Campionato Europeo Glasgow 2018
Sulle strade di Glasgow sono favoriti i velocisti

Sulle strade di Glasgow sono favoriti i velocisti
condividi la pagina:

Va in scena domani domenica 12 agosto la terza edizione del Campionato Europeo. La prova in linea della rassegna continentale presenta un tracciato che si sviluppa interamente entro l’abitato di Glasgow, e la mancanza di grandi difficoltà altimetriche lascia presagire ad un arrivo allo sprint. Vediamo nel dettaglio.

Il percorso
Il percorso di questa edizione presenta un circuito di 14,4 chilometri, da ripetere per 16 tornate, per una distanza complessiva di 230,4 km. Si parte nei pressi del parco Glasgow Green, per poi fiancheggiare dopo una manciata di chilometri Central Station. A Kelvingrove Park il percorso piega nuovamente verso est: è in questo settore che la prova su strada presenta le maggiori difficoltà altimetriche, con un paio di chilometri caratterizzati da alcuni brevi strappi. Superato un tratto veloce, al km 11 la prova offre un ulteriore spunto per provare una sortita, poco prima di transitare davanti alla Cattedrale. Nel segmento finale il tracciato è prevalentemente pianeggiante, ma attenzione ad alcune difficoltà planimetriche, tipiche dei circuiti cittadini.

I favoriti
Sono presenti entrambi i vincitori delle due edizioni precedenti, ovvero Peter Sagan e Alexander Kristoff, e sia lo slovacco che il norvegese possono puntare al bis, in quanto il percorso appare favorevole alle ruote veloci. In questa cerchia entrano di diritto anche il tedesco John Degenkolb, il britannico Mark Cavendish e il nostro Elia Viviani. Sono però tante le variabili in grado di condizionare una gara come quella di Glasgow: ecco allora che il lotto dei favoriti si amplia, comprendendo anche il francese Christophe Laporte, il ceco Zdenek Stybar, il danese Magnus Cort Nielsen. Impossibile non considerare la compagine belga, che oltre alle sue punte Greg Van Avermaet e Jasper Stuyven ha una formazione di alto profilo, così come quella spagnola capitanata da Juan José Lobato. Per quanto riguarda gli azzurri, oltre al già citato campione italiano Viviani, schieriamo una squadra con altre frecce al nostro arco, tra cui Matteo Trentin e Sonny Colbrelli: tutti a caccia dell’alloro continentale.





11/08/2018

Giovanni Sassi


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio