Under 23
Ancora Colombia al Giro Under 23, trionfa Rubio Reyes, il gallese Williams nuovo leader

Ancora Colombia al Giro Under 23, trionfa Rubio Reyes, il gallese Williams nuovo leader
condividi la pagina:

E' ancora show colombiano nella quinta tappa del Giro d'Italia Under 23 con arrivo a Dimaro Folgarida. Stavolta a sorridere è Einer Augusto Rubio Reyes che raggiunge il traguardo con un vantaggio di 5” sul britannico Stephen Williams (SEG Racing Academy) e di 10” sul kazako Yuriy Natarov (Team Astana City). In quarta posizione un altro colombiano, Cristian Munoz Lancheros a 21”, mentre chiude quinto il portoghese Joao Almeida (Hagens Berman Axeon) a 26”. Nessun azzurro nella top ten, il migliore è Aldo Caiati (Zalf Euromobil Desiree Fior), sedicesimo a 54”.
Con il secondo posto di tappa Williams diventa la nuova maglia rosa spodestando il colombiano Alejandro Osorio Carvajal, giunto decimo a 30”.
Partenza da Darfo Boario Terme con il gruppo rimane compatto per una quarantina di chilometri. I primi a provarci sono Robert Stannard (Mitchelton BikeExchange), Sean Bennett (Hagens Berman Axeon), Julian Mertens (Lotto Soudal), Matteo Sobrero (Dimension Data for Qhubeka) raggiunti poi da Gabriel Cullaigh (Team Wiggins) ed Inigo Elosegui (Equipo Lizarte). La loro azione non ha grande successo. Sul primo GPM di giornata, Corteno Golgi, transita Gino Mader (IAM Excelsior) il quale prosegue da solo per poi essere raggiunto da altri 16 corridori: Alessandro Covi, Jaspers Ward, Andrea Colnaghi, Raul Colombo, Mattia Bais, Matteo Donegà, Giuseppe La Terra, Roger Adria, Mark Donovan, William Barta, Aldo Caiati, Giacomo Garavaglia, Alessandro Monaco, Luca Covili, Grigory Shtein e Stefan De Bod.
Sul Passo del Tonale attaccano Munoz (Nazionale Colombia), Donegà (Cycling Team Friuli) e Colnaghi (Team Pala Fenice), ma ben presto il colombiano stacca i compagni di fuga transitando in cima al GPM con ben 3' di vantaggio su un drappello di cinque unità composto da Elosegui, Shtein, Bayembayev (Team Astana City), Gianni Pugi (Ciclistica Malmantile) e Mikkel Bjerg (Hagens Berman Axeon). Ai – 25 chilometri il fuggitivo ha sempre 2' su Pugi e Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Desiree Fior), poco più indietro il gruppo.
Nella salita finale diminuisce radicalmente il vantaggio di Munoz il quale viene raggiunto ai – 8 da Nikolai Cherkasov (Nazionale Russia) prima e dal compagno Rubio Reyes e da Natarov poi. Ai – 3 chilometri dall'arrivo attacca Natarov, il più pronto è Rubio Reyes che raggiunge e salta di slancio il corridore kazako andando a conquistare la tappa. Nel frattempo dietro rimonta Williams che con una grande azione nel finale ottiene il secondo posto e soprattutto si veste di rosa.


Nella classifica generale il gallese ha ora 13” su Osorio Carvajal e 23” su Natarov. Purtroppo gli italiani spariscono dalla top ten, il migliore si conferma Covi in tredicesima posizione con un ritardo di 1'05”. Situazione ancora molto aperta, all'insegna dell'equilibrio.


Queste le parole della nuova maglia rosa:"È una grande corsa, organizzata veramente bene. Grandi percorsi, grandi avversari. È fantastico vestire questa maglia Rosa, ora sono in testa alla classifica e cercherò di mantenerla fino alla fine”.


Oggi tappa tutta trentina da Dimaro Folgarida a Pergine Valsugana, frazione per attaccanti e cacciatori di tappe con due GPM di terza categoria. Non ci dovrebbero essere sconvolgimenti in classifica generale.

Ordine d’arrivo:
1. Einer Augusto Rubio Reyes (COL, Nazionale Colombia) 127,8 km in 3h36'47" alla media di 35,372 km/h
2. Stephen Williams (GBR, SEG Racing Academy) a 5"
3. Yuriy Natarov (KAZ, Team Astana City) a 10"
4. Cristian Munoz Lancheros (COL, Nazionale Colombia) a 21"
5. Joao Almeida (POR, Hagens Berman Axeon) a 26"
6. Nikolai Cherkasov (RUS, Nazionale Russa) s.t.
7. Aleksandr Vlasov (RUS, Nazionale Russa) s.t.
8. Robert Stannard (AUS, Mitchelton-BikeExchange) a 30"
9. Vadim Pronskiy (KAZ, Team Astana City) s.t.
10. Alejandro Osorio Carvajal (COL, Nazionale Colombia) s.t.

Classifica generale:
1. Stephen Williams (GBR, SEG Racing Academy) 689,7 km in 17h22'18" alla media di 39,699 km/h
2. Alejandro Osorio Carvajal (COL, Nazionale Colombia) a 13"
3. Yuriy Natarov (KAZ, Team Astana City) a 23"
4. Cristian Munoz Lancheros (COL, Nazionale Colombia) a 24"
5. Aleksandr Vlasov (RUS, Nazionale Russa) a 25"
6. Einer Augusto Rubio Reyes (COL, Nazionale Colombia) a 36"
7. Joao Almeida (POR, Hagens Berman Axeon) a 38"
8. William Barta (USA, Hagens Berman Axeon) a 54"
9. Michel Ries (LUX, Polartec-Kometa) a 56"
10. Daniel Munoz Giraldo (COL, Nazionale Colombia) a 56"





13/06/2018

Nicola Mugnaini


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puō essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio