Stagione 2016
Bilanci di fine stagione, seconda parte: Cannondale, Dimension Data, Etixx

Bilanci di fine stagione, seconda parte: Cannondale, Dimension Data, Etixx

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Come ogni finale di anno che si rispetti, non può mancare il tempo dei bilanci, con le conferme, le sorprese e pure le delusioni che si sono distinte nel bene e nel male. La carrellata continua con la seconda parte e altre tre formazioni del World Tour, in rigoroso ordine alfabetico: Cannondale-Drapac, Dimension Data e Etixx Quick Step.

Cannondale - Drapac

10 vittorie sono veramente poche per chi nel roster si ritrova nomi come Rolland, Uran, Talansky. Ma di questo bilancio negativo, incide la scelta di inizio stagione nel non puntare in un velocista di livello, che sicuramente avrebbe apportato un numero di vittorie o piazzamenti superiori a questi numeri. Bene le seconde linea, male i capitani. Momento di transizione che dovrebbe portare alla consacrazione nella prossima stagione. Analizzando i i singoli tra i miglior sicuramente Andrew Talansky: quinto posto alla Vuelta d'Espana, quarto al Giro di California, quinto al Giro di Svizzera e terzo al Tour of Utah. Ma le vere sorprese arrivano dall'Italia con Davide Formolo (nono alla Vuelta), Davide Villella (quinto al Lombardia), Alberto Bettiol e Moreno Moser. Piazzamenti, buone prestazioni e speranze riposte nel futuro. La squadra americana non ha conquistato nessun successo nel World Tour, complice il fallimento nella scelta di capitani come Pierre Roland, annata peggiore tra i professionisti, Sebastian Langeveld mai in forma. Si salva Rigoberto Uran Uran che conquista un settimo posto al Giro di Italia e tre terzi posti con la Milano-Torino, Giro dell'Emilia e il Lombardia. 

Dimension Data

33 vittorie e un'annata da incorniciare. Tre nomi su tutti Cavendish, Boasson Hagen e Cummings. Il primo è il corridore in carica con più vittorie alla Grande Boucle e anche quest'anno l'inglese ha timbrato il cartellino ben quattro volte, per chiudere con 10 vittorie, 8 seconde piazze e due terzi posti. Il campione norvegese invece si è messo in mostra nella parte iniziale della stagione con le vittorie di tappa in Oman e in Qatar, concludendo in bellezza nell'Eneco Tour. Stephen Cummings vero mattatore in casa Dimension, tappa alla Tirreno-Adriatico, alla Vuelta dei Paesi Baschi, al Giro del Delfinato e come fiore all'occhiello la vittoria del Tour of Britain. Da segnalare anche la buona annata per il sudafricano Reinardt, che colleziona ben 5 terzi posti e una vittoria. Punti negativi per Tyler Farrar unica vera delusione.

Etixx Quick Step

Stagione da incorniciare. 56 vittorie, ma al netto dei successi, tante sorpresE, tante conferme e tanta programmazione per il futuro. Un lavoro egregio. La stagione è iniziata mettendo in luce Fernando Gaviria, classe '94, un futuro dalla sua. Doppietta al Tour de San Luis con due volate magistrali, ma il ragazzo ha dimostrato il suo vero valore vincendo la terza tappa della Tirreno-Adriatico, altra doppietta al Tour of Pologne e per concludere la prestigiosa Paris-Tours Elite. Ma l'uomo copertina di questa squadra, l'italiano Gianluca Brambilla, che a 29 anni, si è tolto la soddisfazione di indossare la Maglia Rosa, di vincere una tappa al Giro e una alla Vuelta. Nulla da dire, chapeaux. Conferme da Marcel Kittel (13 vittorie), Tony Martin e Niki Terpstra. Sorpresa di stagione, Bob Jungels, maglia di miglior giovane al Giro e alla Tirreno Adriatico. Anche il vecchio lupo Tom Bonnen, all'età di 36 anni, conquista un secondo posto alla Parigi-Roubaix. Piccola delusione per Zdenek Stybar, bene ad inizio stagione poi il vuoto.





14/11/2016

Alberto Porcaro


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio