Risultati
Giro d'Italia 2019 - A Pesaro altro sprint. A festeggiare questa volta Ewan

Giro d'Italia 2019 - A Pesaro altro sprint. A festeggiare questa volta  Ewan

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

 Caleb Ewan (Lotto Soudal) ha vinto l'ottava tappa del Giro d’Italia 2019, da Tortoreto Lido a Pesaro, battendo allo sprint  Elia Viviani (Deceuninck - Quick Step) e  Pascal Ackermann (BORA - hansgrohe) sul tortuoso finale di PesaroMaglia rosa che si conferma sulle spalle di  Valerio Conti (UAE Team Emirates) alla vigilia della crono di San Marino di domani. 

L'incognita era data anche stamani dal fattore meteo: nuvole minacciose sopra Tortoreto Lido che solo per alcuni istanti lungo i 239 chilometri di gara si sono trasformate in pioggia, preservando comunque la zona del traguardo fino all'arrivo dei corridori. Subito dopo il via allungano in tre, attaccanti nati: Marco Frapporti (Androni-Sidermec) e Damiano Cima (Nippo-Fantini-Faizané) e Nathan Brown (EF Education First). Dopo ben pochi chilometri Brown decide di rinunciare alla ventura e si lascia riassorbire dal gruppo lanciato ad alta velocità. L'evoluzione della tappa è la più classica evoluzione delle tappe di trasferimento: Frapporti e Cima sino al chilometro 160 si spartiscono cambi e traguardi volanti, mantenendo circa 6'00" di vantaggio sul plotone. 

L'arrivo dei primi Gpm dopo aver superato la metà percorso cambia le carte in tavola: Cima non resiste all'andatura di Frapporti e, dietro, Giulio Ciccone forza il ritmo per portare a casa punti utili al mantenimento della maglia blu di miglior scalatore. Il vantaggio, a quel punto, è inferiore al minuto da diversi chilometri. Nei pressi di Montemurro, secondo Gpm di giornata, il gruppo forza l'andatura e pone definitivamente fine alle speranze di gloria dei due attaccanti. La chiusura del tentativo di fuga di giornata apre il varco a nuovi attacchi: lo scatto di Louis Vervaeke (Team Sunweb) è immediatamente seguito da Giulio Ciccone (Trek Segafredo) e François Bidard (Ag2r La Mondiale). 

I tre sfogano la loro combattività sugli ultimi due Gpm fingiornsta e grazie a un gruppo che tarda a organizzare l'inseguimento hanno via libera fino ai meno sei chilometri dal traguardo. Lo sprint è inevitabile: Caleb Ewan beffa di potenza Viviani e Ackermann che pur avevano fatto molto lavorare le rispettive squadre, Deceuninck Quick Step e Bora Hansgrohe.  Classifica invariata alla vigilia della seconda cronometro del Giro d'Italia, i 34,8 chilometri da Riccione a San Marino, con Valerio Conti che precede Rojas Josè Joaquin di 1'32" e Giovanni Carboni di 1'41". Il Giro d'Italia si prepara così ad una delle prime tappe che decideranno le gerarchie in classifica generale.





18/05/2019

Stefano Zago


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio