Stagione 2018
Bilanci squadre 2018, Team Sky: nuovo dominio al Tour, Froome rompe anche il tabł Giro

Bilanci squadre 2018, Team Sky: nuovo dominio al Tour, Froome rompe anche il tabł Giro

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Altra stagione da consegnare agli annali per il Team Sky che come nella stagione precedente anche nel 2018 ha portato a casa due Grandi Giri su tre oltre a innumerevoli altre corse. In totale il bottino degli uomini di Sir Dave Brailsford conta ben 43 successi (7 in più dello scorso anno) anche se a rimanere impressa nella memoria dei tifosi sarà soprattutto lo strapotere mostrato nelle gare a tappe.

La vittoria al Tour de France è ormai diventata una dolce abitudine per i britannici: la quarta maglia gialla consecutiva (nonché la sesta in sette anni) è arrivata per merito di un nuovo protagonista, Geraint Thomas, l'ultimo prodotto della fabbrica di campioni targata Sky. L'ex pistar ha completato al meglio il processo di trasformazione in passista-scalatore e sulle strade della Grande Boucle ha annichilito gli avversari sia in salita che a cronometro. La vera novità è arrivata al Giro d'Italia, una corsa da sempre ostica alla Sky; il talento smisurato di Chris Froome ha permesso di rompere anche questo tabù grazie ad un'azione memorabile sul Colle delle Finestre. L'unica nota di demerito per i due compagni-avversari è dovuta all'ingiustificata assenza a una rassegna iridata che avrebbe potuto premiarne le caratteristiche.

Alle spalle di Froome e Thomas è cresciuta la stella di Egan Bernal, vincitore del Giro di California e gregario impagabile sulle strade di Francia per i due capitani. Doppia veste anche per Michal Kwiatkowski, in grado di vincere la TIrreno-Adriatico e di sacrificarsi poi per i leader designati.  Stagione altalenante per il talento azzurro Gianni Moscon che nonostante la squalifica di luglio ha proseguito il proprio processo di crescita ottenendo in Cina anche la prima vittoria nel World Tour. Assieme al trentino continuano a maturare gli altri giovani su cui Brailsford hanno puntano, in particolare Lawless, Dunbar e Sivakov. 

Il passo indietro è arrivato nel reparto Classiche, dopo che sia nel 2016 sia nel 2017 lo squadrone britannico aveva centrato una Monumento. Lo stesso Moscon è apparso appannato in primavera al pari degli altri leader per il pavé Stananrd e Rowe. Maggior aspettative erano riposte nel pacchetto per le Ardenne, ma Wout Poels non è mai stato quello del 2017.





19/12/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puņ essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio