Risultati
Giro del Delfinato 2019 - Delfinato o Delfinario: Poels vince sotto la tempesta. Fuglsang nuovo leader

Giro del Delfinato 2019 - Delfinato o Delfinario: Poels vince sotto la tempesta. Fuglsang nuovo leader

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

 Wout Poels (Team INEOS) ha vinto la settima tappa del Criterium del Delfinato 2019 in vetta alla Montee de Pipay. Sotto una pioggia torrenziale, tanto da chiedersi se fosse Delfinato o un "delfinario", l'olandese si è tolto tutti di ruota con un'accelerazione bruciante nell'ultimo chilometro e mezzo. Alle sue spalle è arrivato  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team), da oggi nuovo leader della generale, ed  Emanuel Buchmann (BORA - hansgrohe). POco distante l'ex leader  Adam Yates (Mitchelton-Scott), giunto sotto il traguardo con una decina di secondi di ritardo insieme a  Thibaut Pinot (Groupama - FDJ) e  Daniel Martin (UAE Team Emirates).

La corsa

Tante salite in programma nella settima frazione del Delfinato corsa sotto una pioggia continua e a tratti torrenziale. Se ne va il solito gruppone "alpino" con Alexey Lutsenko, Benoît Cosnefroy,  Damien Howson, Dylan van Baarle, Edward Ravasi, Felix Grossschartner, Gianni Moscon, Jack Haig, Jérémy Maison, Jesper Hansen, Joey Rosskopf, Julien Bernard, Kévin Ledanois, Magnus Cort Nielsen, Mark Padun, Michael Woods, Mickaël Cherel, Niklas Eg, Nils Politt, Philippe Gilbert, Pierre Rolland, Quentin Pacher, Rémy Mertz, Robert Power, Rubén Fernández e Stéphane Rossetto. 

Il gruppo lascia fare ma poi cambia passo nei pressi dell'inizio della lunghissima salita finale (19 km) e rimette i fuggitivi nel mirino: davanti i più forti sono  Michael Woods (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) e  Alexey Lutsenko (Astana Pro Team) che salutano la compagnia e provano a resistere sotto bordate d'acqua paurose. Ai meno 11 il primo sussulto: ci prova  Nairo Quintana (Movistar Team), subito seguito da  Michal Kwiatkowski (Team INEOS) in veste di luogotenente per Poels. Il tentativo dura solo 3 km quando i big ritornano tutti sotto. Kwiato prosegue e di buona lena raggiunge ai meno 7 la coppia di testa, ma il gruppo maglia gialla-blu è lì a pochi secondi di distacco. 

Ad accedere definitivamente la bagarre è  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team), apparso decisamente in palla. Prima allunga il gruppo andando a riprendere i fuggitivi, poi risponde a un pimpante  Emanuel Buchmann (BORA - hansgrohe) scavando un solco deciso con il resto della truppa. Dietro  Adam Yates (Mitchelton-Scott) sembra attendere pendenze più clementi per tentare di ricucire, e ai meno 2 prova ad andarsene. Ma è un fuoco di paglia: l'unico ad avere gambe per andare via è proprio  Wout Poels (Team INEOS) che con una bruciante accelerazione, rientra sulla coppia di testa ai meno 300 poi prosegue andando a cogliere un'importante vittoria.

Dietro staccato di un solo secondo arriva  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) che però può festeggiare la maglia di leader a 24 ore dalla conclusione del Delfinato. Yates arriva a 10 secondi insieme a Pinot, Martin, Van Garderen e Bardet. Più indietro Teuns e a poca distanza gli ex fuggitivi Lutsenko-Woods insieme ai nobili decaduti  Nairo Quintana (Movistar Team) e  Richie Porte (Trek-Segafredo).

Domani ultima tappa con sconfinamento in Svizzera per la resa dei conti definitiva.





15/06/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio