Belgium Tour 2019
Spazio per tutti con pavé, muri, volate e crono. Wellens il favorito

Spazio per tutti con pavé, muri, volate e crono. Wellens il favorito
condividi la pagina:

Nella terra delle Classiche in linea c'è spazio anche per una breve corsa a tappe: il Baloise Belgium Tour, in programma dal 12 al 16 giugno. L'edizione numero 89 del Giro del Belgio si compone di quattro tappe in linea equamente distribuite fra Fiandre e Vallonia oltre ad una cronometro individuale. Il tracciato presenta le tradizionali difficoltà di queste latitudini ma si presta come ottimo banco di prova per coloro che preparano i prossimi obiettivi a partire dal Tour de France.

Negli scorsi anni spesso è stata la prova contro il tempo a decidere le sorti della generale, tanto che il plurivincitore della manifestazione è Tony Martin che fra il 2012 e il 2014 ha infilato tre successi consecutivi. Avrebbe potuto eguagliarlo il padrone di casa Jens Keukeleire che dopo due allori di fila ha deciso quest'anno di non presenziare.

Il percorso

Sulla carta il tracciato si presenta di facile lettura: due tappe per velocisti, due ondulate e la cronometro. La carovana prenderà il via dalla piazza più grande del Belgio, a Sint-Niklaas nelle Fiandre Orientali. I corridori incontreranno soltanto pianura per 184.3 chilometri ma dovranno fare attenzione al circuito conclusivo nei dintorni di Knokke-Heist; l'anello da ripetere due volte si affaccia direttamente sul mare e il vento potrebbe giocare un ruolo cruciale in vista della presumibile volata. La seconda frazione ricondurrà la corsa nell'entroterra, a Zottegem. Dopo una fase iniziale tranquilla ci saranno da superare sei dei muri fiamminghi fra cui il Tenbosse e soprattutto il celebre Muur di Geraardsbergen; nel finale anche il doppio passaggio sui segmenti in pavé di Lippenhovestraat e Paddestraat

Al terzo giorno sarà il momento della cronometro. La prova avrà inizio e fine a Grimbergen, nei sobborghi di Bruxelles. I 9200 metri della crono sono completamente piatti dunque gli specialisti delle lancette potrebbero scavare solchi importanti. Con la quarta tappa si passerà in Vallonia e a farla da padrone saranno le cotes. I chilometri saranno da affrontare saranno 151 con partenza ed arrivo a Seraig, nei pressi di Liegi; non possono dunque mancare alcune delle salite classiche per la Doyenne come la Redoutte e la Roche aux Faucons. Sarà con ogni probabilità la generale si definirà in questa penultima tappa, perché nella giornata conclusiva è prevista la Tongeren - Beringen che per 158 chilometri presenta soltanto pianura.

I favoriti

Nonostante il forfait del campione uscente la Lotto Soudal si presenta comunque come la squadra da battere. In particolare il corridore più atteso è Tim Wellens, che dopo una buona primavera torna in gruppo in una corsa adattissima ad un corridore eclettico e di qualità come il fiammingo. Da tenere sott'occhio anche il suo compagno Victor Campenaerts che avrà la cronometro dalla sua. L'altra stella della manifestazione è Remco Evenepoel, beniamino di casa e autentico trascinatore della Deceuninck-QuickStep alle recenti Hammer Limburg. Le altre squadre WorldTour presenti sono la Astana di Laurens De Vreese e la Trek-Segafredo del cronoman Ryan Mullen. Fra le Professional in ottica classifica generale i profili più interessanti sono quelli di Ben Hermans (Israel) e soprattutto Niki Terpstra, ancora alla ricerca dell'acuto con la divisa della Total Direct Energie.

Decisamente elevata la qualità media nel lotto dei velocisti presenti ai nastri di partenza. Il faro sarà Fabio Jakobsen che avrà a disposizione il collaudato treno della Deceuninck. A provare a contrastarlo l'altro giovane sprinter Jasper Philipsen in corsa con la divisa della Nazionale Belga. Fra gli uomini veloci citiamo anche Christophe Laporte (Cofidis), Rudy Barbier (Israel), Bryan Coquard (Vital Concept) e gli azzurrini Nicolò Bonifazio (Total) e Matteo Moschetti (Trek).





11/06/2019

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio