Tour of Guangxi 2018
Terreno per sprinter e scattisti nelle 6 tappe in programma, finale da cartolina a Guilin

Terreno per sprinter e scattisti nelle 6 tappe in programma, finale da cartolina a Guilin
condividi la pagina:

Anche nel 2018 il calendario World Tour tramonterà nell’Estremo Oriente, con la 2° edizione del Tour of Guangxi. Le strade della Cina meridionale ospiteranno infatti l’ultimo evento del principale circuito mondiale e vedranno i corridori sfidarsi, da martedì a domenica, in 6 tappe dal disegno pressoché analogo a quello dello scorso anno. Dislivelli e chilometraggi non eccessivi dunque per un percorso pensato come ideale passerella di fine stagione, in cui troveranno pane per i loro denti soprattutto le ruote veloci.

 

Tappa 1 Beihai-Beihai (107,4 km)

 

 

Si parte con una kermesse tra i viali di Behiai, centro portuale affacciata sul Golfo del Tonchino. I corridori sfileranno lungo un circuito di 53,7 km, da ripetere due volte, piuttosto filante sia sotto il profilo altimetrico che planimetrico. L’unica difficoltà sarà rappresentata dal GPM di Haijing Ave, 1,8 km al 4,8% di pendenza media, inserito più per l’assegnazione della prima maglia verde di miglior scalatore che per mettere in difficoltà i velocisti. Qualche frattura in gruppo potrebbe avvenire però nella seguente discesa dal promontorio di Guantoling, condita con qualche passaggio tecnico e posta, in occasione del secondo ed ultimo passaggio, a 13 km dalla conclusione.

 

Tappa 2 Beihai-Qinzhou (145,2 km)

 

 

Piatta quasi come un biliardo la seconda frazione, in cui la carovana si sposterà, seguendo il profilo della costa, in direzione nord-ovest. Per i team degli sprinter non sarà difficile tenere sotto controllo la situazione in vista di un finale che si preannuncia ad altissima andatura. Gli ultimi 37 km saranno infatti dipanati in un anello cittadino, anche in questo caso di 2 giri, dalla tracciatura oltremodo lineare. I vari treni potranno quindi lanciare al meglio i loro ultimi vagoni, ingaggiando una battaglia di potenza e velocità.

 

Tappa 3 Nanning-Nanning (125,4 km)

 

 

Altra tappa in stile criterium all’interno della metropoli di Nanning, nota in tutto il paese come “Città Verde”, per via dei suoi numerosi parchi e per le sue minuziose decorazioni floreali negli spazi urbani. Il circuito di gara misurerà stavolta 31,5 km e, con un suoi 4 passaggi complessivi sul traguardo, consentirà agli atleti di prendere confidenza con un finale privo di particolari insidie. Gli attaccanti di giornata con tutta probabilità si daranno invece battaglia sul breve quanto semplice strappo di Liusha Rd, valido come GPM nella 2° e nella 3° tornata.

 

Tappa 4 Nanning-Mashan Nongla Scenic Spot (152,2 km)

 

 

Si decidono le sorti della generale in una frazione in cui i velocisti abdicheranno in favore dei corridori più dotati in salita. Il GPM di Shiangliuqin, posto al km 23, farà da trampolino di lancio per i fuggitivi, che dovranno poi difendersi nei successivi 120 km , privi invece di qualsiasi asperità. La tensione salirà comunque progressivamente in vista dell’ascesa conclusiva, che con i suoi 3,2 km al 7,3% potrebbe scavare più di qualche differenza in chiave vittoria finale. Una scalata non troppo lunga ma senza dubbio esplosiva quindi, che farà da teatro ad una battaglia in apnea tra i migliori scattisti del lotto.

 

Tappa 5 Liuzhou-Guilin (212,2 km)

 

 

Spunti tecnici superiori alla media nella 5° tappa, che per distanza e profilo si avvicina più delle altre ad una mini-classica. L’abbordabile GPM di Changsheng traghetterà i corridori verso una seconda metà di frazione piuttosto nervosa, ma non certo insuperabile per gli sprinter. Nell’arco di 30 km verranno affrontati infatti i GPM di Anxi (2,2 km al 5%), di Huangsha (3,3 km al 4,2%) e di Guochong (4,6 km al 4,7%), prima dei più semplici 30 km finali verso Guilin. A differenza di altre giornate non mancherà quindi il terreno per smuovere le acque e per intossicare le gambe delle ruote veloci, anche se non sarà comunque facile sorprendere il plotone.

 

Tappa 6 Guilin-Guilin (169 km)

 

 

L’ultimo atto della corsa andrà in scena in una location cartolina come quella di Guilin, città incastonata tra il fiume Lijiang e gli inconfondibili rilievi che circondano la vallata. Il tracciato ricalcherà un anello di andata e ritorno dal cuore del centro abitato, con i GPM di Huilong (3,5 km al 4%) e di Paohan (5 km al 3,8%) concentrati tra i -60 ed i -40 dall’arrivo. Anche stavolta i velocisti avranno la possibilità di recuperare smalto nell’ultima porzione della tappa e di fare quadrato attorno ai propri compagni per gestire un finale rapido e nel complesso pianeggiante.





14/10/2018

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio