Tour de France 2019
In 5 per la maglia gialla, l'analisi dei favoriti del Tour de France 2019

In 5 per la maglia gialla, l'analisi dei favoriti del Tour de France 2019
condividi la pagina:

Si apre domani a Bruxelles l'edizione 2019 della Grande Boucle, uno dei Tour de France di più difficile lettura delle ultime annate. Infortuni, cadute e altre sfighe hanno tolto di mezzo due dei più seri candidati al successo come Chris Froome e Tom Dumoulin, e limitato - almeno sulle carta - le prestazioni del campione uscente Geraint Thomas. Andiamo quindi a scandagliare i protagonisti di una sfida da vivere col fiato sospeso, in cui riponiamo le nostre speranze su Vincenzo Nibali.

Egan Bernal

Risultati immagini per egan bernal direttaciclismo 2019

Il predestinato del ciclismo degli anni Venti doveva fare il Giro d'Italia da capitano e il Tour da supergregario ma le sliding doors che a volte il destino mette davanti gli hanno apparecchiato un Tour da assoluto favorito. Fortissimo in salita, si difende a crono, sembra non patire troppo il peso dei gradi e ha dalla parte sua una squadra imbattibile almeno sulla carta. Dovrà ovviamente aver le spalle larghe per sopportare la presenza di Thomas in squadra ma alla Ineos, e prima al Team Sky, hanno già dato prova di saper benissimo come si fa. I bookmakers lo hanno messo in cima al borsino e siamo tendenzialmente d'accordo considerata la dimostrazione di superiorità messa in campo sulle strade del Giro di Svizzera. Unico dubbio l'esperienza: la corsa più importante del mondo si vince in gara e fuori

Geraint Thomas

Risultati immagini per geraint thomas direttaciclismo 2019

Correre con il numero 1 sulle spalle dà sempre extra motivazioni e il gallese ha dalla sua un particolare di non poco conto: ha già vinto il Tour 12 mesi fa con un capitano ingombrante come Froome in squadra. La caduta di qualche giorno fa gli ha fatto prendere un grosso spavento e la forma potrebbe risentirne in particolar modo nella prima settimana. Ma Geraint sa ormai il fatto suo, sa benissimo che potrà correre in difesa e rilanciare le proprie ambizioni nel proseguo della corsa e in particolare nella crono che è sicuramente dalla sua parte e nell'ultima durissima settimana. L'obiettivo centrale della stagione è il Tour e crediamo proprio che nei momenti chiave sarà presente.

Jakob Fuglsang

Risultati immagini per fuglsang direttaciclismo 2019 liegi

Il simpaticissimo danese pare aver trovato in questo 2019 il centesimo che gli è sempre mancato per fare un euro. In salita non teme rivali come ha già dimostrato al Delfinato anche se la sua tenuta su tre settimane è tutta da decifrare. In più ha uno squadrone che lo saprà supportare nelle tappe più dure, magari inventando qualcosa per scompaginare i piani Ineos: l'Astana ha già dimostrato più volte di saper ribaltare una corsa con attacchi coordinati. Chissà che non sia l'anno della definitiva consacrazione: se lo meriterebbe per la costanza e l'umiltà con cui ha sempre corso in carriera.

Vincenzo Nibali

Risultati immagini per vincenzo nibali direttaciclismo 2019

Diremo una banalità, ma la rischiamo: se Lo Squalo avesse conosciuto a novembre 2018 il lotto degli avversari per il Tour 2019 credo che avrebbe fatto un circoletto rosso sulla Grande Boucle con l'obiettivo dichiarato di bissare lo straordinario successo del 2014. Purtroppo la sfera di cristallo non è ancora tra le caratteristiche peculiare del nostro atleta faro quindi Vincenzo dovrà fare di necessità virtù. Ha già detto che una fotografia precisa del Tour che sarà potrà averla a fine della prima settimana: se l'avrà superato senza accumulare troppo ritardo, Nibali diventerà giocoforza un fattore per la sua costanza di rendimento, per la capacità di soffrire e di venir fuori nella terza settimana. Avere in squadra un uomo come Rohan Dennis gli darà anche la necessaria tranquillità per far cadere il team in piedi qualora le forze mancassero. A quel punto lo vedremo a caccia di tappe o di una prestigiosa maglia a pois, ma la speranza di tutta l'Italia ciclistica è che possa aver indietro quel che gli ha tolto l'anno scorso una sciagurata caduta sull'Alpe d'Huez.

Adam Yates

Risultati immagini per adam yates direttaciclismo 2019

L'ultimo uomo che mettiamo sotto la lente d'ingrandimento è Adam Yates, il gemello esploso per primo proprio sulle strade del Tour de France 2016 dove portò a casa un lusinghiero 4° posto oltre alla maglia bianca di miglior giovane. In questo 2019 sono arrivate conferme e soddisfazioni per il britannico che punta come minimo a salire sul podio di Parigi. Ma l'appetito vien mangiando e in casa Mitchelton Scott non si sono dati limiti: la strada dirà quale gradino potrà salire grazie alle sue ottime caratteristiche di grimpeur, alla capacità di vincere volate ristrette e a una tenuta a cronometro migliorata tantissimo in questo anno come dimostrano i risultati. L'influenza patita in uscita di Delfinato non dovrebbe essere un grosso problema e la cronosquadre è profilata sulle caratteristiche del suo team che, a parte il gemello Simone, non sembra invece poter tener botta in salita.

La coppia francese

Pochi giorni fa l'Equipe ha titolato: "L'année o jamais" "L'anno buono o mai più". Romain Bardet e Thibaut Pinot gongolano per le assenze di Froome e Dumoulin, nella speranza di una vittoria che manca da tempo immemore (ultima vittoria transalpina nel 1985 con Hinault). Le possibilità non sono molte, ma il calore del tifo francese potrebbe fare il miracolo.

I possibili outsider

I bookmakers mettono come quarto favorito il milite ignoto "altro atleta" a conferma di un equilibrio difficile da spezzare in ottica maglia gialla. La vittoria a sorpresa di Carapaz al Giro deve inoltre far fregare le mani a tanti atleti che arrivano in Francia a fari spenti, ma che potranno nel corso delle tre settimane uscire allo scoperto. Parliamo uomini esperti come Richie Porte (per la legge dei grandi numeri potrebbe essere arrivato l'anno in cui arriva in fondo al Tour) o Nairo Quintana (all'ultima recita in maglia Movistar) che se supportati dalla forma potrebbero puntare al colpaccio. Da non dimenticare anche Rigoberto Uran arrivato con pochissime corse all'appuntamento, ma specializzato nel materializzarsi dal niente. Possibili sorprese potrebbero arrivare dal trio spagnolo Landa-Valverde-Mas, in rigoroso ordine discendente di chance. Nota a parte per Emanuel Buchmann cresciuto tantissimo in questo 2019 e pronto a tentare la scalata alla top10. Infine citazione d'obbligo per Rohan Dennis, George Bennet, Ilnur Zakarin, Daniel Martin e Warren Barguil, sicuri protagonisti nel corso delle tre settimane ma con chance esigue di puntare al bersaglio grosso della maglia gialla.

Il nostro borsino dei favoriti:

 Bernal

 Thomas, Fuglsang, Nibali

 Yates, Porte, Bardet, Pinot

 Quintana, Landa, Uran

 Kruijswijk, Valverde, Mas, Buchmann, Dennis, Bennet, Zakarin, Martin, Barguil

Le quote dei bookmakers

Egan Bernal 3.00
Geraint Thomas 3.75
Jakob Fuglsang 7.00
Altri partecipanti 7.00
Adam Yates 12.00
Richie Porte 17.00
Vincenzo Nibali 21.00 

Nairo Quintana 21.00
Steven Kruijswijk 21.00
Thibaut Pinot 21.00
Mikel Landa 26.00
Rigoberto Uran 26.00
Romain Bardet 26.00
Enric Mas 26.00
Alejandro Valverde 67.00
Emanuel Buchmann 67.00





04/07/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio