Uci
Prendono forma i prossimi Mondiali: tanta salita a Martigny 2020, assaggio di pavé nelle Fiandre nel 2021

Prendono forma i prossimi Mondiali: tanta salita a Martigny 2020, assaggio di pavé nelle Fiandre nel 2021

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

A meno di 24 ore dal trionfo di Alejandro Valverde che ha fatto calare il sipario sul Mondiale di Innsbruck 2018 sono iniziate le congetture sul percorso delle prossime rassegne iridate. Proprio nel Tirolo austriaco hanno mostrato le proprie carte gli organizzatori dell'edizione 2019 che si terrà in Yorkshire, presentando un percorso esigente e di difficile interpretazione (clicca qui per i dettagli). L'UCI ha poi annunciato un programma pluriennale assegnando il Mondiale 2020 alla Svizzera, quello 2021 al Belgio e quello 2024 di nuovo alla confederazione elvetica.

Per la rassegna iridata del 2020 si terrà nel Canton Vallese, fra la sede UCi di Aigle e la città di Martigny. In particolare la prova in linea secondo le prime ricostruzioni prenderebbe il via proprio da Aigle; i corridori inizieranno poi la propria fatica con un tratto in linea di oltre 100 chilometri comprendente l'impegnativa ascesa di Col de Champex (11.1 km al 7.9%). Il circuito iridato poi misurerà oltre 20 chilometri e si dipanerà intorno a Martigny. L'anello - che i pro' ripeteranno 7 volte - sarà caratterizzato dal https://goo.gl/usUgAo, 3800 metri al 10% che renderanno la corsa estremamente selettiva. Nel complesso sarebbero circa 277 chilometri con un dislivello complessivo superiore anche a quello di Innsbruck 2018 (6000 metri contro i 5040 della rassegna tirolese).

La passione raggiungerà probabilmente il proprio apice in occasione del Mondiale 2021 che andrà in scena in una delle patrie del ciclismo, le Fiandre; gli organizzatori belgi starebbero però pensando ad un Mondiale con poco pavé. Per la corsa dei professionisti verrà riproposto l'ormai usuale disegno con un tratto in linea iniziale, in questo caso quasi 130 chilometri da Anversa a Leuven; già in questo frangente i corridori dovranno superare alcuni muri e tratti sulle pietre. Nel capoluogo del Brabante Fiammingo la carovana imboccherà un circuito di 22.5 chilometri da ripetere 5 volte che comprende i due brevi muri di Chaurtreuzeberg (700 metri al 6%) e Wijnpers (400 metri al 4%).

I percorsi sono comunque ancora in una fase embrionale; gli organizzatori presenteranno i progetti all'UCI che potrà dare il proprio benestare o proporre modifiche.

 





01/10/2018

Matteo Pierucci


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio