Risultati
BinckBank Tour 2019 - De Plus rovescia all'ultimo la generale, Naesen castiga Van Avermaet per la tappa

BinckBank Tour 2019 - De Plus rovescia all'ultimo la generale, Naesen castiga Van Avermaet per la tappa

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Tra le pietre e i muri dell'ultima frazione del Binck Bank Tour ecco uscir fuori uno scalatore come  Laurens De Plus (Team Jumbo-Visma), autore di un bel ribaltino nella resa dei conti della corsa. Nonostante il terreno sulla carta non dei più favorevoli il 23enne nativo di Aalst si è infatti preso di forza la generale, indovinando l'attacco buono ai -20 dalla conclusione e chiudendo poi al 3° posto di giornata. Sul traguardo di Geraardsbergen festa grande anche per  Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), bravo ad infilare in un serrato testa a testa  Greg Van Avermaet (CCC TEAM), che mastica amaro anche per il 4° posto finale in classifica, alle spalle dello stesso Naesen e dell'ex leader  Tim Wellens (Lotto Soudal).

Triplo passaggio sul mitico Kapelmuur per un atto conclusivo dal sapore di classica fiamminga, sia per percorso che per svolgimento tattico. La prima vera fuga di giornata parte infatti soltanto dopo 70 km e vede come protagonisti 15 elementi, tra cui il nostro  Marco Marcato (UAE Team Emirates) e, soprattutto,  Martijn Tusveld (Team Sunweb), distante poco più di 1' dal capoclassifica  Tim Wellens. La Lotto Soudal fiuta infatti il pericolo e inchioda i battistrada per diversi km ad un margine tra i 30 ed i 50'', mentre davanti è  Mads Pedersen (Trek-Segafredo) ad aprire il gas e a selezionare, lungo la seconda scalata del Muur, un ulteriore drappello, con dentro anche Marcato Casper Pedersen (Team Sunweb),  Valentin Madouas (Groupama - FDJ),  Jack Bauer (Mitchelton-Scott) e  Aime De Gendt (Wanty - Groupe Gobert).

Gli uomini di testa guadagnano nuova linfa grazie al rientro ai -40 di  Lukas Postlberger (BORA - hansgrohe), uscito in solitaria dal plotone, ma ai piedi dell'ultimo transito sul Kapelmuur sono costretti ad alzare bandiera bianca, poco prima che esploda la battaglia campale tra i big. In cima l'avanguardia del gruppo conta infatti appena 15/20 corridori, con molti dei capitani rimasti ormai del tutto isolati. I più lesti ad approfittare della situazione sono proprio  Laurens De Plus (Team Jumbo-Visma),  Greg Van Avermaet (CCC TEAM) ed  Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), che colgono di sorpresa il resto della compagnia con un colpo secco ai -20, nel tratto di raccordo tra il Muur e il Bosberg. I 3 attaccanti non solo si spartiscono i secondi di abbuono in palio nel "chilometro d'oro", ma trovano anche un accordo tale da tenere sotto scacco il drappello in caccia, dove il peso dell'inseguimento ricade per lo più sulle spalle di Wellens Marc Hirschi (Team Sunweb), primo e secondo della generale al mattino.

Il margine del terzetto sale presto sui 40'', a causa anche della scarsa continuità di azione del gruppetto alle loro spalle, scrematosi ulteriormente a causa di una fiammata di  Zdenek Stybar (Deceuninck - Quick Step) sul Denderoondstraat, ultimo muro di giornata. Nel finale è De Plus, in odore di trionfo nella generale, a sobbarcarsi il grosso del lavoro e chiamarsi in sostanza fuori dallo sprint, che si riduce quindi ad un duello nella retta d'arrivo in pavé tra Van Avermaet e Naesen. Il campione olimpico è il primo ad esporsi lanciando la propria progressione ai -200 m, per poi prestare però il fianco al ritorno prepotente dell'alfiere della AG2R La Mondiale , che stampa il rivale proprio nelle ultime pedalate. Se per l'ex driekleur si tratta del primo successo stagionale De Plus festeggia invece la prima affermazione da pro' in carriera, a coronamento di un'annata che lo sta consacrando come molto di più che un semplice gregario da GT. 





18/08/2019

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio