Risultati
Giro d'Italia 2019 - A San Martino il ritorno di sorriso Chaves. Lopez unico a guadagnare fra i big

Giro d'Italia 2019 - A San Martino il ritorno di sorriso Chaves. Lopez unico a guadagnare fra i big

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Ancora una fuga a segno al Giro d'Italia 2019, la nona in diciannove giorni di corsa. A San Martino di Castrozza a concludere vittoriosamente il proprio attacco è stato  Johan Chaves (Mitchelton-Scott) che mette così fine ad un lungo periodo di difficoltà e ad un digiuno di vittorie che durava da oltre un anno. Alle spalle del colombiano ha concluso  Andrea Vendrame (Androni Giocattoli - Sidermec) che regala così un altro piazzamento di prestigio alla banda di Gianni Savio; terzo posto di giornata per  Amaro Manuel Antunes (CCC TEAM). Qualche scaramuccia ma pochi colpi di scena fra i big della generale lungo l'agevole erta conclusiva.  Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) ha attaccato a metà salita guadagnando quasi un minuto sugli avversari che si sono a lungo marcati. Solo nell'ultimo chilometro il redivivo  Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) ha tentato due affondi decisi ma è stato marcato stretto da  Vincenzo Nibali (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Richard Carapaz (Movistar Team) che dunque mantengono inalterate le distanze in classifica a 48 ore dal traguardo finale di Verona.

Se la speranza, questa mattina al via da Treviso, era per una tappa che rivoluzionasse la classifica generale la speranza è andata delusa. Per il secondo giorno consecutivo, seppur su terreni completamente diversi, è la fuga ad avere la meglio. Sono dodici gli attaccanti che caratterizzano i 151 che portano da Treviso ai 1478 metri di San Martino di Castrozza. Parliamo di: François Bidard (Ag2r La Mondiale), Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Manuele Boaro (Astana), Manuel Senni(Bardiani-CSF), Amaro Antunes (CCC), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Olivier Le Gac (Groupama-FDJ), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Marco Canola, Ivan Santaromita (Nippo-Fantini-Faizanè), Marco Marcato (UAE Team Emirates) e Giovanni Carboni (Bardiani-Csf). Il ritmo del gruppo consente alla fuga di prendere ben presto il largo mantenendo un vantaggio stazionario tanto sui Gpm di Passo San Boldo e Lamon, quanto bei tratti di falsopiano. La gente sulle strade è moltissima e la scenografia dei passi di montagna è veramente un omaggio a questo sport. 

È Manuele Boaro a cercare di anticipare i tempi fra gli uomini all'attacco: l'atleta Astana resta per diverso tempo al comando da solo ma ai piedi dell'ultima salita è costretto a prendere consapevolezza del fatto che il suo vantaggio è troppo risicato per andare a vincere in solitaria e la continuazione di una fuga di questo tipo porta solo a uno spreco di energie fuori dal comune. Il rallentamento di Boaro ricongiunge il plotone degli attaccanti. Da questo momento si accende la miccia fra i big: dapprima Marco Canola testa la resistenza dei compagni di fuga e successivamente proprio Esteban Chaves con più scatti consecutivi si libera della compagnia andando a vincere a braccia alzate con il solito sorriso contagioso. In seconda posizione a 10" termina uno sfortunatissimo Andrea Vendrame, fermato solo da un salto di catena, terzo Amaro Antunes a 12". Per i colori azzurri da segnalare anche la presenza in top ten di Giovanni Carboni, Marco Canola, Manuele Boaro e Manuel Senni

Rimandato invece il discorso classifica generale. Dietro l'unico a guadagnere è Miguel Angel Lopez che ha approfittato della situazione di stallo tra Carapaz, Nibali, Roglic e Landa per piazzare uno scatto deciso sulla salita finale. Carapaz mantiene quindi la rosa con 1'54" su Vincenzo Nibali e 2'16" su Primoz Roglic.

Domani l'ultima possibilità per inventarsi qualcosa prima della cronometro di Verona. Da Feltre a Croce D'Aune-Monte Avena saranno 194 chilometri: su e giù per Cima di Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Croce D'Aune prima dell'ascesa conclusiva.





31/05/2019

Stefano Zago


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio