si è candidata la Francia).

Per il nostro paese arriva come parziale consolazione l'assegnazione dei Mondiali di MTB per il 2021, precisamente in Val di Sole. Nel 2022 invece questa manifestazione andrà in scena in Francia e nel 2024 a Andorra. Curiosa scelta per i Campionati del Mondo su pista che nel 2021 sbarcheranno in Turkmenistan, paese completamente vergine per quanto riguarda le due ruote ma dotato di un moderno velodromo nella città di Asghabat.





27/09/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio