Freccia Vallone 2019
Sul Mur de Huy sono Valverde e Alaphilippe gli uomini più attesi

Sul Mur de Huy sono Valverde e Alaphilippe gli uomini più attesi
condividi la pagina:

Va in scena mercoledì 24 aprile l’edizione numero 83 della Freccia Vallone, secondo appuntamento del trittico delle Ardenne. Ad alzare le braccia al cielo in quattro delle ultime cinque occasioni è stato Alejandro Valverde, il cui dominio è stato interrotto nell’ultima edizione da Julian Alaphilippe. Vediamo nel dettaglio chi può lasciare il segno nella gara con vista Liegi.

Nel corso della ultime stagioni l’arrivo in cima al Mur de Huy è stato un discorso a due tra il campione del mondo in carica Alejandro Valverde ed il francese Julian Alaphilippe, grande protagonista di questo inizio 2019: se lo spagnolo ha scritto in ben cinque occasioni il proprio nome nell’albo dei vincitori, stringendo con questa classica un legame strettissimo, il transalpino è da alcuni mesi sorretto da una condizione invidiabile, che sembra potergli consentire di bissare il successo ottenuto dodici mesi fa.

Sono però in tanti a contendere loro lo scettro. L’Astana presenta al suo arco diverse frecce, tra le quali Jakub Fuglsang sembra poter essere la più affilata, dopo la buona prestazione alla Amstel Gold Race: la compagine kazaka può però contare anche sullo spagnolo Luis Leon Sanchez ed Alexey Lutsenko, entrambi in grado di farsi trovare pronti. Occhi puntati anche sull’irlandese Daniel Martin, che allo scorso Tour de France si impose su un altro muro, quello di Bretagne. Con lui anche Adam Yates, brillante al recente Giro dei Paesi Baschi e Romain Bardet, autore di un 2019 ancora in ombra, ma che sulle strade della Amstel ha dato segnali importanti sulla sua condizione.

Con l’ambizione di lasciare il proprio graffio sulla corsa, anche la coppia del Team Sky composta da Michal Kwiatkowski e Wout Poels, il candadese della EF Michael Woods ed Enric Mas, che nelle gerarchie della Deceuninck partirà inevitabilmente dietro ad Alaphilippe. Non sono infine da sottovalutare l’australiano Michael Matthews, l’iridato 2013 Rui Costa e la coppia targata Bora Hansgrohe Maximilian Schachmann e Peter Sagan, sempre in grado assestare un colpo da campione.

Diversi sono gli italiani in gara: da Diego Ulissi, nella top ten della edizione 2017, a Davide Formolo, passando per Enrico Battaglin, fino alla coppia in maglia Trek Segafredo Felline Ciccone e a quella in maglia Bahrain Merida Pozzovivo Caruso. Tutti a rincorrere un successo che per i nostri colori manca esattamente da dieci anni, quando ad imporsi fu Davide Rebellin.

Il nostro borsino dei favoriti

 Alaphilippe

 Valverde

 Martin, Yates, Kwiatkowski

  Bardet, Fuglsang, Schachmann

  Lambrecht, Sagan, Wellens, Vanendert, Teuns, Bardet, Matthews, Lutsenko, Sanchez, Kreuziger, Woods, Clarke, Rui Costa, Pozzovivo

Le quote dei bookmakers

Alaphilippe, Julian 1,75
Valverde, Alejandro 5,50
Martin, Daniel 12
Yates, Adam 12
Schachmann, Maximill 12
Kwiatkowski, Michal 20
Fuglsang, Jakob 20
Lambrecht, Bjorg 25
Wellens, Tim 25
Sagan, Peter 25
Vanendert, Jelle 25
Teuns, Dylan 25
Bardet, Romain 33
Matthews, Michael 33
Lutsenko, Alexey 33
Woods, Michael 33
Kreuziger, Roman 33
Clarke, Simon 50
Henao Montoya, Sergi 50
De Marchi, Alessandr 50
Mollema, Bauke 50
Gaudu, David 50
Formolo, Davide 75
Pogacar, Tadej 75
Gasparotto, Enrico 75
Faria Da Costa, Rui 75
Pozzovivo, Domenico 75
Konrad, Patrick 100
Molard, Rudy 100
Ulissi, Diego 100
Poels, Wouter 100
Albasini, Michael 100
Mas Nicolau, Enric 100
Altro 15






23/04/2019

Giovanni Sassi


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio