Risultati
Cyclassics Hamburg 2018 - Viviani non fa sconti neanche ad Amburgo, podio per Demare e Kristoff, azzurri in massa nella top 10

Cyclassics Hamburg 2018 - Viviani non fa sconti neanche ad Amburgo, podio per Demare e Kristoff, azzurri in massa nella top 10

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Tutti a lezione di sprint da  Elia Viviani (Quick-Step Floors) alla EuroEyes Cyclassics di Amburgo. Il veneto si è regalato il secondo successo consecutivo nella regina delle corse di un giorno tedesche, piegando con uno sprint da manuale  Arnaud Demare (Groupama-FDJ) ed  Alexander Kristoff (UAE Team Emirates). Prosegue dunque lo straordinario rullino di marcia del fresco campione nazionale italiano, giunto al 15° successo, il primo in maglia tricolore, di un 2018 fino ad ora affrontato costantemente su livelli di assoluta eccellenza. Giornata positiva per i colori azzurri pure per quel che concerne i piazzamenti, con altri 4 nostri rappresentanti che sono riusciti a chiudere all'interno della top 10.

Andamento tattico lineare per una corsa che, soprattutto nel recente passato, ha riservato ben poche fortune agli attaccanti. La fuga della prima ora, composta dal sempre generoso  Alessandro De Marchi (BMC Racing Team),  Ivan Garcia Cortina (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Winner Andrew Anacona Gomez (Movistar Team),  Kamil Gradek (CCC Sprandi Polkowice) e  Evgeny Shalunov (Gazprom-RusVelo), non impensierisce più di tanto il gruppo, presidiato con attenzione soprattutto dalla BORA - hansgrohe e dalla Quick-Step Floors .

I battistrada resistono al comando fino a 18 km dalla conclusione, ai piedi del terzo ed ultimo passaggio sulla breve asperità del Waseberg, unico trampolino di lancio per gli atleti desiderosi di sparigliare le carte. Lo strappo viene aggredito a testa bassa da  Sonny Colbrelli (Bahrain Merida Pro Cycling Team), deciso a sganciare un gruppetto e a minare le forze dei team degli sprinter. La secca percussione del bresciano produce qualche frazionamento e porta alla formazione di un interessante azione a 10, con all'interno nomi di peso come  Jan Bakelants (AG2R La Mondiale),  Dylan Teuns (BMC Racing Team),  Jürgen Roelandts (BMC Racing Team),  Daryl Impey (Mitchelton-Scott),  Simon Clarke (EF Education First-Drapac p/b Cannondale),  Danny Van Poppel (Team LottoNL - Jumbo)   Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice) ed  Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), inseritosi di inerzia nel drappello dopo aver scollinato il Waseberg nelle primissime posizioni. L'attacco viene alimentato in seconda battuta pure dal rientro di  Alexey Lutsenko (Astana Pro Team), ma il plotone non si lascia sorprendere e va a chiudere in prossimità dei -5.

Nelle fasi di preparazione dello sprint una scivolata mette fuori gioco  Pascal Ackermann (BORA - hansgrohe), tra i principali favoriti della vigilia, mentre a caratterizzare gli ultimi km sono soprattutto le manovre della Groupama-FDJ e della Quick-Step Floors . Il botta e risposta tra i due treni vede uscire vincitori i transalpini, con  Jacopo Guarnieri che va a lanciare con un buon timing  Arnaud Demare. Sull'atleta piccardo si piomba tuttavia a razzo proprio  Elia Viviani (Quick-Step Floors), protetto nel finale alla perfezione da  Fabio Sabatini. Il campione nazionale italiano emerge a velocità doppia e salta quasi senza colpo ferire il rivale ai -100 m, andando così a timbrare un trionfo non solo di classe, ma anche di straordinaria lucidità. La terza piazza va ad un Kristoff ancora brillante dopo la precedente sortita, ma giunto quasi staccato dai primi due dell'ordine d'arrivo. Ai piedi del podio chiude invece  John Degenkolb (Trek - Segafredo), davanti ai nostri  Matteo Trentin (Mitchelton-Scott),  Giacomo Nizzolo (Trek - Segafredo) e  Sacha Modolo (EF Education First-Drapac p/b Cannondale). Il filotto di piazzamenti azzurri viene completato dal 9° posto di  Niccolo Bonifazio (Bahrain Merida Pro Cycling Team), giunto appena prima di un  Peter Sagan (BORA - hansgrohe) ancora non del tutto ristabilitosi dalla caduta nella 17° tappa del Tour.



CLICCA PER ORDINE D'ARRIVO




19/08/2018

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puō essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio