Risultati
Giro del Delfinato 2019 - Van Baarle completa il weekend da leoni della INEOS, festa Fuglsang nella generale

Giro del Delfinato 2019 - Van Baarle completa il weekend da leoni della INEOS, festa Fuglsang nella generale

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Il Team INEOS chiude in bellezza il Giro del Delfinato grazie a  Dylan Van Baarle, a segno nella frazione conclusiva dopo una giornata passata all'attacco. Sul traguardo di Champéry l'olandese regala un'ulteriore gioia alla formazione britannica, capace di voltare pagina in fretta dopo lo shock dell'incidente di Chris Froome con il successo di ieri di Wout Poels, regolando in uno sprint a due il compagno d'avventura  Jack Haig (Mitchelton-Scott), a sua volta protagonista del tentativo a 13 della prima ora. Sostanziale no contest invece tra i big della generale, con  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team), in controllo per tutta la giornata con la propria squadra, che va dunque a prendersi la seconda affermazione in carriera al Delfinato dopo quella del 2017. 

Tappa breve ma condita di salite per l'ultimo atto della corsa, con la fuga buona a 13 che si sgancia dopo una decina di km. Il drappello degli attaccanti è composto da ottimi elementi come  Dylan Van Baarle (Team INEOS),  Jack Haig (Mitchelton-Scott),  Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick Step),  Felix Grosschartner (BORA - hansgrohe),  Carlos Verona Quintanilla (Movistar Team),  Sebastien Reichenbach (Groupama - FDJ),  Sepp Kuss (Team Jumbo-Visma),  Julien Bernard (Trek-Segafredo),  Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal),  Hermann Pernsteiner (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Alessandro De Marchi (CCC TEAM),  Nils Politt (Team Katusha-Alpecin) e  Warren Barguil (Team Arkéa Samsic), tutti però lontani più di 5' in classifica dalla maglia gialla di  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team). Il team kazako lascia infatti relativo via libera agli uomini al comando, limitandosi a tenere il distacco del plotone nell'ordine dei 4'. L'unico avvenimento che scuote i primi 2/3 di gara è quello del ritiro di  Adam Yates (Mitchelton-Scott), 2° in classifica alla partenza, vittima illustre della pioggia torrenziale di ieri e costretto ad alzare bandiera bianca per via della febbre.

Lo scenario in testa al gruppo muta solo sulle rampe del Pas de Morgins, a 40 km dal traguardo, dove sono la AG2R La Mondiale e la UAE Team Emirates ad imporre un discreto cambio di passo, alimentato anche dal Team INEOS nella successiva discesa. I battistrada riescono comunque ad imboccare il GPM della Cote de Rives, penultima asperità di giornata, con un margine di circa 1'30'', mentre dietro il forcing dei britannici va progressivamente estinguendosi, anche per via dell'ottimo comportamento di Van Baarle nel gruppetto di testa. Il neerlandese emerge infatti dalla girandola degli scatti insieme ad un brillante Haig, con il quale va a presentarsi ai piedi dell'ascesa finale verso Champery forte di un gap di 30'' sui primi inseguitori e di 2' sul gruppo. 

L'accordo nella coppia al comando prosegue fino all'ultimo km, con Van Baarle che dimostra tutta la sua freddezza nell'approcciare lo sprint a ruota del rivale e nello scoccare la progressione vincente a soli 200 m dalla linea d'arrivo. Il classe 1992 di Voorburg centra quindi la sua 4° vittoria in carriera, mentre il podio di tappa è completato dal norvegese Hagen, avvantaggiatosi nel finale rispetto agli altri componenti del drappello inseguitore. Arrivo in parata invece per il trenino dei big, sferzato soltanto da una timida accelerazione di  Thibaut Pinot (Groupama - FDJ) ai -2. In classifica Fuglsang centra quindi il bersaglio grosso pur in assenza di successi parziali, chiudendo sul gradino più alto del podio davanti a un  Tejay Van Garderen (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) tornato finalmente competitivo in questi contesti di gara e ad  Emanuel Buchmann (BORA - hansgrohe). 




(foto: Bettini)




16/06/2019

Marco Bea


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio