Tour of Guangxi 2018
In Cina tante volate e un arrivo in salita per decidere la generale

In Cina tante volate e un arrivo in salita per decidere la generale
condividi la pagina:

Il calendario World Tour 2019, come usuale in questi anni, troverà il suo naturale epilogo in Estremo Oriente, dove martedì 15 ottobre prenderà il via la terza edizione del Tour of Guangxi. La conclusione è prevista domenica 20 ottobre. La Cina meridionale e le sue strade accoglieranno infatti l’ultimo evento del principale circuito mondiale di gare ciclistiche. Il disegno di questa edizione ricalcherà sommariamente quello dell'edizione 2018: saranno ancora sei le frazioni totali di gara. Il profilo altimetrico non presenterà eccessive difficoltà; la maggior parte delle frazioni sono infatti pensate per essere conquistate da ruote veloci. Anche i chilometraggi non saranno proibitivi: ad eccezione di una frazione che supera i 200 chilometri totali, le altre resteranno complessivamente su totali pari o inferiori ai 160 chilometri a tappa. 

Il percorso

Anche lo start di questa terza edizione, martedì 15 ottobre, sarà affidato alla cittadina di Beihai, centro portuale affacciato sul Golfo del Tonchino. I chilometri totali saranno 135.6, privi di rilevanti difficoltà altimetriche: l'unica asperità sarà Haijing Ave, affrontata per ben tre volte nel circuito cittadino predisposto e gran premio della montagna nelle ultime due tornate, al fine di assegnare la prima maglia verde degli scalatori. L'arrivo a Beihai sarà totalmente pianeggiante e, a meno di clamorose sorprese a spuntarla saranno i velocisti. Si riparte da Beihai, mercoledì 16 ottobre, per arrivare a Qinzhou nella seconda frazione: 152.3 chilometri senza un gran premio della montagna. Alta velocità e organizzazione dei treni velocisti saranno le maggiori emozioni. Sarà maggiormente mosso il profilo della frazione di giovedì 17 ottobre: i 143 chilometri da Nanning a Nanning si svolgeranno su un circuito con diverse ondeggiature del terreno. Nulla di che, sia chiaro. L'altitudine maggiore toccata sarà di 145 metri sul livello del mare: questo rende l'idea. In un tracciato come quello della corsa orientale potrebbe bastare davvero poco per accendere la fantasia. 

La svolta definitiva in classifica generale si avrà nella quarta frazione. Così successe l'anno scorso, così due anni fa. Venerdì 18 ottobre è infatti previsto l'arrivo in quota dopo aver affrontato la salita di Mashannongla: 3,2 km al 7,3%. Una scalata non troppo lunga ma senza dubbio esplosiva a fare da epilogo ai 161.2 chilometri da Nanning a Nongla. La quinta frazione aprire il fine settimana conclusivo della rassegna. Sabato 19 ottobre è prevista la frazione più lunga del Tour of Guangxi: 212 chilometri da percorrere per arrivare da Liuzhou a Guilin. L'arrivo è in pianura ma la parte centrale della frazione presenta tre gran premi della montagna ravvicinati e una lunga discesa; potrebbero approfittarne le fughe. Sarà proprio la cittadina di Guilin ad ospitare la tappa finale della corsa cinese: domenica 20 ottobre, 168.3 chilometri per tornare a Guilin, città di partenza, dopo due gran premi della montagna di modesta difficoltà e un percorso adatto, ancora una volta alle ruote veloci. Andrà così in archivio ufficialmente, non solo la terza edizione del Tour of Guangxi, ma anche la stagione World Tour 2019. 

Di seguito tutte le altimetrie

image.png

image.png

image.png

image.png

image.png

image.png





15/10/2019

Stefano Zago


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio