Tour de France 2019
Sagan contro Viviani e Groenewengen per il record di maglie verdi

Sagan contro Viviani e Groenewengen per il record di maglie verdi
condividi la pagina:

Mentre gli scalatori saranno concentrati sul sogno maglia gialla, i tanti velocisti presenti al Tour de France 2019 si daranno battaglia per la classifica a punti. Introdotta nel 1953, la contesa per la maglia verde ha da sempre interessato le più importanti ruote veloci del gruppo, da Maertens a McEwen passando per Abdoujaparov e Kelly fino in tempi recenti a Cavendish e Freire. Due soli gli italiani in grado di conquistare questa graduatoria accessoria: Franco Bitossi nel 1968 e Alessandro Petacchi nel 2010. Negli anni 90 la classifica a punti è diventata sinonimo di Erik Zabel, in grado di vincerla sei volte consecutive dal 1996 al 2001. Un record sfiorato ma non eguagliato nel recente passato da Peter Sagan, anch'egli a quota sei successi ma con il buco del 2017 quando una squalifica lo costrinse a lasciare il trono a Michael Matthews, Lo scorso anno comunque lo slovacco ha ripreso il discorso dove si era interrotto facendo anche segnare il record all-time di punti collezionati, ben 477.

Proprio il tre volte Campione del Mondo si ripresenta ai nastri di partenza come favorito numero uno per l'edizione 2019. il portacolori della BORA condensa al meglio le caratteristiche necessarie per primeggiare in questa speciale classifica, ossia spunto veloce e resistenza per andare anche a caccia di tappe ondulate e dei traguardi intermedi. Sagan quando è arrivato a Parigi in carriera lo ha sempre fatto vestito di verde e anche quest'anno salvo imprevisti sarà difficile detronizzarlo anche considerando il buon numero di frazioni intermedie in cui i velocisti puri verranno inevitabilmente distanziati.

Le principali alternative al settimo successo di Sagan sono rappresentate da Elia Viviani e Dylan Groenewengen, ossia gli sprinter più quotati del lotto. Sulla carta corridori di queste caratteristiche potrebbero avere 6-7 tappe a disposizione, un buon numero nel caso in cui uno dei contendenti si imponesse come monopolizzatore delle volate. Dalla sua il veronese avrà il treno migliore del lotto come dimostrato al Giro di Svizzera; il neerlandese invece gode delle punte di velocità più alte e di una maggiore familiarità con i finali convulsi del Tour. Gli altri uomini-jet il cui raggio di azione si limita alle tappe piatte sono Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), Caleb Ewan (Lotto Soudal), Andre Greipel (Arkéa Samsik) e il lombardo Giacomo Nizzolo (Dimension Data), ma questi atleti non sembrano in grado di inanellare il filotto di piazzamenti necessari per vestirsi di verde.

Ci sono poi i corridori simil-Sagan, ossia atleti abbastanza resistenti ma anche veloci. Ci riferiamo al vincitore dell'edizione 2017 Michael Matthews, che senza l'ingombrante compagno Dumoulin avrà tutta la Sunweb a disposizione, al bresciano Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) che al campionato italiano ha dimostrato su un tracciato estremamente esigente un'ottima forma, al Campione Europeo Matteo Trentin (Mitchelton Scott). Incuriosisce poi la presenza di Wout Van Aert (Jumbo-Visma) il quale al debutto in un grande giro vuol subito far vedere di che pasta è fatto. Altri corridori veloci da tenere in considerazione sono Edvald Boasson HAgen (Dimension Data), Cristophe Laporte (Cofidis) Magnus Cort Nielsen (Astana), Jasper Stuyven (Trek) e gli italiani Niccolo Bonifazio (Total) e Andrea Pasqualon (Wanty), entrambi capitani unici dei propri team per quanto riguarda il comparto velocità.

Il sistema di punteggi sembra tagliare fuori dalla contesa gli uomini che puntano alla classifica generale o alle tappe di alta montagna. Profili come quello di Alejandro Valverde, Dan Martin, Egan Bernal, Julian Alaphilippe o del campione uscente Geraint Thomas hanno numerose occasioni per ambire al successo parziale ma non possono accumulare abbastanza punti per impensierire i velocisti.

Il nostro borsino dei favoriti

 Sagan

 Viviani, Groenewengen, Matthews

 Van Aert, Kristoff, Colbrelli, Ewan, Trentin

 Van Avermaet, Alaphilippe, Laporte, Bonifazio, Pasqualon, Valverde, Stuyven, Greipel

 

Le quote dei bookmakers

Sagan P 1,50
Viviani E 5,50
Groenewegen D 5,50
Matthews M 10
Van Aert W 15
Kristoff A 15
Ewan C 20
Alaphilippe J 33
Colbrelli S 50
Trentin M 75
Greipel A 75
Boasson Hagen E 75
Van Avermaet G 75
Valverde A 100
Laporte C 100
Pasqualon A 150
Cort Nielsen M 150
Bernal E 150
De Gendt T 250
Kwiatkowski M 250
Schachmann M 250
Yates A 250
Martin D 250
Thomas G 250
Naesen O 250
Stuyven J 250
Pinot T 250
Altro 15





02/07/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio