Memorial Marco Pantani 2019
Tanti campioni in corsa per ricordare il Pirata e preparare il Mondiale

Tanti campioni in corsa per ricordare il Pirata e preparare il Mondiale
condividi la pagina:

Il calendario autunnale italiano ricco di appuntamenti prevede anche il passaggio in Romagna per il Memorial Marco Pantani 2019. La corsa organizzata come molte altre dal GS Emilia spegne quest'anno 16 candeline e lo fa mettendo in strada una delle edizioni sulla carta più riuscite. La startlsit conta infatti ben 25 formazioni fra cui 7 World Tour e un numero di campioni che forse mai si era visto ai nastri di partenza dell'evento in memoria del Pirata.

Non sarà della partita il campione uscente Davide Ballerini ma saranno comunque molti i corridori in gara che già hanno scritto il proprio nome nell'albo d'oro e che vorranno concedere il bis: Francesco Gavazzi, Diego Ulissi, Sonny Colbrelli, Sacha Modolo, Fabio Felline e Roberto Ferrari.

Il percorso

Nonostante lo spostamento della località di partenza da Cesenatico a Castrocaro Terme, rimangono invariati la lunghezza (199.8 chilometri) e il disegno complessivo del tracciato: un segmento iniziale in linea ondulato, poi il circuito di Montevecchio ed infine il tratto tutto pianeggiante per arrivare a Cesenatico e svolgere nel centro cittadino un nuovo anello.

L'asperità principale di giornata è ancora quella di Montevecchio, 4300 metri al 7% di pendenza media che i corridori dovranno superare tre volte fra i -130 e i -60. Negli ultimi chilometri poi soltanto pianura fino a Cesenatico dove sarà organizzato un circuito di 5 chilometri da ripetere 4 volte

 

I favoriti

Il lotto dei favoriti si divide fra coloro che vorranno fare corsa dura e le ruote veloci intenzionati a giocarsi le proprie chance allo sprint. Fra gli attaccanti annunciati troviamo sicuramente Alexey Lutsenko che punta a ripetere la cavalcata vincente messa in scena alla Coppa Sabatini per mantenere il trofeo del Pantani in casa Astana. Intenzioni simili per l'altro mattatore della settimana, il vincitore del Giro della Toscana Giovanni Visconti (Neri Sottoli - Selle Italia). La squadra più indicata per accendere le micce è però il Team INEOS: Egan Bernal ha dimostrato a Pontedera di vantare già un'ottima gamba e al suo fianco avrà un Gianni Moscon chiamato a dare segnali per conquistarsi sul gong un posto sul volo per il Mondiale. Situazione analoga per un altro degli azzurri più attesi, il vincitore del Fiandre Alberto Bettiol (EF) il quale dopo l'infortunio di fine agosto sta faticando non poco a ritrovare la forma migliore. Sempre per quanto riguarda i rimpianti del CT Cassani verso lo Yorkshire impossibile non citare Vincenzo Nibali: lo Squalo si è chiamato fuori dalla spedizione azzurra e in Romagna sarà in corsa con lo sguardo puntato soprattutto sul Lombardia. Chi è già sulla strada verso la rassegna iridata è Diego Ulissi: se la gamba del livornese sarà al livello di quella delle prove canadesi il portacolori della UAE parte sicuramente in prima fila.

Molte squadre si presentano ai nastri di partenza con la possibilità di correre anche per lo sprint. E' il caso delle emiratine Bahrain e UAE rispettivamente con Sonny Colbrelli e Simone Consonni e della EF di Sacha Modolo. Altre ruote veloci da tenere in considerazione in caso di volata a ranghi più o meno compatti sono Davide Cimolai e Kristian Sbaragli (entrambi in corsa con la divisa della Nazionale Italiana), Manuel Belletti (Androni Giocattoli) e Andrea Pasqualon (Wanty).

Lunga anche la lista dei possibili protagonisti fra le formazioni Professional: i nomi di maggior spicco sono quelli di Fausto Masnada (Androni Sidermec), Lilian Calmejane e Jonathan Hivert (Total), Guillaume Martin (Wanty-Gobert), Warren Barguil (Team Arkéa-Samsic),Pierre Rolland (Vital Concept-B&B Hotels), Nikolay Cherkasov e Mauro Finetto (Delko Marseille Provence).







20/09/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio