Risultati
Giro dell'Emilia 2019 - Roglic fa la voce grossa anche sul San Luca.

Giro dell'Emilia 2019 - Roglic fa la voce grossa anche sul San Luca.

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Non è ancora finito il magico 2019 di  Primoz Roglic. Lo sloveno della Jumbo-Visma ha conquistato anche il Giro dell'Emilia rilanciandosi dopo il brutto mondiale a cronometro e issandosi a quota 12 successi stagionali. Lo sloveno conferma così io il feeling con il San Luca, la salita su cui aveva conquistato la prima maglia rosa allo scorso Giro d'Italia. Alle spalle di Roglic ha concluso una coppia EF composta da  Michael Woods e  Sergio Higuita, rispettivamente secondo e terzo.

I corridori hanno affrontato i 207 chilometri in programma con un clima ben diverso rispetto al recente mondiale inglese: sole e temperature di fine estate hanno accompagnato il gruppo lungo i colli emiliani. Pronti-via e subito sono partiti gli scatti; dopo le schermaglie iniziali hanno fatto il vuoto  Jacopo Mosca (Trek-Segafredo),  Davide Ballerini (Astana Pro Team) e  Umberto Orsini (Bardiani - CSF) che hanno rapidamente guadagnato ben 9 minuti sul gruppo. Questo terzetto ha mantenuto la testa della corsa fino all'ingresso sul circuito finale di Bologna con l'ascesa al San Luca da ripetere 5 volte.

Il più forte fra gli attaccanti è stato  Jacopo Mosca che alla prima tornata si è disfatto della compagnia di Ballerini e Orsini rimanendo da solo al comando. Alle spalle del piemontese sono scattati  Pierre-Roger Latour (AG2R La Mondiale) e  Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) che sono stati i primi a riprenderlo e poi superarlo. Questa coppia ha condotto le danze per un giro prima di essere riassorbita nel corso della penultima ascesa al San Luca. A questo punto sono arrivate le prime scaramucce fra i big, in particolare  Egan Bernal (Team INEOS) ha allungato venendo marcato stretto prima da  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) e poi da tutti gli altri favoriti che hanno quindi scollinato raggruppati.

Nel seguente tratto in falsopiano sono partiti  Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo) e  Rudy Molard (Groupama - FDJ) ai quali si è riaccodato  Diego Ulissi (UAE Team Emirates). In discesa si sono riportati in testa anche  Johan Chaves (Mitchelton-Scott) e  Sergio Higuita (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) che sono andati a formare un quintetto pericolosissimo. Sulle prime rampe dell'ultimo San Luca però ha fatto la differenza  Diego Rosa che con grande vigore ha riportato il drappello dei fuggitivi sugli attaccanti. Le micce sono quindi state accese da  Michael Woods che ha attaccato con decisione. Esattamente sotto il triangolo rosso però è partito  Primoz Roglic e non ce n'è stato per nessuno: lo sloveno ha staccato tutti concludendo a braccia alzate all'ombra del Santuario.





05/10/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puō essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio