Vuelta a Espana 2018
I favoriti per la maglia verde: Sagan e Viviani a caccia del bis

I favoriti per la maglia verde: Sagan e Viviani a caccia del bis

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Fra i tre grandi giri stagionali la Vuelta a Espana è senza dubbio quella più difficile da pronosticare per quanto riguarda la classifica a punti. Il gran numero di tappe di media o alta montagna riequilibra le chance fra velocisti e scalatori a differenza di Giro e Tour in cui solitamente sono soltanto le ruote veloci a giocarsi questa classifica accessoria. L'ultimo sprinter puro a portare la maglia verde a Madrid è stato Mark Cavendish nel 2010, seguito da scalatori come Mollema, Valverde (per ben 3 volte) e Froome e da due uomini da classiche come Degenkolb e l'azzurro Felline.

L'uomo più atteso è senza dubbio Peter Sagan, che dopo aver centrato la sesta maglia verde al Tour de France va a caccia di una clamorosa doppietta, riuscita nella storia soltanto a Laurent Jalabert nel 1995. Lo slovacco potrà fare incetta di punti nelle volate ma anche infilarsi in numerose fughe a lunga gittata anche per migliorare la resistenza in salita e cullare il sogno poker Mondiale in vista di Innsbruck. Il principale avversario per l'iridato sarà Elia Viviani, anch'egli alla ricerca del bis dopo la maglia ciclamino conquistata al Giro (in questo caso l'unico precedente risale al 1973 con Eddy Merckx). Il veneto della Quick-Step vuole aumentare il già considerevole bottino stagionale di successi (14) e per farlo avrà a disposizione un treno compatto e completamente votato alla sua causa.

Altri italiani saranno in prima fila quando xi sarà da lanciarsi in volata. Giacomo Nizzolo ha lanciato segnali di crescita dopo un lungo periodo sfortunato e cercherà di tornare alla vittoria dopo 7 mesi di digiuno. Grande attesa poi per il nuovo campione europeo Matteo Trentin che proprio alla Vuelta nel 2017 visse un momento di grandissimo lustro conquistando ben 4 tappe e sfiorando la maglia verde. Altri velocisti in grado di cercare almeno una vittoria parziale sono Phil Bauhaus (Sunweb), Nacer Bouhanni (Cofidis) e Danny Van Poppel (LottoNL-Jumbo). Attenzione poi a due uomini da classiche come Michal Kwiatkowski e Tiesj Benoot che senza capitani pesanti in casa Sky e Lotto potranno andare in cerca della gloria personale nelle tappe intermedie.

Folta e molto qualitativa la pattuglia degli scalatori, ma in questo caso è molto difficile fare una previsione a priori. Sicuramente sarà della contesa Alejandro Valverde, che punta a raggiungere i plurivincitori Jalabert e Kelly a quota 4 allori. Uniscono resistenza in salita ad un buono spunto anche Daniel Martin (UAE), George Bennett (LottoNL-Jumbo), Dylan Teuns (BMC), Rigoberto Uran (EF) e Bauke Mollema (Trek), tutti atleti che potranno accumulare un buon numero di punti nelle tappe di media o alta montagna. 





22/08/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puō essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio